Bond ibridi corporate, una bella famiglia, con un agguato in corpo

E’ quello delle “call” (ormai prossime) più che del maggiore rischio derivante dal livello di subordinazione. Una fotografia delle emissioni a piccolo lotto presenti sul mercato.

Cedole & dividendi

La disperata ricerca di rendimenti in campo obbligazionario ha portato non pochi investitori a valutare una categoria di emissioni molto particolari, quella degli ibridi corporate (non finanziari). Come le azioni, questi bond sono perpetual, cioè senza scadenza - sebbene esista un’opzione “call” con la quale l’emittente ha possibilità di rimborsare in anticipo il prestito - e conferiscono un certo livello di libertà per i pagamenti delle cedole. E, pur avendo la precedenza rispetto alle azioni ordinarie in caso di liquidazione, sono contrattualmente subordinati al debito senior emesso più comunemente.

Sono una quindicina

E’ una famiglia ristretta quella degli ibridi corporate: in totale in Europa ne sono presenti sul mercato (“Otc”) quindici, quotati su grandi Borse. Sei hanno taglio 1.000, il che li rende popolari nei portafogli di chi è attivo sull’“Over the counter”. I coupon variano dal 3,875% al 7%, in questo caso riferito però a un’emissione in dollari Usa. Le quotazioni sono salite negli ultimi tempi, in seguito alla riduzione del rischio del debito senior, acquistato nell’ambito del QE, il che ha alleggerito la pressione sui perpetual. In calo solo quelli su cui il mercato prevede l’esercizio della “call” e quindi il rimborso. Tutti sono interessanti, ma hanno un agguato in corpo, relativo appunto alla “call” cui si è già accennato. In altre parole gli ibridi corporate possono essere richiamati a precise date. Spesso chi li propone agli investitori tace questo fattore, facendo credere che i rendimenti siano più alti di quanto potenzialmente risultino. E’ vero che l’opzione può non essere esercitata, ma considerando che si tratta di emittenti forti l’eventualità è minima. Fra i nomi presenti nel settore ci sono infatti Enel, Volkswagen, Repsol, Veolia, Rwe, Orange e Telefonica.

Perché parlarne?

Si potrebbe dire: perché prendere in considerazione una categoria di bond quando i suoi margini sono ridotti e spesso con prossimità al rimborso? La risposta è semplice: si tratta di obbligazioni molto volatili, che si caratterizzano per correzioni anche violente, dovute o a trend di mercato o a vicende che coinvolgano il singolo emittente. Un caso significativo riguarda Volkswagen. Quando è scoppiato il “dieselgate” i suoi ibridi corporate hanno subito veri tracolli, rivelando ottime occasioni di entrata. C’era chi temeva un default di tale tipo di obbligazioni e invece si è trattato di una tempesta da cui si è usciti nell’arco di alcuni mesi.

La soluzione

Monitorarli in continuazione è il modo migliore per capire se si aprono “buy” sulla debolezza, con il punto forte che – scegliendo emissioni a lotto 1.000 euro o 2.000 dollari – si possono pianificare diversi livelli di entrata, sempre che si operi con un intermediario attivo nell’“Otc”, come “private”, Sim e altri negoziatori. Non è una modalità semplice, date le ritrosie spesso rilevate, ma tentar non nuoce, pur ricordando quanto detto prima in relazione alle “call”. Ecco così le obbligazioni a piccolo lotto appartenenti al mondo ibridi corporate.

Emittente

Isin

Cedola ante call

Cedola se call non esercitata

Yield alla call

Yield scadenza naturale

TelekomAustria

XS0877720986

5,625%

5Y€+486pb

0,1%

5,4%

Dong Energy

XS0943371194

4,875%

5Y€+380pb

0,6%

4,6%

Dong Energy

XS1227607402

3%

5Y€+282pb

1,7%

2,8%

Volkswagen

XS0968913268

3,875%

5Y€+270bp

1,1%

3,7%

Rwe (in Usd)

XS0767140022

7%

5Y$+575bp

3,9%(1)

6,9%

Enbw (in Usd)

XS1498442521

5,12%

5Y$+387bp

3,8%

4,9%

Date call: Telekom Austria 1/2/2018 – Dong Energy (principale società elettrica in Danimarca) Isin 1194  8/7/2018 – Dong Energy Isin 7402  6/11/2020 – Volkswagen 4/9/2018 – Rwe 12/10/2017 – EnBw (società elettrica del Baden-Wuerttemberg- Germania) 5/4/2022

  1. (1) Rendimento calcolato su base annua ma quello effettivo è minore data la brevità di vita residua
Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento