Mercato tra due fuochi

Il recupero da parte dell'indice Ftse Mib di venerdì non ha cambiato la struttura del movimento corrente di prezzo, che sta fondamentalmente lateralizzando tra l'importantissimo supporto posto a 20540 punti e l'importantissima resistenza posta a 21243 punti. Fino a quando non vedremo un breakout di una di queste due linee non avremo movimenti significativi, né in un senso né nell'altro. Supportino intermedio a 20732 punti, ma non ha un gran valore.

Entrato il segnale long su Azimut, che ha chiuso proprio al valore di entrata, che ha fatto anche da massimo di giornata. Per ora niente da segnalare.

Negate le trendline su BPM e BPER, si torna in stand by su queste due banche.

Il decollo di Cnh Industrial ha portato il prezzo vicino al target, ma alla fine la barra porta uno dei più brutti segnali che si possano avere su un grafico: un impiccato su un gap up di apertura. Spero in una pronta negazione di questo brutto segnale, anche se ora lo stop dinamico è molto contenuto.

Segnale di acquisto su Exor, che completa un bel setup operativo. Buy stop 51.3, stop 48.42, target 53.15 e 54.20.

Fineco resta in prossimità dei massimi di periodo e per ora non desta preoccupazioni.

Intesa lateralizza senza dare segnali interessanti. La trendine sarebbe ancora lì, ma allo stato attuale penso abbia poco senso. Restiamo fermi.

Leonardo rimbalza con una barra inside che per ora dice poco. C'è praticamente un quadruplo minimo di breve, speriamo che trovi la forza di rompere i massimi di periodo.

Moncler continua il rimbalzo, rompendo con decisione la resistenza posta a 21.18. Non abbiamo ancora motivo di festeggiare, ma almeno possiamo rilassarci un po'.

Ferragamo conferma il buy con un gap up di apertura, che però coincide con il massimo di giornata. Niente di significativo per ora comunque.

Saipem continua ad affondare dopo il rimbalzo di qualche giorno fa che aveva illuso un po'. Stiamo sempre alla larga.

Terna rimane laterale sui massimi di periodo senza spunti rilevanti.

Ubi Banca epilettica ai massimi livelli. Possiamo solo stare a guardare...

Unicredit fa barra negativa outside e non promette molto bene. Vediamo dove ci porta.

Portafoglio aggiornato alla chiusura di venerdì16/6:

A domani,

Domenico Dall'Olio

Disclaimer: le segnalazioni di questa rubrica derivano da una tecnica sperimentale che ho spiegato nei miei primi articoli di gennaio 2016 (li trovate in archivio). La tecnica è tuttora un work in progress, soggetta ad ottimizzazioni che richiedono tempo, essendo l'operatività spesso di breve (alcuni giorni o qualche settimana) ma a volte anche di medio termine (diverse settimane o mesi). Se decidete di seguire l'operatività consigliata vi suggerisco di investire sempre piccoli importi. Per qualsiasi dubbio o domanda sono a disposizione.

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento

Gli ultimi articoli di Domenico Dall'Olio