ETF/ETC/EU Due nuovi ETF interessanti.

Dopo l'ottimo risultato della prima emissione, la Lyxor continua a cavalcare il trend positivo dei PIR con una seconda emissione.

La seconda emissione in quotazione dal 24 Maggio (ISIN LU1605710802) si espone per il 25% alle società Mid Cap italiane (dell’indice FTSE Italia Mid Cap) e per il 75% alle società Large Cap (dell’indice FTSE MIB).

Non mi dilungo oltre e lascio al lettore la lettura completa direttamente dal comunicato stampa ufficiale della Lyxor.

Il grafico è ovviamente appena partito, ma se analizziamo il precedente (Lyxor FTSE Italia Mid Cap PIR (DR) UCITS ETF
FR0011758085) notiamo un deciso rallentamento ormai da inizio maggio; certo a inizio anno i PIR sono stati copiosamente collocati dalla rete distributiva ma staremo a vedere sin quanto durerà.

Grafico FR0011758085:

Dal 7 giugno 2017, la Powershare ha immesso sul mercato un ETF di sicuro interesse futuro Powershares S&P 500 Qvm Ucits Etf IE00BZDCKK11 ; esso replica l'andamento dell'indice “S&P 500 Quality, Value, and Momentum Multi-Factor Index (Net Total Return)” , ecco il link alla pagina di Borsa Italiana.

Questo indice, cerca la performance elaborando una graduatoria dando dei punteggi "score" alle società in base a 3 fattori: qualità, valore e momentum.

Come si sa l'S&P500 raggruppa le 500 maggiori società statunitensi e da sempre è il riferimento mondiale in termini di performance; per tanto andare a creare una sottocategoria in un settore già vincente potrebbe creare un quid aggiuntivo.

Il nostro portafoglio registra qualche dividendo interessante e procediamo con la linea moderata.

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento