Il Toro galoppa in Borsa: i titolini da cavalcare

Va tutto su, mi aspetto la fiammata fino ad oltre 25.746 del Ftse All Share, fiammata che dovrebbe avvenire in settimana. Datemi un PIR e solleverò il mondo, il rialzo è qui e dobbiamo prenderlo tutto, non ci sono santi, quando è ora di portare a casa il fiero bisogna lavorare duro, poi verrà la cattiva stagione e il fieno se lo lasciate nel campo potrebbe marcire. Mi raccomando eseguire religiosamente i buy ufficiali e per chi è nuovo (abbiamo decine di nuove reclute) studiare con attenzione le dispense che sono qui https://www.emiliotomasini.it/ebooks-trading-systems/i-tipi-di-ordine-di-rendimento-borsa-e-fondi/ e la pagina delle FAQ qui https://www.emiliotomasini.it/faq/

ASTALDI: è un titolo tradizionalmente sottoquotato, lo era anni fa e lo era ieri e lo è oggi. Tecnicamente è un titolo volatile ma che non ha mai sviluppato tendenze di lungo periodo e dubito lo farà proprio adesso. Però sul mensile sta uncinando e sul daily i prezzi volano. Da valutare attentamente per un buy ufficiale, tanto più che si tratta di un titolo volatile e quindi possiamo sparare l’ordine di acquisto ad una schiera di abbonati che sta salendo in maniera veloce (non esponenziale quando sarà esponenziale tra qualche anno ve lo diremo perché sarà il momento di tirare i remi in barca, questo è un film che abbiamo già visto nel 2000).

BANCA FARMAFACTORING: è un gioco vecchio come il mondo ovvero l’investitore chiama l’intermediario e gli dice “comprami 10 milioni di azioni Banca Farmafactoring” e l’intermediario compra quando il mercato è in orizzontale e stacca il piede dall’acceleratore quando il mercato  sale perché non vuole spingere ulteriormente il titolo. Ma dopo che ha comprato le ultime munizioni le spara in chiusura per far chiudere sui massimi: poi chiama l’investitore e gli dice “guarda come stato bravo ti ho comprato ben sotto il massimo di giornata che è stato in chiusura”. Oggi Banca Farmafactoring ha chiuso sui massimi e domani ne vedremo delle belle, purtroppo oggi ha scambiato 1.000.000 di euro di controvalore e non possiamo comprare ufficialmente.

BRUNELLO CUCINELLI: noi siamo cacciatori di massimi storici e dobbiamo chiederci che cosa faremo quando Brunello Cucinelli, un titolo che non ci ha dato finora grandi soddisfazioni, romperà il massimo storico. Ve lo dico io cosa faremo: fedeli alla linea compreremo perché questo è il nostro mestiere e quindi ci tureremo il naso e andremo avanti. Magari visto il comportamento non troppo “lineare” del rialzo aspettiamo il breakout e compriamo sulla debolezza successiva.

CAIRO: molti lettori mi chiedono di questa vecchia conoscenza. Ripeto quanto già detto in precedenza: ora sale tutto e quindi qualsiasi titolo è buono ma di Cairo non mi piace il fatto che non abbiamo ancora sviluppato la prima gamba di rialzo e quindi per il momento starei fermo.

DIASORIN: sui massimi storici, siamo monotoni ma tant’è: quando non sapete cosa fare potete comprare …

ELICA: uno dei più bei titoli del listino, purtroppo un titolo ancora non troppo liquido che se compriamo lo ribaltiamo. Segnalazione. Però è bellissimo davvero … sopra il massimo di 2.346 vola

EMAK: assieme ad Elica, di cui condivide lo stesso pattern di bottom up, è un cocktail di bellezza tecnica irresistibile: da comprare piano piano ad ogni uncino / congestione che passa il mercato in modiche quantità … segnalazione.

EXPRIVIA: si è risvegliato questa bomba di titolo, anche in questo caso segnalazione, purtroppo, da comprare alla prima occasione (congestione / uncino).

GEFRAN: uncino sul mensile spettacolare

LA DORIA: è una new entry, ne parlammo nel corso del rialzo del 2013 e guadagnammo bei soldini. E uno dei nostri titoli perché ha un ROE del 15.93% nel 2014, del 22,60% nel 2015, del 16.15% nel 2016. Tecnicamente dopo essere disceso dai massimi si è piantato in una congestione senza fine, peraltro molto stretta e quindi gustosa. Congestione che sta per rompere. Se parte bisogna farci un pensierino anche come buy ufficiale perché scambia 3-4 milioni di euro già ora.

LANDI RENZO: fondamentalmente è una scommessa, molti analisti vedono il turnaround aziendale, non è certo un titolo dei “nostri” perché ha un ROE nel 2016 di meno 57.68% Io aspetterei a prenderlo ancora più sopra, non è ancora il momento dell’euforia.

PANARIA GROUP: quando scrivemmo due anni fa che sarebbe tornato sui massimi sul mio blog de www.ilgiornale.it mi diedero del matto. Chi sono i matti ora ? Guardate il grafico sul mensile, guardate l’uncino quanto è portentoso … uno spettacolo …

PRIMA INDUSTRIE: congestione stretta, quando rompe fa il botto.

(pagina a cura di Sandro Mancini ed Anna Cavazzuti)

2 Commenti

I commenti dei lettori

2 Commenti

  • Luigi B.
    08 Mag 2018

    Elica ottimi dati di bilancio ieri..... ha rotto trendline discendente......tp elevati....azienda solida...

  • Luigi B.
    18 Set 2017

    Elica sopra 2,40 non ha resistenze, giusto? La capitalizzazione potrebbe tornare sui 280 mln? Ovvero sui 5 euro?

Lascia un commento