Quarto massimo storico consecutivo!


Pare inarrestabile la corsa del nostro portafoglio a Rischio Contenuto, che registra il quarto massimo storico consecutivo; questo vuol dire cha da quasi un mese il nostro asset cresce senza sosta. Certo, la situazione dei marcati – nonostante i timori legati al virus cinese – è buona e la Borsa USA torna a pompare con forza verso l’alto.

I dati macro segnalano che l’economia USA non accenna a rallentare a ritmi da impensierire per un possibile scivolamento verso la recessione nel breve periodo, quando sono passati ormai quasi 11 anni dall’uscita della crisi. Il mercato del lavoro resta in piena occupazione con un tasso di disoccupazione intorno al 3,5%, i consumi delle famiglie sostengono il Pil e l’inflazione non rialza la testa al punto da rendere obbligato un nuovo ciclo monetario restrittivo.

Tutto bene quindi, per cui i mercati si mantengono tonici e per ora le prospettive si confermano buone. Ecco quindi la logica dei nuovi ingressi in portafoglio la scorsa settimana, con due ETF ed un fondo. Tre nuove posizioni che introducono una piccola novità nel portafoglio Rischio Contenuto e dai quali ci aspettiamo un buon contributo alla performance complessiva.

Il NAV di portafoglio vale oggi, ai prezzi correnti di mercato, 118,65 per una performance cumulata che è sempre più vicina ad un rotondo 10%. Abbiamo ancora della liquidità disponibile (circa il 10% del portafoglio), sempre preziosa e che teniamo da conto per il prossimo futuro. Stiamo infatti valutando nuovi ingressi, che diventeranno operativi appena tutti i potenziali candidati saranno analizzati e fermo restando le condizioni dei mercati.

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento

Gli ultimi articoli di Redazione RC