Aggiornamento portafoglio

Prosegue la condizione di volatilità positiva, e come già ampiamente considerato, il nostro portafoglio ne beneficia prontamente, a conferma dell’adeguatezza della diversificazione effettuata. Le parole di Draghi hanno dato nuovo impulso ai mercati favorendo notevolmente i periferici, prova ne sia che il nostro spread viaggia ora in area 153 bps, corrispondenti ai livelli di inizio 2017.

Giusta o sbagliata che sia la reazione dei mercati, tanto ci basta per rivedere il nostro portafoglio in buon progresso e non lontano dal massimo storico di 112,16 registrato a fine giugno. Siamo oggi, infatti, ad un NAV pari a 102,03 rispetto ai 111,96 della precedente rilevazione. Sempre bene i cambi EUR/CAD e EUR/AUD, insieme all’Oro, che beneficiano dello scivolone del Dollaro USA.

Ora, mentre la ripresa di AUD e CAD pare essere di natura strutturale, almeno stando agli ultimi dati macro e alle prevalenti proiezioni, il movimento di USD non è ancora ben inquadrabile e pare essere più condizionato da meccanismi speculativi. Come già detto, questi mesi estivi sono da prendere con le molle (almeno sugli asset più gettonati), poiché i mercati entrano in una fase “ballerina” e talvolta anche irrazionale.

Per ora quindi ci limitiamo a mantenere le posizioni, lasciando correre i ratei, tenendo monitorato l’equilibrio del portafoglio e intervenendo solo in casi di particolare urgenza, qualora necessario.

Portafoglio aggiornato nelle consueta sezione e NAV riportato anche qui sotto.

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento

Gli ultimi articoli di Redazione Rischio Contenuto