Obiettivo raggiunto a 24.000: o rialzo o congestione, no ribasso

Ricordate il Sequential incombente sul nostro indice ? E’ successa una magia che il creatore del Sequential, tale Thomas Demark, chiama “reciclying” ovvero cancellazione del ciclo precedente e set up di un nuovo ciclo. Fin qui sono dispute da apprendista stregone ma in realtà la cosa positiva è diversa: significa che il conteggio al rialzo non è più a 11 come minacciavo io la volta scorsa ma a 2 e quindi abbiamo davanti almeno 11 barre rialziste. Insomma, pensavamo di essere alla fine della pista della corsa ma siamo solo all’inizio. Il resto è un dettaglio tecnico da strizzacervello.

E questa ipotesi di Thomas Demark, per chi non lo conoscesse uno dei più grandi analisti tecnici della storia (vivente), che ho avuto modo di conoscere personalmente e di farci trading insieme quasi 20 anni fa, si abbina perfettamente con il ciclo stagionale. Se abbiamo 11 giorni di rialzo significa che alla fine per avere un top saranno anche 20 o 30 e quindi andiamo direttamente nel cuore di maggio. Là potremo cantare come sempre la più facile delle previsioni: Sell In May and Go Away !

In realtà è stata la barra di giovedì a darci il polso della situazione rialzista del mercato: sembrava in apertura la fine del rialzo, tutti a vendere, l’indice è sprofondato ma già a mezzogiorno i pesci grossi hanno iniziato a comprare a piene mani e in chiusura la barra da negativa si è trasformata in positiva. E’ un pattern tipico dei rovesciamenti di mercato, dove la smart money aspetta di comprare quando i pesi piccoli hanno venduto. E così è stato.

Venerdì l’apoteosi con l’indice che chiude a un soffio dai massimi di 23.968 del Ftsel All Share. Vedremo lunedì se ha la forza di rompere i massimi di periodo.

Ricordiamo ai lettori che a 24.000 del Ftse All Share passa un nostro obiettivo dichiarato in tempi non sospetti e dato dalla proiezione della profondità della trendline durante il ribasso. Sicuramente l’indice dovrà lavorare parecchio per romperlo.

Inoltre stiamo assistendo ad una perdita di momentum del breath di mercato (il respiro del mercato dato dall’indicatore Mc Clellan che misura il numero di titoli che chiude al rialzo rispetto al numero dei titoli invariati o che chiude al ribasso). Dalla  figura che segue notate come il Mc Clellan abbia disegnato un movimento orizzontale con due massimi allineati e due minimi allineati (in formazione). Dalla esperienza di tutti i giorni vediamo come ormai nella tabella migliori / peggiori del listino vi siano sempre titolini a bassissima capitalizzazione come Conafi Prestitò, CHL, EEMS, Banca Intermobiliare e compagnia cantando. Segno che il rialzo sta per raggiungere il suo spasmo finale seguendo il motto “l’alta marea trascina al rialzo tutte le barche anche quelle sgarruppate”.

Lo so, il lettore è confuso perché ho detto tutto e il contrario di tutto. Quindi riassumiamo i fattori che propendono per la prosecuzione del rialzo:

  1. Riciclo del Sequential
  2. Barra di shake out di giovedì

Fattori per il ribasso:

  1. Mc Clellan in orizzontale
  2. Raggiungimento del target di 24.000
  3. Generale Maggio in arrivo
  4. Primo Sequential  riciclato

Non è possibile fare una somma algebrica di più o di meno perché non funziona così. Il consiglio operativo è molto semplice: se l’indice rompe quota 24.000 del Ftse All Share in chiusura potremo avere l’inizio di un nuovo ciclo positivo ma il Mc Clellan deve riprendere a crescere perché è la benzina del mercato. Altrimenti piuttosto che un ribasso avremo una fasce di oscillazione orizzontale  che potrebbe durare fino ad agosto e quindi un ulteriore rialzo.

In ogni caso come sempre i titolini non verranno toccati e quindi godiamoceli:

AEDES: a volte si è prevenuti in Borsa e si viene tosto puniti. Avevo parlato male delle società immobiliari ed ecco il grafico di Aedes che rompe il massimo della congestione …

CAMPARI: l’avevamo consigliata illo tempore su queste colonne e nonostante i drittoni al ribasso è sempre più alta. E con la barra di shake out di venerdì ci sta dicendo che vuole continuare a salire.

EMAK: pattern da manuale rottura di triangolo con pull back .. gustosissima

FINECO BANK: ci dobbiamo rassegnare … è sui massimi storici ed è tornato il momentum. Prossima occasione diamo il buy.

JUVENTUS: chi sa di calcio mi dice che martedì di questa settimana succede qualcosa per cui o il titolo crolla o vola. Io non ho mai raccomandato azioni di calcio come ho scritto la volta precedente perché non seguendolo sono rimasto al tempo in cui collezionavo figurine … Bettega Cabrini  Boninsegna e tutti gli altri ancora di quell’era preistorica. Quindi mi dicono che va bene ci ho azzeccato ha rotto venerdì scorso i massimi e probabilmente lunedì farà faville ma sempre la regia raccomanda di scrivere ai miei lettori “vendi guadagna e pentiti in chiusura di lunedì”.

NETWEEK: titolo illiquidissimo però sembra che più che venderlo vogliano comprarlo. I volumi sono sempre molto forti.

PIAGGIO: barra di shake out;

PRYSMIAN: ricopertura del gap in corso;

SERI INDUSTRIAL: un lettore mi chiede se anche questo è breakout del massimo del collocamento. Ho risposto che questa è fantascienza.

STM: breakout del triangolino sul daily;

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento