Commodity, Cacao, Caffe, Sugar, Cotton, Soybean, Corn, Wheat, Crude Oil, Platinum, Gold, Copper, Onde di Elliott, Fibonacci


Oro – Torniamo a parlare di oro fisico 1/5

Piano Bar di Virginio Frigieri                                                                 18/01/2023

Ogni tanto qualche lettore chiede ragguagli sull'oro oppure qualche abbonato di vecchia data chiede se posso inviargli quel vecchio articolo dove si parlava di .... perché l'ha perso e così via... in effetti tra l'estate del 2009 e l'estate del 2011 furono pubblicati una quindicina di articoli dedicati ad oro e argento. Poi nel 2012 cambiò il fornitore che gestiva il sito di Lombardreport e nel travaso degli articoli dal vecchio al nuovo sito purtroppo si perse la cronologia (non dovrebbe accadere ma può succedere). Tutti gli articoli dal 2002 alla primavera del 2012, in fase di caricamento, assunsero la data e ora di caricamento per cui anche con una ricerca sull'autore Frigieri Virginio Anno 2012 in effetti si fa fatica a trovare vecchi articoli, perché poi anche se mettete la parola "Oro" come stringa di ricerca, siccome dell'oro scriviamo tutte le settimane escono tonnellate di articoli. Ma al di là di quanto scritto in passato che sarà mia cura rinfrescare e riportare alla luce anche al fine di evitare una marea di domande, quest'anno dovremo tornare a parlare di oro fisico. A suo tempo si parlava di monete e di lingotti, ma ora ci sono anche le tesserine Combibar e già questo merita una rinfrescata ai vecchi articoli, e infine, poiché siamo entrati in un periodo di grandi cambiamenti, c’è ben altro in pentola per cui vale la pena di tornare a parlare di oro fisico.

Cominciamo con la domanda che più spesso viene fatta:

perché dovrei investire in oro fisico? Che vantaggi ho?.

Innanzi tutto cominciamo col dire che parlare di investimento in oro se non è sbagliato è perlomeno inesatto. Si investe un capitale, una somma di denaro col presupposto di ottenere un rendimento, un profitto. Se poi questo non accade allora il rendimento può diventare negativo e generare una perdita. Ma quando si acquista oro, l’oro di per sé non può generare alcun rendimento. Nonostante questo l’oro è da 5000 anni la moneta per eccellenza accettata da sempre e da tutti. L’oro poi è una grande materia prima con caratteristiche apprezzate in tutti i campi. Solo il 20% dell’oro estratto ogni anno viene impiegato come forma di investimento, mentre il resto viene utilizzato nel mondo industriale. Le eccellenti doti di conducibilità ne fanno uno dei metalli preferiti in tantissime circuiterie elettroniche compresi i nostri cellulari per non parlare poi del l’industria aero-spaziale e ultimo ma non ultimo, non dimentichiamoci l’utilizzo in oreficeria e gioielleria.  Il mercato dell’oro è praticamente sempre aperto quotato h24 e molto controllato. Non parliamo poi delle banche centrali che mentre stampano moneta come se non ci fosse un domani, dall’altra si comprano tonnellate di Oro con una differenza: mentre Cina, India e Russia e tutti gli altri così detti “emergenti” da alcuni anni stanno comprando a man bassa, le banche dei paesi occidentali si sono svegliate solo negli ultimi mesi del 2022, spinte probabilmente anche dall’entrata in vigore dopo parecchi anni del trattato di Basilea 3. Nel Basilea 3 si è finalmente ristabilito l’ovvietà: l’oro fisico va considerato come un asset free-risk (privo di rischio), mentre prima l’oro era considerato una bene a rischio come un’azione, un’obbligazione o un altro titolo.

Gold Standard nelle Banche: che Significa per l'Oro e Investimenti (economia-italia.com)

Ma vi è di più: si è invece ribadito che l’oro cartaceo è un asset a rischio, perché col gioco delle leve e delle matriosche finanziarie è difficile verificare se dietro queste montagne di carta vi sia una copertura adeguata di fisico (anzi se proprio dobbiamo dirla tutta è certo che c’è tanto oro cartaceo scoperto). Inoltre è ormai dato per certo che presto ci sarà una nuova valuta sostenuta da un paniere di materie prime (oro in testa) che affiancherà il dollaro in un periodo di transizione per diventare poi la moneta di riferimento. Se questa nuova valuta sarà solo lo yuan oppure una moneta nuova sostenuta dagli attuali paesi BRICS più altre new-entry a cominciare dall’Arabia Saudita, è ancora presto per dirlo, ma la direzione è quella. 

Dopo è chiaro che gli Stati Uniti non accetteranno con una pacca sulle spalle di vedere il Dollaro perdere il potere attuale, quindi anche qua le probabilità di un conflitto mondiale sono tutt’altro che remote ed anche in questo caso l’oro andrà alle stelle. La terza opzione è che la Cina o il gruppo di paesi che sosterranno questa nuova valuta primo o poi arriveranno all’ora X dove dichiareranno al mondo a quanto ammontano le loro riserve auree e se, fatti gli inventari, risulteranno loro quelli con le scorte maggiori, beh è probabile che il prezzo lo vorranno fare loro. Noi oggi continuiamo a ragionare su schemi e tabelle vecchie di anni in cui si dice che gli Stati Uniti sono i primi al mondo come riserve aurifere seguiti dalla Germania, dal FMI, Francia e Italia, ma un giorno o l’altro si dovrà andare a vedere chi effettivamente sta messo meglio. Siccome è risaputo e provato che con tutta questa ingegneria finanziaria ormai girano molte più tonnellate di oro cartaceo, rispetto alle tonnellate di oro fisico, la Cina o la coalizione di paesi dietro la nuova divisa, potrebbero dire: “signori adesso la vs quotazione di Londra ve la tenete voi per il vostro oro cartaceo (che a quel punto diventerebbe un puro strumento finanziario come tanti altri) e il prezzo dell’oro fisico lo facciamo noi".

Considerate che le informazioni che girano al riguardo sono molto poche. Io ricordo un grafico del 2016 (quindi oggi potrebbe essere molto peggio) che posto qua sotto, dove questi analisti stimavano (nel 2016) 542 once di crediti d'oro per un’oncia di oro consegnabile…

Capite bene che il giorno in cui dovesse avverarsi la scissione tra la quotazione dell’ oro fisico e quella dell’oro cartaceo, chi si è messo da parte un po’ di oro fisico potrebbe vedere il proprio valore moltiplicato di molte decine di volte, ma non diciamolo troppo in giro.

Al di là di quelli che potranno essere gli scenari futuri su cui noi possiamo avanzare solamente delle ipotesi, il vero motivo per cui si acquista oro è perché l’oro è l’unico vaccino contro il virus dell’inflazione generato dalle banche centrali e commerciali con la loro creazione di moneta dal nulla. La funzione principale dell’oro fisico non è quella di fare speculazione selvaggia o di fare grossi guadagni. La bellezza dell’oro è quella di permettermi di acquistare con lo stesso quantitativo d’oro lo stesso paniere di beni nel tempo. Nel 1930 con un grammo di oro vi compravate una camicia e oggi dopo oltre novant’anni con un grammo di oro vi comprate ancora una camicia. Se prendiamo la moneta fiat per eccellenza che ha accompagnato la nostra vita, che è il dollaro, nel 1930 con un dollaro compravi una camicia, oggi con lo stesso dollaro ti compri un bottone di quella camicia!.

Nella prossima puntata affronteremo un’altra domanda molto frequente:

meglio lingotti, monete o combibar?

alla prossima

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 7 giorni!

Gli ultimi articoli di Virginio Frigieri