Royal Dutch Shell qui spiegato perchè un bottom vale più di tante parole

Royal Dutch Shell valutiamo il titolo dopo qualche settimana dalla segnalazione.

Qualche settimana fa, e precisamente il 29 Settebre 2017 in un articolo vi avevo parlato di Royal Dutch Shell perchè si era appena formato un bottom di mercato segnalato dal  nostro indicatore proprietario Trendycator. Nella stessa settimana c'erano stati più segnali convergenti: uno di analisi tecnica pura con la rottura delle trendline discendete e il terzo con il Trendycator diventato positivo.

Oggi il titolo si è apprezzato di poco meno del 10% in pochissime settimane dalla segnalazione ed il lettore che avesse seguito la segnalazione potrebbe già prendere un primo target magari vendendo il classico 50%.

L'indicatore è ancora verde, ovviamente non possiamo sapere dove si fermerà la corsa del titolo, dunque sempre meglio seguire il vecchio adagio "Pochi maledetti e subito" che in tema borsistico calza perfettamente.

Royal Dutch Shell:

Ogni singola decisione di investimento va sempre collocata all'interno del contesto generale di mercato; questa settimana infatti l'Eurostoxx 50 ha finalmente superato i precedenti massimi facendo registrare una possibile onda 5.

Ovviamente in borsa si conosce la fine di un trend sempre quando è finito: ciononostante, per quanto esso possa ancora perdurare a me piace sempre dare consigli dettati dal buon senso, da qui deriva il consiglio di prendere una parte di profitto qualora si fosse seguito il segnale.

Buon Trading.

Demaria Walter

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento