Petrolio Brent sui massimi da due anni

Del Petrolio Brent avevamo parlato anche il 22 settembre con un articolo dal nome "Riparte il Petrolio" quando era in area 55, adesso è a 61; oggi mi è tornato in mente quel remoto articolo perchè ne hanno parlato anche i media nazionali. Se ne parlano loro solitamente il trend è finito, ma analizziamolo in dettaglio per capire quali prospettive ha ancora.

Dal punto di vista meramente economico, basta dare uno sguardo ai mercati per accorgersi del fatto che neanche gli uragani, il Russia gate etc.. sono riusciti a scalfire la crescita americana che ha segnato nel terzo trimestre un +3% su base annua. I rumors riguardanti un accordo tra Russia e Opec per l'estensione a fine 2018 dei tagli alla produzione, e le solite tensioni mediorientali stanno al momento spingendo il Petrolio Brent ai valori massimi da due anni.

Dal punto di vista grafico farò una piccola comparazione tra il Brent e il WTI sempre con l'ausilio del Trendycator.

Parto dal Petrolio WTI perchè è più avanti rispetto al Brent.

Notiamo alcuni aspetti importanti di questa analisi che potrebbe anche essere vista in ottica meramente di analisi tecnica pura. Il titolo viene rappresentato su scala mensile per avere una visione sul medio/lungo periodo e si notano due cose: tracciando due linee orizzontali sui minimi significativi degli ultimi anni si individua quella area viola e si vede che a gennaio 2016 il petrolio ha sfiorato quella area di prezzi per due volte e ne è stato respinto. Se poi lo si guarda anche in ottica Trendycator, allora possiamo dire che nella storia recente, dal 2000 ci sono stati solo due bottom significativi (il terzo lo ha perso perchè non ha poteri magici) e il secondo è proprio quello del 2011.

Oggi il titolo si trova in una fase di sicuro interesse perchè è a ridosso dei massimi dal 2015 in area 61: in caso di rottura il titolo potrebbe riprendere a correre anche se dopo due anni di salita potrebbe anche assestarsi prima.

Il Petrolio Brent che avevamo visto la volta scorsa nella sua versione ETFS Brent 1 month $ GB00B0CTWC01 è in situazione analoga ma leggermente peggio: in questo caso lo sfondamento dell'area viola è stato decisamente più importante, ma c'è comunque stato il Bottom; successivamente, c'è stata la stessa ripresa vigorosa e in questo momento il Petrolio Brent si trova ancora leggermente più distante dai massimi del 2015 posti in area 70.

Anche il settore dello Stoxx600 OIL ancalizzato la volta scorsa si trova sui massimi con una salita repentina data da 10 settimane praticamente sempre positive.

Demaria Walter

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento