Oro: la golden cross sarà un importante segnale. Ecco i titoli auriferi che preferiamo


Sull'oro siamo costretti sempre a tenere conto dell'analisi tecnica. Da vecchio fondamentalista non ne sono contento, ma la maggioranza degli operatori si basa su tale tecnica e non possiamo ignorarla.

La media mobile a 200 gg passa a 1255, quella a 50 gg, in salita, a 1248. Bastano solo 7 dollari per lanciare un segnale, chiamato golden cross, che infiamma spesso il mercato.

Occhio perciò al comportamento del metallo giallo. Ora sta smaltendo l'ipercomprato creatosi dopo 30 gg di salita. Ma se la golden cross si concretizza e l'ipercomprato venisse smaltito saremmo con segnali molto interessanti.

In tal caso, con la golden cross, cosa comperare speculativamente? Ci rivolgiamo agli speculatpri più accaniti che preferiscono le singole compagnie minerarie agli altri strumenti come ETC (PHAU, PHAG per esempio) consci che rischiano di più ma che  solitamente in un mercato rialzista vi è quell'effetto-leva che statisticamente triplica le performance (in dollari) rispetto al metallo giallo. Una via di mezzo è acquistare ETF AUCO quotato a Milano e armonizzato, pieno di miniere .

La nostra lista, spesso citata, contiene (li citiamo alla rinfusa)

-golden star GSS

-gran colombia mining GCM.TO

-Endeavour Silver EXK

Endeavour Mining EVM.TO

Agnico Eagle AEM

Pan American Silver PAAS

Novagold  NG

sappiamo già le critiche dei gestori: sono titoli dalla non eccessiva liquidità. Ma proprio tale caratteristica, quando verranno scoperti, li farà balzare di più. Ma quando li compreremo non dovremo dimenticare lo stop loss!!! E ricordare che tali azioni sono da trading.

Chi punta sui colossi come GOLD, GG, NEM non sbaglierà ma probabilmente la cavalcata sarà meno accentuata.

Aspettiamo perciò il segnale della golden cross e poi decideremo.

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento