Bond - raffronto in famiglia fra l’esordiente e il “vecchio” Alerion


La 2025 – debuttante oggi sul Mot – e la precedente 2024 rendono al momento attuale un uguale 2,3% netto. Ottima reazione iniziale della prima, che in 30 minuti ha raccolto già oltre il 50% dell’importo offerto.

Cedole & dividendi

Alerion Clean Power S.p.A. è uno dei principali operatori italiani nel settore della produzione di energia rinnovabile e in particolare nell’ambito eolico. La società, priva di rating, è presente sul mercato con due emissioni obbligazionarie:

► la nuova (in collocamento da oggi sul Mot ma attenzione perché l’importo globale potrebbe andare presto in totale assegnazione, visto che in 30 minuti ne erano già stati collocati oltre 100 milioni di euro) Alerion Green Tf 3,125% Dc25;

► la vecchia Alerion Tf 3,75% Dc24.

Ci si espone certamente a un’attività complessa e la stessa società precisava nell’emettere il primo bond che “la capacità di Alerion di rispettare gli impegni finanziari assunti in relazione al prestito obbligazionario 2024 è dipesa in misura determinante dalla capacità di generare e/o reperire risorse finanziarie adeguate e coerenti temporalmente rispetto agli obblighi di corresponsione degli interessi e di rimborso a scadenza del capitale. A tal fine è cruciale che le azioni di sviluppo avviate per incrementare la capacità installata attraverso la realizzazione di nuovi parchi eolici siano completate secondo i tempi e le misure attese”. Dichiarazioni opportune (e corrette) e che non sempre gli emittenti fanno nei propri prospetti.

Analizziamo ora i due titoli confrontandoli direttamente.

Emittente

Alerion Clean Power

Alerion Clean Power

Rating emittente

No rating

No rating

Denominazione bond

Green Tf 3,125% Dc25

Tf Dc24

Isin

XS2083187059

IT0005333627

Valuta

Eur

Eur

Tipologia

Senior

Senior

Struttura

Tasso fisso

Tasso fisso

Cedola

3,125%

3,75%

Quotazione attuale

100 €

102,7/102,8 €

Rendimento lordo

3,125%

3,14%

Rendimento netto

2,31%

2,32%

Data inizio negoziazione

6/12/2019

29/6/2018

Data scadenza

19/12/2025

29/12/2024

Eventuale “call”

Sì dal 20/12/2022

Sì (in presenza di cessioni di attività o beni)

Importo globale

200 milioni euro

150 milioni euro

Taglio minimo

1.000 euro

1.000 (nominalmente 1)

Periodicità pagamento cedole

Annuale (19 dicembre)

Annuale (29 giugno)

Aliquota fiscale

26%

26%

Liquidità

Probabilmente elevata

Elevata

Mercato di quotazione

Mot

Mot

Analisi grafica

//

Ribassista da ottobre

Rischio tassi

Rischio cambio

No

No

Rischio liquidità

No

No

Rischio volatilità

Classe di rischio (1)

5

5

Classe di redditività (1)

3

3

Prezzo acquisto consigliato

100

Sotto 101

Punti forti

Taglio basso – Titolo probabilmente molto liquido- Etichettatura come “green”

Taglio basso – Bene la liquidità

Punti deboli

Emittente senza rating – Settore di attività – Rapporto rischio/rendimento nel lungo termine

Emittente senza rating – Settore di attività - Rapporto rischio/rendimento nel lungo termine

A chi si rivolge

Investitore con una certa propensione al rischio e trader obbligazionario

Nella fase attuale soprattutto trader

Consiglio operativo

Monitorare l’azione quotata su Borsa Italiana

Monitorare l’azione quotata su Borsa Italiana

  1. (1) Da 1 (rischio o rendimento molto basso) a 6 (rischio o rendimento molto alto).

Alcuni parametri societari

Ricavi

Al 30/6/2019: 30,9 milioni €

2018: 59 milioni euro

Ebidta

Al 30/6/2019: 25,2 milioni €

2018: 45,4 milioni euro

Utili netti gruppo

Al 30/6/2019: 6,1 milioni €

2018: 3,5 milioni €

Indebitamento finanziario

Al 30/6/2019: 326 milioni €

2018: 227 milioni €

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento