Sui mercati finanziari internazionali lo stocastico orizzontale consente di misurare le performance relative degli assets di un comparto e di valutarne il comportamento nelle varie fasi di mercato.


Indici Stoxx Europe 600

Oggi "finalmente" concluderemo la panoramica degli indici azionari per poi dedicarci per qualche settimana ai titoli azionari. Era doveroso trattare in principio gli indici per aver una panoramica a 360 gradi prima di affrontare i singoli assets. Osserveremo questa settimana gli indici Stoxx Europe 600 individuando quelli che si sono comportarti meglio storicamente, quelli attualmente in difficoltà, e svilupperemo un caso con l’aiuto dell’analisi tecnica alla ricerca di qualche importante ostacolo da superare in un’ottica di ripresa. La ripresa potrebbe farci attendere, ma ci troverà prontissimi a prescindere. Tale ultima parte è stata ideata in previsione dei prossimi studi sugli stocks.

A livello storico e su base settimanale, i primi 3 indici della nostra selezione sono il Basic Materials, Food&Beverage e Healthcare che si sono mantenuto maggiormente al di sopra di quota 70 dello stocastico orizzontale. Vediamoli in dettaglio.

L’indice Stoxx Europe 600 Basic Materials si era comportato molto meglio degli altri indici Stoxx Europe 600 dal 2004 al 2008, nel 2010 e dalla metà del 2016 al primo trimestre del 2018, ma da allora ha avuto delle performance via via sempre deludenti rispetto a quelle degli altri indici riportandosi progressivamente in corrispondenza dell’area 20/10. L’indice ha un andamento storico relativamente caotico e vedremo successivamente che, a livello giornaliero, se la passa piuttosto male…

L’indice Stoxx Europe 600 Food&Beverage, invece, ha avuto un andamento maggiormente altalenante durante l’ultima decade e si sta comportando anche relativamente bene durante questo ultimo anno. Il settore alimentare è chiaramente fondamentale per l’economia e per tutti noi e abbiamo modo di osservarlo anche in questo momento in quanto siamo chiusi in casa come criceti. Il comparto non è solo fondamentale, che di per sé basterebbe già, ma è un vero e proprio sostegno e punto di riferimento in quanto la curva dei valori è ascendente dal 2009; esattamente dal 20 marzo. Pertanto, lo stocastico orizzontale potrebbe individuare una fase di debolezza relativa dell’indice e generare un segnale di rafforzamento con il ritorno al di sopra di 30. Tale strategia è stata premiante dal 2009. Questo è l’utilizzo principale dello stocastico orizzontale; individuare la forza relativa degli assets di un paniere ed osservare segnali di rafforzamento di alcuni.

L’indice  Stoxx Europe 600 Healthcare è medaglia di bronzo nella nostra classifica e come darle torto in questo momento… Il comparto della salute si è mantenuto per poco più di un terzo del periodo di riferimento, dal 2004 ad oggi, nell’area oltre 70 dedicata agli assets con le migliori performance. Il settore è molto interessante in quanto si mantiene generalmente solo per pochi attimi tra i peggiori (pochi ma pessimi) e quasi sempre è andato successivamente sui massimi. Anche questo potrebbe essere in input da cogliere la prossima volta che lo vedremo sotto 10 o anche sullo 0. Per il momento nulla da aggiungere in quanto si comporta bene da qualche mese a questa parte. La salute è tutto.

Oltre allo studio storico.

Il grafico a dispersione mostra il posizionamento dell’ultimo valore dello stocastico orizzontale degli assets del nostro paniere di riferimento a livello daily.

Osserviamo dal grafico un’area vuota tra 15 e 40 e ciò indica che i settori Oil&Gas, Auto, Basic Materials, Banks e Travel se la passano molto peggio degli altri, sempre valutando la performance relativa a 52 settimane. Questi indici stanno generalmente sottoperformando rispetto agli altri indici Stoxx Europe 600 e potrebbe essere interessante seguirli soprattutto dopo la fine dell’attuale crisi sanitaria mondiale. Con la successiva e augurabile ripresa potrebbe essere profiduo cogliere quei settori “in ritardo” sugli altri in un’ottica di asset allocation.

Di seguito, la tabellina mostra la classifica (1 primi 3 e gli ultimi 3 valori) dello stocastico orizzontale elaborato sugli assets.

Abbiamo visto poco sopra che l’indice Sx600 Healthcare è sui livelli massimi dello stocastico orizzontale seguito, poco sotto dai comparti Sx600 Utilities e Sx600 Technology. In fondo alla classifica troviamo invece Sx600 Basic Mat, Auto e Oil&Gas.

Analisi tecnica – il caso

Abbiamo avuto modo di osservare in 2 occasioni l’indice Stoxx600 Basic Materials, in quanto è storicamente quello che ha avuto la più lunga permanenza tra gli indici performanti, mentre attualmente, a livello giornaliero, è praticamente sui minimi storici.
L’indice globale Stoxx Europe 600 ha accusato una severa punizione dal massimo realizzato il 19 febbraio a 433,90 fino al minimo di 268,57 accusato lo scorso 16 marzo, lasciando sul terreno oltre il 38% in un mese circa. Ora consolida e cerca la strada del recupero, ma fatica nel tentativo di abbandonare quota 310.

Allo stesso modo, l’indice Stoxx600 Basic Materials ha perso molto nel recente passato e tenta di guadagnare terreno a seguito della realizzazione del minimo relativo di 255,57. Utilizzando lo stocastico orizzontale sappiamo che il comparto si comporta spese meglio rispetto agli altri e che in questo particolare momento si trova in difficoltà. Cerchiamo pertanto un ostacolo significativo il quale superamento, accompagnato dal passaggio al di sopra di quota 30 dello stocastico orizzontale (ora a 10) possa costituire un possibile segnale di rafforzamento relativo del Basic Materials.
Pertanto, osserviamo da una parte un triplo massimo discendente che ha dato luogo ad un canale discendente il quale supporto, ora resistenza per noi, costituisce il nostro primo punto di riferimento a 335. Abbiamo quindi calcolato qualche Gann Lines dal minimo di gennaio 2016 al massimo di giugno 2018 individuando delle linee che si sono rivelate ottime nell'identificazione dei picchi di aprile 2019 e di inizio anno. Un’altra Gann Line passa nelle immediate vicinanze di 345.
Probabilmente è troppo presto per assistere ad una ripresa dei mercati azionari, spero di sbagliarmi, ma l’eventuale superamento di 30 da parte dello stocastico orizzontale accompagnato dalla rottura al rialzo di 345 circa da parte dell’indice Stoxx600 Basic Materials potrebbe precedere l’inizio di una fase di rafforzamento relativo di questo ultimo nei confronti degli altri indici Stoxx 600.

Giovanni Maiani
 

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento