La grande fuga

Come sempre il Lombardreport.com era presente stamane in Borsa ,in piazza degli affari, alla presentazione delle principali small caps, solitamente trattate sull'Aim.

Ancora una volta il numero degli operatori presenti era consistente, ma ancora una volta lamentiamo che pochissimi presenti hanno fatto domande al termine della veloce presentazione, infatti non capisco l'utilita' di andare a presenziare in borsa alla letture delle slides proiettate sullo schermo che possono essere viste sui siti delle varie societa', se non viene sfruttata questa eventualita' per fare domande al vertice. Anche se il tempo è così tiranno che vi lasciano pochi minuti (quando ve li lasciano) per farle.

Prendo nota, anche su base delle mie domande al vertice, che molte societa' per fortuna stanno valutando tra poco il passaggio dall'AIM al MTA. Dopo Glenalta/Orsero vi sono Piteco, Lu-Ve,Triboo, Giglio, etc. etc. che stanno predisponendo le carte per passare, dopo i soliti 18 mesi di presenza sull'Aim. Percio' nel 2017 il plotone delle societa' che fuggono dall'Aim per essere quotate su MTA sara' consistenti, a talune societa' ho suggerito la distribuzione gratuita di azioni, un fattore apprezzato dai soci e dalla borsa per rendere piu' dinamica l'azione.

La quotazione sull'Aim è infatti spesso frustrante, le trattazioni sono spesso nulle, i prezzi nominali e bastano pochi pezzi per affossare un titolo.

Durante le presentazioni ho preso atto con grande piacere che Piteco, presente nel nostro portafoglio con le obbligazioni convertibili, tasso 4,5%, in carico a 100 e quotate anche a 113, prosegue il suo sviluppo. Sono contento di avere selezionato questo valore che finora ha dato ottime soddisfazioni infatti il titolo è salito del 35% dalla sottoscrizione. Le obbligazioni, grazie al succoso rendimento del 4,5%, sono salite  in modo positivo senza ovviamente potere sovraperformare l'azione.

Mi sono piaciute anche le presentazioni di Triboo, in forte sviluppo e anche di Enertronica. Ma quando si vede il book del titolo passa la voglia di operare in quanto per quest'ultimo valore non si è scambiato un pezzo finora in borsa, il problema di questo mercato AIM è la scarsa negoziabilita'.

Ottimo lo sviluppo di BOMI (logistica di medical devices) che è riuscita a superare la crisi brasiliana grazie a nuove acquisizioni in tutto il mondo.

Da criticare duramente il comportamento di molte societa' presenti che non offrono nessun report o prospetto sui risultati degli ultimi sei mesi, si limitano alle fotografie sullo schermo obbligando i presenti a scrivere sui foglietti i dati principali. Se si presentano al pubblico possono anche investire in un prospetto da dare agli analisti, per fortuna Piteco aveva  in distribuzione questo prospetto, ma tante altre non l'hanno fattto !

Probabilmente tra questa ventina di societa' vi sono alcuni gioiellini, ne siamo convinti. Per ora pero' sono totalmente sconosciute ai grandi gestori, solo il sollecito passaggio al mercato MTA potra' pero' renderle note. Adesso  sono confinate su questo AIM dimenticato dalla maggior parte degli operatori, anche se prima BI-ON (con i warrant due anni fa) e poi PITECO (quest'anno) hanno dato ottime, grandissime soddisfazioni agli amici del Lombardreport.com  

Scegliere pero' i pochissimi titoli abbastanza liquidi e in procinto di volare al rialzo non è facile, speriamo di avere sempre fortuna anche in futuro!

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

3 Commenti

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

3 Commenti

  • Luigi B.
    17 Mag 2018

    Che tristezza triboo....desolante...------

  • Guido B.
    04 Dic 2016

    il mercato sembra scalpitare ma mancano segnali dall'analisi tecnica. Solo il forte ipervenduto giustifica un rimbalzino.....

  • Gabriella B.
    02 Dic 2016

    E' tempo di BARRICK GOLD? grazie

Lascia un commento