Cinque bond della tecnologia

Tutti in $, hanno strutture diverse e quotazioni interessanti. Appartengono al settore dell’iper tecnologia, da qualche mese nel mirino dei mercati.

Cedole & dividendi

Se ne parla poco in termini di obbligazioni, ma il mondo della tecnologia Usa ha fatto ampio ricorso al mercato del credito negli ultimi anni. C’è di tutto, dagli emittenti a tripla A (quale Microsoft) ai BB- e B. Nella consueta rassegna di bond presentati a Class Cnbc nello spazio destinato al settore, questa settimana ci siamo limitati a prodotti quotati solo sui mercati nazionali: nel caso specifico su Tlx. Un mondo variegato, che sta un po’ soffrendo (soprattutto a causa del rialzo dei tassi Fed) ma che consente di ipotizzare abbinamenti adeguati alla fase di incertezza sui trend futuri di politica monetaria.

Il tasso variabile cortissimo

Emittente

Apple (AA+)

Valuta

Usd

Scadenza

6/5/2019

Cedola

Libor + 0,30%

Prezzo

100,28

Yield

2,36%

Isin

US037833AP55

Liquidità

Media (Tlx)

Lotto

2.000 Usd

Il GE ben sotto 100

Emittente

General Electric (A)

Valuta

Usd

Scadenza

9/10/2022

Cedola

2,7%

Prezzo

96,8

Yield

3,5%

Isin

US369604BD45

Liquidità

Elevata (Tlx)

Lotto

2.000 Usd

La leader dei film rende il 5%

Emittente

Netflix (B+)

Valuta

Usd

Scadenza

15/11/2026

Cedola

4,375%

Prezzo

97,0

Yield

4,83%

Isin

US64110LAN64

Liquidità

Media (Tlx)

Lotto

2.000 Usd

La tripla A si avvicina ai 90

Emittente

Microsoft (AAA)

Valuta

Usd

Scadenza

8/8/2026

Cedola

2,4%

Prezzo

93,5

Yield

3,38%

Isin

US594918BR43

Liquidità

Media (Tlx)

Lotto

2.000 Usd

L’extralunga è di Amazon

Emittente

Amazon (AA-)

Valuta

Usd

Scadenza

21/8/2057

Cedola

4,25%

Prezzo

101,9

Yield

4,15%

Isin

USU02320AK24

Liquidità

Media (Tlx)

Lotto

2.000 Usd

4 Commenti

I commenti dei lettori

4 Commenti

  • Lorenzo R.
    18 Apr 2018

    Il rapporto rischio/rendimento (extra variabile valutaria) è ottimo. L'aspetto dell'Mxn appare invece più incerto, se si considera che è quasi sui minimi storici rispetto all'euro. Dall'inizio del 2018 è in "buy" ma si tratta pur sempre di una valuta emergenti molto volatile. Le posso comunque dire che avendo parlato con vari gestori professionali nelle ultime settimane ho riscontrato un atteggiamento positivo. Un consiglio sta nell'effettuare magari un piano di acquisto differenziato a tranche in base all'andamento del cambio. Per esempio cominciare con un 50% del capitale destinato al bond e poi rientrare in presenza di debolezze (5 o 10%%) oppure di decisi rafforzamenti. E' l'unico modo per non mettere troppe uova nello stesso paniere. La saluto cordialmente. Lorenzo Raffo

  • Matteo O.
    18 Apr 2018

    Buongiorno Dottore Le volevo chiedere se Le sembra il momento giusto per acquistare un bond, da Lei già citato un po' di tempo fa, in peso messicano scad. 7.7.2027 isin. xs1588672144 grazie

  • Lorenzo R.
    13 Apr 2018

    La sua osservazione è più che pertinente ma tenga conto di questi fattori:
    1°) bisogna rapportarsi alla media del costo del credito negli Usa, maggiore (e non di poco) rispetto all'Europa;
    2°) spesso l'emissione di obbligazioni serve negli Usa per andare a leva rispetto ad acquisizioni di altre società, il che costituisce un rischio, che va rapportato alla solidità dell'emittente;
    3°) in alcuni casi questi gruppi detengono liquidità enorme ma in altri Paesi del mondo e quindi utilizzano il credito per le proprie attività negli Usa.
    Rispetto ad altri settori i tassi di Amazon e Netflix sono poca cosa. Nel petrolifero Usa si va dal 7 all'8%, nella distribuzione dal 6 al 7% e nella telefonia anche oltre. L'approccio al mercato è strutturalmente diverso e non è detto che il livello complessivo di rischiosità sia maggiore rispetto all'area euro.
    Spero di essere stato completo ma sintetico e non esiti a contattarmi se ha altre curiosità o domande. Buon week end. L.R.

  • Giorgia G.
    13 Apr 2018

    Buongiorno Dottore,
    è possibile sapere come mai queste due aziende top della tecnologia, (Netflix e Amazon) devono collocare sul mercato Bond a dei tassi così alti?
    Non hanno possibilità differenti di finanziare i loro investimento con un mercato meno caro.
    Rendimenti sopra il 5% in dollari mettono sempre qualche dubbio prima di investire.
    Grazie.

Lascia un commento