Lo Stallo

Questo incedere confuso del mercato sta facendo saltare i nervi ai trader.

E' un pò come impostare un navigatore per auto e dopo un pò di cammino iniziare a girare intorno ad un isolato senza sosta, e proprio quando sembra, finalmente, di aver preso la strada giusta, ti viene come l'impressione di aver già percorso quella strada.

Un loop, inesorabile, che non ti fa mai mettere piede a terra.

Da cosa lo si intuisce?

Dalle lunghe ombre lasciate dalle candele, in qualsiasi timeframe possiate utilizzare. Quello di sotto, ad esempio è il grafico del Mini Dax. 

Certo non lo si può negare, la direzione è "morbidamente" rialzista, ma più di qualche fattore tecnico non convince del tutto nessuno degli operatori.

Nell'azionario, come già detto in passato, assistiamo a mega recuperi ( Class Editori, Gambero Rosso e Sole 24 ore ) eseguiti in un batter d'occhio e molti, moltissimi titoli che navigano in trading range.

Forse l'unico aspetto positivo di questo incedere, è proprio il trading range che almeno ha una cornice ben definita.

E proprio muovendoci in questo contesto, l'unica indicazione che mi sento di dare in questa settimana, è contemplata dalla situazione grafica di El.En.

Ci troviamo in un canale rialzista , i cui margini sono ben definiti.

Il punto di contatto del canale è al prezzo di 15.90€ per azione circa.

Per cui un intervento può avvenire o attendendo tale valore o cercando di intercettare la prima delle trendline in area 16.30€.

Il canale lascia intendere un possibile ritorno in area 17.5 € per azione.

Spread ballerino, dati macro contrastanti, Brexit, e accordi commerciali, stanno spargendo nebbia in questo inizio di anno, proseguiamo con i fendinebbia accesi, finchè riusciamo a scorgere manto stradale, evitando accuratamente di correre rischi, immaginando cosa potrebbe esserci oltre il muro di nebbia.

Buon trading a tutti!

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento