Rimbalzo, chi vince e chi perde

Dopo due giorni vissuti,anche se non pienamente, con un rimbalzo dai tratti tecnici, è possibile tirare già le somme ed osservare la bussola , cercando di orientarci con precisione.

Il Futures sul Dax ha messo a segno un grande recupero, portandosi esattamente sulla trendline ribassista dell'ultimo mese e confermandola, al momento.

 

Ciò porta con sé una prima considerazione : ad oggi il trend permane ribassista.

La differenza, rispetto al tenebroso mese di dicembre scorso, è che questo trend ha tutte le caratteristiche per essere considerato come frutto di normali  riallocazioni di portafoglio.

Tale orientamento è convalidato anche dal grafico che sto per mostrarvi, relativo al BTP 2.8 marzo 2067.

Il Btp marzo 67 ha visuto il mese di maggio in continua salita, (calo del rendimento) permanendo in una zona di trading range che ha per confini 83.6 e 88.5.

Già semplicemente visivamente, si deduce come questa sia la zona entro la quale i prezzi hanno vissuto maggiormente la loro vita negli ultimi 5 anni.

Lo ritengo un ottimo strumento difensivo, per affrontare fasi, in cui i mercati siano prevalentemente dominati dal segno rosso o semplicemente eccessivamente volatili, non a caso, i volumi di contrattazione nell'ultima settimana sono tornati su livelli di tutto rispetto.

Autogrill Spa

La giornata appena conclusa ci lascia una Autogrill Spa che ha corso senza intoppi, per tutto il giorno.

Importante la soglia appena raggiunta  pari a 9.265 € per azione.

La volatilità, in questi giorni la sta facendo da padrone, rendendo veramente complicata una corretta analisi, se non altro a causa dei falsi segnali in un verso o nell'altro.

Tuttavia, l'attuale configurazione suggerisce l'ingresso nel titolo in area 9 €, e in caso di particolare volatilità, in area 8.80€ per azione.

SIAS

Sias, va, contro corrente, noncurante del trend generale.

Personalmente , se vi fosse un rientro in area 15.60€ mi vedrebbe tentare la sorte, entrando nel titolo, già oggetto di trading nei giorni scorsi.

E' lecito supporre che, in caso di forte scossone nei mercati, una ulteriore zona di entrata la si possa intercettare ai 14.40€ per azione.

A perdere sono decisamente le banche del nostro paniere.

Bper Banca

Proprio nella mattinata odierna, mi avevano sedotto i volumi di acquisto su Bper Banca, con una partenza decisa nella prima ora di contrattazione, poi scemata, sino a chiudere proprio sul bordo basso del piccolo canale che ha creato durante le ultime giornate.

Come si può ben vedere, si è chiuso dentro uno stretto canale, incastonato in uno scenario decisamente ribassista.

Qui due sono le cose: o si esce da questo canale e i prezzi vengono riattirati dalla media mobile a 200 giorni, oppure si punta decisamente verso i 2.92€ per azione.

Decisivo è il ritorno al di sopra dei 3.43€, soglia che anche oggi ha decisamente faticato a superare!

Buon trading a tutti!

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento