Previsioni di Borsa con le Onde di Elliott e Fibonacci


Previsioni di Borsa con le Onde di Elliott e Fibonacci

 

Piano Bar di Virginio Frigieri                                                05/04/2020

Il punto

Previsioni di Borsa con le Onde di Elliott e Fibonacci

Piano Bar di Virginio Frigieri                                                                                                                                    05/04/2020

 

Il punto

Il bear market rimane nelle sue fasi iniziali. Il rally del mercato dal 23 marzo è una movimento in contro trend. Al termine, i principali indici azionari si ridurranno a nuovi minimi. La curva dei rendimenti del Tesoro USA continua a peggiorare. I prezzi dei titoli del Tesoro stanno chiudendo un rialzo in controtendenza e presto riprenderanno il calo dal massimo del 9 marzo. Gli investitori chiedono a gran voce l'acquisto di oro e fondi negoziati in oro, ma il metallo prezioso rimane in un mercato ribassista. I prezzi dell'oro inizieranno presto a rintracciare le prossime ondate verso il basso. L'argento ha registrato il nuovo minimo degli ultimi 11 anni. Una manifestazione a breve termine è vicina alla fine. La prossima ondata di declino dovrebbe attirare i prezzi sotto i 10$. La contrazione economica prevista a più riprese durante gli ultimi due anni ora sembra essere in corso. Dal punto di vista tecnico, volendo ripercorrere l’ultima fase del mercato rialzista, il Dow Jones Transportation Average ha raggiunto il suo picco il 14 settembre 2018 e da allora non è riuscito a confermare i nuovi massimi del Dow Industrials, creando così in base alla teoria di Dow una non-conferma ribassista. Il 12 marzo, sia il Dow Transports che il Dow Industrials hanno chiuso al di sotto dei loro precedenti minimi intermedi chiudendo ai minimi di dicembre 2018, confermando, in base alla teoria di Dow, un nuovo mercato ribassista. Questo vecchio e venerabile indicatore di mercato si è quindi allineato con la struttura ondulatoria di Elliott nelle fasi nascenti di un mercato ribassista. Dal punto di vista della psicologia degli investitori, il sentimento che ancora circola per le strade è che il sell-off delle azioni tra febbraio e marzo è una buy opportunity a livello mondiale!. E già durante il mese di marzo il pubblico si è affrettato a comprare per trarre vantaggio dal calo dei prezzi tanto che alcuni giornali parlavano di un’epica baldoria di acquisiti. Una reazione così decisa, dei risparmiatori, ricorda un atteggiamento di baldanza e spregiudicatezza da ragazzini che suggerisce che il mercato toro sia terminato a febbraio. Naturalmente l’establishment di Wall Street e diversi analisti supportano la tesi e affermano che gli affari abbondano. Un noto servizio di consulenza di borsa, che negli ultimi 14 mesi aveva emesso diversi allarmi sull’acquisto di azioni, ma poi il 17 marzo un editorialista ha aggiunto “è meglio approfittare delle cadute a due cifre quando si verificano piuttosto che cercare di essere troppo precisi ed entrare a mercato quando si è toccato il fondo assoluto.” E il giorno dopo un’altra voce esaltò l’intelletto di coloro che si accodavano a posizioni lunghe “gli investitori più intelligenti in questo momento stanno comprando”…

Il 18 marzo una TV finanziaria in USA ha intervistato due operatori di hedge fund. Il primo ha dichiarato : “Sto acquistando azioni in modo aggressivo”, mentre il secondo ha aggiunto che il sell-off è stato “una delle più grandi opportunità di acquisto della mia vita”. Il 25 marzo un importante sito Web finanziario comunicava ai lettori “Ora potete praticamente rubare titoli di qualità” e pochi giorni dopo, titolava : “questo mercato azionario è pieno di marinai ubriachi e tu puoi acquistare quello che loro stanno scioccamente vendendo.”  Quando anche negli Usa è divampato il Corona virus, ancora qualcuno affermava che il virus “potrebbe aver creato, una volta nella vita, una grande opportunità di acquisto e mostrava l’immagine di un commerciante del Nyse con una mascherina sulla bocca con scritto Dow 30.000 e dopo 7 giorni il Dow Jones scivolava sotto 20.000. Molte persone, anche anziane telefonano ai consulenti finanziari per chiedere quando è ora di acquistare Amazon ed Apple sfoderando una forma che non c’era nel 2009. Allora si sarebbe parlato di tentativo di afferrare il coltello mentre cade e si sarebbe detto che non era una buona idea.

Il grafico sottostante pubblicato su report mensile di EWI, mostra che nelle ultime settimane, la frase più ricercata su Google negli USA è “Come acquistare azioni”

Volendo tirare alcune conclusioni, io credo che la voglia di scrollarsi di dosso le peggiori notizie possibili, cambierà quando l’umore sociale diventerà sempre più negativo, cosa che per ora non è ancora successa. In secondo luogo questo entusiasmo sfrenato per le azioni cadute, dimostra che gli investitori non potrebbero essere condizionati meglio di così a subire il peso di un bear market molto lungo e come ultima considerazione da buon contrarian quando un branco di novizi vuole sapere “come acquistare”, di solito è ora di vendere!.

Indici Azionari USA

Sui tre indici americani è cambiato molto poco rispetto alla settimana scorsa.

Il Dow Jones dopo aver ritracciato il 38,2% della prima onda ha ripreso a scendere un po’. Potrebbe essere l’inizio dell’onda 5, ma potrebbe essere l’onda [b] di 4 nel qual caso significa che  ci sarà un ritracciamento di onda 1 più consistente (almeno fino al 61,8%). Nella sostanza tuttavia non cambia nulla. Che sia già iniziata o cominci più avanti , quando ci sarà l’onda 5 avremo nuovi minimi verso la zona dei 15-16 mila punti.

La stessa situazione la rileviamo poi su S&P500 e sul Nasdaq 100 visibili in Fig.2 e 3.

 

Previsioni di Borsa : Bond USA rendimenti e prezzi

Come previsto le scorse settimane, i prezzi del trentennale americano sono risaliti e sono ormai a ridosso della trendline. Può essere che la sfiori senza toccarla, o che la superi di pochissimo per poi tornare indietro. Quello che conta è se la trendline sostanzialmente tiene, i prezzi dovranno tornare a scendere di brutto con un target attorno a 155 e questo porterà ovviamente i rendimenti a crescere di conseguenza.

 

Previsioni di Borsa : Dollar Index e EUR/USD

Del dollaro e dell’euro abbiamo già parlato ampiamente in settimana. La mia idea è che il dollaro dovrebbe scendere con risalita dell’euro, ma siamo in una situazione dove un secondo scenario probabile quasi quanto il primo vedrebbe invece il dollaro lanciato verso un nuovo massimo storico prima di declinare. Finchè uno dei due non potrà essere archiviato, non sono in grado di prendere una posizione netta nei confronti delle due valute.

Previsioni di Borsa : Oro e Argento

Sull’oro siamo ribassisti da quando abbiamo chiuso le posizioni lunghe. La prima ondata ribassista è stata recuperata al 76,4% poi è ripartita la discesa. Anche in questo caso tuttavia, finchè non viene rotto al ribasso il minimo di 1576$ del 1°aprile, non possiamo essere certi di essere entrati in onda 3. Nel frattempo abbiamo aperto una posizione short leggera che aumenteremo quando il quadro tecnico ci darà la necessaria tranquillità.

Sull’argento la situazione è analoga ed anche qua se avremo la conferma che ‘onda 3 è partita il target per l’argento di colloca ad una sola cifra intera sotto a 10$.

alla prossima.

Un commento

I commenti dei lettori

Un commento

  • Fabio F.
    16 Apr 2020

    Sig. Frigieri questa o la prossima, sarà la settimana del “redde rationem “?
    Grazie

Lascia un commento

Gli ultimi articoli di Virginio Frigieri