Due aggiunte secche alla mia watchlist


Come scrivevo sabato, la Borsa italiana mostrava maggiore forza relativa rispetto a quelle straniere (forse per via del comparto bancario). Da qui a pensare che avrebbe fatto +3% abbondante nella seduta odierna ce ne passa. Meglio così, anche se questa performance è avvenuta di lunedì. Così facendo siamo finalmente usciti dal box che ci ha tenuti imbrigliati per diverse sedute e soprattutto ci siamo avvicinati alla soglia dei 24000 punti di indice FTSEMIB40 e di conseguenza alla possibile chiusura del "famoso" gap down di febbraio 2020 in seguito all'inizio dei primi casi di Covid in Italia. La chiusura "scolastica" del gap è a 24700 punti di indice. I nuovi supporti di indice sono collocabili a 23350 (livello rotto oggi) e 23650 e sono indicati con linee tratteggiate.

Andiamo ora ai...

Titoli aggiunti oggi alla mia watchlist

Energica Motor Company

Possibile turnaround societario di medio periodo. Il 4 Marzo è stato fatto un accelerated book building attorno agli 11 milioni di euro con Ideanomics "a US, Nasdaq-listed", company with a global EV footprint" come scritto direttamente nel comunicato. Il nuovo investitore alla fine della sottoscrizione ha avuto una partecipazione pari a minimo il 20% della Società. Il prezzo di tale sottoscrizione è avvenuto attorno ai prezzi correnti di mercato a quella data: 1.78 euro ad azione. In altri termini non c'è stato nessuno sconto come avviene solitamente negli accelerated book building, segno che il nuovo investitore statunitense crede nella società. Ora, l'aspetto interessante è che Ideanomics si occupa di agevolare l'adozione di veicoli elettrici con prodotti fintech. E pensate cosa potrebbe succedere se si decidesse di quotarla al Nasdaq visti i multipli a cui girano tutte le società del settore elettrico (alcune delle quali non producono nemmeno a differenza di Energica Motor Company di cui potete vedere i vari modelli sul sito societario)! L'accordo prevede inoltre un lock-up di 90 giorni a carico dell'investitore ed un diritto di preferenza rispetto a eventuali ulteriori iniezioni di capitale. In sostanza: Ideanomics ci crede. Questo per quello che concerne il newsflow di cui vado sempre alla ricerca. 

Vediamo ora come si presenta il grafico di Energica Motor Company. Sul daily Abbiamo avuto volumi altissimi giovedì al rialzo, alti sulla barra di ritracciamento di venerdì ed oggi c'è stato il boom: oltre un milione di pezzo scambiati. Questa azione valeva oltre 3 euro un paio di anni fa ed ora pare che il mercato la possa riprendere in mano. Molto interessante anche la lunga lateralizzazione dei mesi scorsi visibile sul daily da cui oggi si è usciti, con la rottura esplosiva di 2.15 euro ed un close sui massimi a 2.32. Sul mensile notiamo invece come sia stata rotta la trendline dinamica discendente da fine 2019 ad oggi. Da notare anche che siamo a inizio Marzo e che i volumi sono esplosivi se rapportati a quelli delle barre mensili precedenti.

Grifal

L'auspicato pullback non c'è mai stato. Oggi volumi molto alti e continua a battere in testa. Possibile ulteriore allungo sopra 4 euro.

Innovatec

Altra azione che entra di diritto in watchlist è Innovatec. Nel finale della seduta odierna, verso le 17.30, è infatti uscito un comunicato in cui si fa presente che sono stati sottoscritti contratti preliminari per un controvalore di 18.5 milioni inerenti alla riqualificazione energetica sostenibile immobiliare grazie all'ecobonus 110%. Grazie a questi contratti il portafoglio sale a 84.5 milioni nell'ambito del progetto HOUSE VERDE. La capitalizzazione attuale della società è di circa 59 milioni di euro.

Di seguito il comunicato originale: 

Innovatec S.p.A. (“Innovatec” e/o “Società” e/o “Emittente”), quotata sul mercato AIM Italia, rende noto che a seguito del lancio del Progetto HOUSE VERDE comunicato al mercato in data 23 giugno 2020, la controllata Innovatec Power s.r.l. (“Innovatec Power”) ha sottoscritto ulteriori contratti preliminari per un controvalore di circa Euro 18,5 milioni inerenti alla riqualificazione energetica sostenibile immobiliare grazie all’ecobonus 110%. Tali contratti vanno ad aggiungersi a quelli già sottoscritti nei mesi precedenti per un controvalore di Euro 66,1 milioni (cfr. comunicati stampa del 9 e 24 settembre, 13 ottobre 2020 e 11 gennaio 2021) totalizzando n.1.689 unità abitative contrattualizzate per un valore di circa Euro 84,5 milioni.
Gli accordi preliminari sottoscritti tra le parti prevedono l’affidamento ad Innovatec Power dei lavori di riqualificazione energetica degli immobili i cui interventi specifici verranno definiti in progetti di intervento e conseguenti contratti di appalto completi di tutte le attestazioni e relazioni necessarie.
I preliminari effettivamente trasformati in definitivi all’esito della validazione della documentazione richiesta dalla norma si attestano a Euro 20 milioni per n. 173 unità abitative.
La stipula dei contratti definitivi – e quindi l’avvio della fase realizzativa dei lavori – è strettamente influenzata dalle tempistiche amministrative per l’ottenimento da parte del cliente di tutti i documenti, certificazioni ed attestazioni necessari a costituire il fascicolo di ogni singolo intervento ai fini dell’ottenimento dell’agevolazione fiscale. Sulla base dello stato di avanzamento attuale dei progetti, l’Emittente stima che la maggior parte dei cantieri possano essere avviati in maniera graduale nel corso del 2021, con conseguente maturazione dei ricavi di competenza – a seconda della data di avvio e della complessità dei lavori da eseguire – negli esercizi 2021/2022 come previsto dalla vigente normativa.

Credo che il mercato non abbia avuto modo di valutare l'impatto di questa notizia proprio perché uscita a pochissimi secondi dalla chiusura, per questo può essere un tema da seguire nelle prossime sedute, in primis quella di domani. 

Graficamente abbiamo avuto un appoggio sulla media a 200 periodi sul daily, con oscillatori che si stanno girando verso l'alto e buoni volumi nell'ultima ora di contrattazione (325 mila pezzi). 

Buona serata a tutti.

Ad maiora!

PNA

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)