Previsioni di Borsa con le Onde di Elliott e Fibonacci

Onda (ii) finita o quasi… la ricreazione è finita e la rumba può riprendere…          

Previsioni di Borsa con le Onde di Elliott e Fibonacci

Piano Bar di Virginio Frigieri                                                                        18/02/2018

Previsioni di Borsa : Indici Azionari USA

Oggi inizio dal grafico orario del Dow Jones dove è chiaramente visibile , l’onda (i) (lo sciacquone iniziale e la correzione di onda (ii) che ha già ripercorso il 63% di onda (i) quindi le condizioni di minima per considerarla terminata ci sono. Poi potrebbe anche ritracciare tutta l’onda (i) ma se la nostra visione è corretta non può andare oltre. In soldoni il punto chiave è che la parte più consistente dell’onda (ii) se n’è andata ed è alle spalle. Poi, che la rumba inizi subito da martedì (visto che lunedì i mercati americani sono chiusi per il President’s Day ovvero il compleanno di Washington), o che i massimi di onda (ii) siano ancora ritoccati al rialzo per qualche giorno, quel che conta è che, a seguire, c’è l’onda (iii) che andrà a terminare molto al di sotto del minimo di onda (i). Da seguire. Solo il superamento del massimo del 26 gennaio smonterebbe, invalidandolo, il nostro scenario.

Giusto per non trascurare l’aspetto psicologico degli investitori che gioca sicuramente una parte importantissima nell’evoluzioni dei mercati segnalo che lo scorso 22 gennaio il Daily Sentiment Index segnava il suo massimo più alto degli ultimi 20 anni toccando la vetta del 96% di rialzisti. Bene è bastato lo sciacquone di onda (i) per ridimensionare il medesimo indice che, con una caduta pressoché verticale, lunedì 12 febbraio, segnava solo  il 9% di rialzisti.  

Previsioni di Borsa : Bond USA, rendimenti e prezzi

Il trentennale Americano ha fermato la discesa e sembra voler abbozzare un movimento correttivo. Quando la correzione sarà terminata il declino dei prezzi dovrebbe riprendere. La resistenza di breve termine è la fascia di prezzi che si colloca tra 147,23 e 148,07. Il prossimo target ribassista si colloca tra 139,00  e 140,08.

Previsioni di Borsa : Dollar Index e EUR/USD

Il Dollar Index è sceso fino a 88,253 venerdi, rompendo di poco il minimo di onda [iii]. Ora non abbiamo più dubbi ad etichettare l’onda [v] come conclusa. I prezzi dovrebbero ora iniziare il più grande progresso degli ultimi 13 mesi. Chi volesse ricaricare la posizione in portafoglio questo è il momento giusto ma se si preferisce un entrato meno spericolata il superamento del massimo di onda [iv] 90,567 dovrebbe costituire un segnale più che robusto..

In modo uguale e contrario anche sull’Euro/Dollaro possiamo ritenere conclusa l’onda 5 ed ora l’euro dovrebbe iniziare il declino più grande degli ultimi 13 mesi. L’obiettivo iniziale circonda il livello 1,1554 (il minimo di onda 4 del 7 novembre) e serviranno probabilmente mesi per raggiungerlo. Ovviamente un massimo più alto del massimo di venerdì invaliderà questo scenario.

Previsioni di Borsa : Oro e Argento

L’oro ha sentito il supporto ed è rimbalzato fino a 1362,05 venerdì con un DSI all’84% mentre l’argento  è rimasto al palo. Se il modello che vedete etichettato sotto  fosse valido dovremmo pensare agli ultimi due movimenti come un [1]-[2] ribassista di uncinque onde che deve disegnare una C ribassista che anche ipotizzando un flat deve scendere nei pressi del minimo di onda A. Siccome non ho né tempo nè voglia di aspettare la risalita verso il target di onda [B] che rimane verso 1430, mantengo gli stop loss dove li abbiamo fissati la scorsa settimana attorno a 1300 per l’oro e 16 per l’argento salvo riposizionarsi quando avremo visto il minimo di onda (B).

alla prossima

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento