Azioni Fiera Milano: turnaroud aziendale ?

Azioni Fiera Milano: una equity story da turnaround per il 2018?

Come recita il company profile della società Fiera Milano è “leader in Italia e uno dei principali operatori del mondo nel settore della gestione e organizzazione di manifestazioni fieristiche e congressi. Il Gruppo dispone del primo quartiere fieristico in Italia e del primo centro congressuale in Europa. Agisce nell'ambito delle manifestazioni, dei servizi di allestimento, dei Media, e dei Congressi. Opera inoltre anche all'estero, in Paesi a forte crescita, nell'organizzazione diretta di manifestazioni. "E' controllata, come principali azionisti, con il 63,82% del capitale dall'Ente Autonomo Fiera Internazionale di Milano e con il 6,52% dalla Camera di Commercio di Milano. Possiede azioni proprie per l' 1,31% del capitale. Come scritto dall'ANSA, un ramo d’azienda di Fiera Milano era "finito al centro di una indagine su presunte infiltrazioni mafiose negli appalti e presunte tangenti."

La "Sezione misure di prevenzione" del Tribunale milanese ha dichiarato chiusa il 28 settembre 2017 la procedura di prevenzione. Secondo i giudici Fiera Milano ha compiuto un "importante e articolato percorso di rivisitazione delle procedure interne" con una rivisitazione della "intera struttura organizzativa interna in una ottica evidente di competitività imprenditoriale orientata al rispetto di tutti i presidi giuridici "per impedire" la reiterazione di infiltrazioni illegali nella rete degli appalti ed in genere delle relazioni di impresa". Il provvedimento di amministrazione giudiziaria aveva impattato l’andamento delle azioni in borsa provocando un fisiologico disimpegno dal titolo di molti gestori.  La società ha reagito rinnovando in maniera rilevante il vertice. Il 25 luglio Fabrizio Curci è stato designato come nuovo amministratore delegato. Curci, bocconiano, ha lavorato in Olivetti Tecnost, FIAMM e dal 2007 nel gruppo FCA come responsabile del brand Alfa Romeo per l'area EMEA e del coordinamento globale dei lanci dei nuovi prodotti. Dopo la lunga e fruttuosa collaborazione con Marchionne approda a Fiera Milano dove sta attualmente lavorando alacremente al Piano Industriale che dovrebbe vedere la luce tra alcuni mesi.

Lo scorso novembre Fiera Milano ha comunicato i risultati dei primi 9 mesi del 2017 con ricavi da 179 a 187 milioni €, MOL da 14,6 a 2,7 milioni €, risultato prima delle imposte -5,3 milioni € (contro l'attivo di 4,5 milioni € dell'anno precedente). Risultati che ovviamente rispecchiano la stagionalità del business fieristico per la sospensione delle attività nei mesi estivi. I risultati non tengono ancora conto, dei nuovi importanti interventi previsti da Curci per il rilancio della società. Al termine dei primi nove mesi il CdA prendeva atto che "l'attività era stata positiva e in linea con le aspettative. Le cose miglioreranno con i risultati del quarto trimestre per il piu' favorevole calendario fieristico. Si prevede a fine anno un MOL in consistente miglioramento rispetto al 2016, nonostante alcuni costi straordinari principalmente per la revisione dei processi aziendali". La società resta "pertanto focalizzata sulla definizione della migliore strategia aziendale che, anche grazie ad una rinnovata e rafforzata governance, sia diretta alla creazione di valore per tutti gli stakeholder."

LE AZIONI IN BORSA. Come già accennato anche l’andamento del titolo Fiera Milano è stato impattato dalle vicende giudiziarie. La maggior parte dei gestori ha preferito abbandonare il titolo, già reduce due anni fa da un aumento di capitale, nonostante che le fiere proseguissero regolarmente con una notevole affluenza.

Gli scambi sono scesi e solo da poco sono tornati attorno a 100.000/150.000 azioni negoziate ogni giorno. Fiera Milano capitalizza 150 milioni. Ma la situazione sta rapidamente cambiando. Fabrizio Curci era uno dei bracci operativi di Marchionne. Gli osservatori del mercato lo stimano altamente per la sua capacità di tagliare le spese inutili e scegliere la strada corretta per lo sviluppo economico. E' inoltre supportato dall'azionista di maggioranza che l'ha indicato, e votato, come amministratore delegato. Perciò chi ancora segue Fiera Milano guarda con la massima attenzione al prossimo Piano Industriale. Si punterà su accordi nazionali ed internazionali con le altre Fiere. La strada per recuperare una buona redditività è già stata intrapresa e gli osservatori hanno iniziato a monitorare il titolo. Il 12 marzo vi sarà un primo importante appuntamento con il CdA per l'approvazione del Progetto di Bilancio 2017.Bilancio sul quale la mano di Curci è intervenuta limitatamente agli ultimi mesi visto che solo da fine 2017 è stato designato a tale carica. E’ stato intrapreso un progetto con l’obiettivo che anche il titolo possa rispecchiare il valore dell’azienda, anche se la strada è ancora lunga.

Ma le persone che stanno rilanciando la Società vantano una comprovata esperienza nel turnaround (Fiat docet....) ed il turn-around è una parola che trova molti appassionati in borsa.

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

5 Commenti

I commenti dei lettori

5 Commenti

  • Luigi B.
    11 Mag 2018

    FIERA MILANO: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2018
    Significativa crescita di tutti gli indicatori economici e finanziari nel trimestre. Grazie all’andamento positivo delle manifestazioni svolte nel trimestre si stima, per il 2018, un EBITDA nella fascia alta del range, già comunicato, di 15-17 milioni di euro.


     Ricavi pari a 77,3 milioni di euro in crescita del 24% rispetto a 62,1 milioni nel primo trimestre 2017  EBITDA pari a 19,7 milioni di euro, in significativo miglioramento rispetto a 8,1 milioni nel primo trimestre del 2017  EBIT pari a 18,2 milioni di euro rispetto a 6,4 milioni nel primo trimestre 2017  Risultato prima delle imposte pari a 18,1 milioni di euro rispetto a 6,2 milioni nel primo trimestre del 2017  Posizione finanziaria netta positiva per 20,6 milioni di euro rispetto al debito netto di 0,8 milioni al 31 dicembre 2017, anche in relazione all’andamento del capitale circolante
    Il prossimo 23 maggio sarà presentato il Piano Industriale 2018-2022

    Milano, 11 maggio 2018. Il Consiglio di Amministrazione di Fiera Milano S.p.A., riunitosi oggi sotto la presidenza di Lorenzo Caprio, ha approvato il Resoconto intermedio di gestione consolidato relativo al primo trimestre 2018. L’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Fiera Milano, Fabrizio Curci, ha commentato: “L’andamento positivo delle manifestazioni del primo trimestre, il calendario fieristico più favorevole nella prima parte dell’anno e gli effetti positivi delle azioni di razionalizzazione dei costi ci rendono particolarmente soddisfatti. I risultati conseguiti superiori alle aspettative consentono di prevedere l’EBITDA per il 2018 nella fascia alta del range già comunicato. A conferma della bontà del percorso intrapreso la Società ha conseguito recentemente l’importante risultato del rientro del titolo sul segmento STAR di Borsa Italiana.”
    Il Gruppo Fiera Milano registra nel primo trimestre 2018 risultati in consistente crescita rispetto a quelli dello stesso periodo dell’esercizio precedente. Tale miglioramento è principalmente riconducibile al calendario fieristico più favorevole, oltre che alla crescita commerciale delle manifestazioni e alla conseguente maggiore vendita di servizi ad essi correlati. Si evidenzia, inoltre, l’effetto positivo derivante dalle azioni di razionalizzazione in corso. Il Consiglio di Amministrazione ha, inoltre, nominato il Dottor Marco Pacini, CFO del Gruppo Fiera Milano, Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari a decorrere dalla pubblicazione del Resoconto intermedio di gestione del primo trimestre 2018. Infine, il Consiglio di Amministrazione, facendo seguito al mandato ricevuto dall’Assemblea degli Azionisti del 23 aprile 2018, su proposta del Comitato per le nomine e la remunerazione, ha approvato il regolamento che dà attuazione al Piano di Performance Shares 2018-2019, nel


    2
    quale sono individuati i beneficiari del Piano medesimo nonché i criteri per l’assegnazione agli stessi della componente variabile della remunerazione. ■ RISULTATI DEL TRIMESTRE I Ricavi delle vendite e prestazioni ammontano a 77,3 milioni di euro, in crescita del 24% rispetto a 62,1 milioni del primo trimestre 2017. L’EBITDA è pari a 19,7 milioni di euro rispetto a 8,1 milioni registrati nel primo trimestre 2017, in aumento prevalentemente per effetto dell’incremento dei ricavi e delle azioni di razionalizzazione di costi, solo in parte compensato da maggiori costi del personale attribuibili alla parte variabile delle retribuzioni. L’EBIT è di 18,2 milioni di euro rispetto a 6,4 milioni del primo trimestre 2017 e riflette la crescita dell’EBITDA. Il Risultato prima delle imposte ammonta a 18,1 milioni di euro rispetto a 6,2 milioni del primo trimestre 2017. Il Cash flow prima delle imposte (calcolato come risultato prima delle imposte più ammortamenti, accantonamenti e rettifiche di valore delle attività) è pari a 19,7 milioni di euro rispetto a 8,6 milioni del primo trimestre del 2017.

    ■ RISULTATI PER SETTORE OPERATIVO Nel trimestre si sono svolte nei quartieri fieristici di fieramilano e fieramilanocity 17 manifestazioni e 8 eventi congressuali con annessa area espositiva, per un totale di 529.190 metri quadrati netti espositivi, rispetto a 467.275 dello stesso periodo del 2017. Il numero degli espositori è passato da 9.385 nel primo trimestre 2017 a 11.090 nel primo trimestre 2018. All’estero Fiera Milano ha organizzato 4 manifestazioni, per un totale di 95.380 metri quadrati netti espositivi (82.435 metri quadrati nel primo trimestre 2017) e 1.865 espositori (1.795 nel primo trimestre 2017). I Ricavi delle vendite e prestazioni, ante elisioni per scambi tra settori, ammontano a 91,9 milioni di euro, in crescita del 25% rispetto a 73,4 milioni del primo trimestre 2017.  Il settore Manifestazioni Italia registra Ricavi pari a 68,9 milioni di euro (+25% rispetto al primo trimestre 2017). L’EBITDA è pari a 16,8 milioni di euro (7,4 milioni nel primo trimestre 2017) e l’EBIT è pari a 16,2 milioni di euro (6,6 milioni nel primo trimestre 2017).  Il settore Manifestazioni Estero registra Ricavi per 0,9 milioni di euro rispetto a 0,5 milioni nel primo trimestre 2017. L’EBITDA è pari a 1,8 milioni di euro (era pari a 0,9 milioni nel primo trimestre 2017) e beneficia del miglior risultato delle attività in Sudafrica e di proventi diversi per un risarcimento alla controllata brasiliana a seguito della conclusione favorevole di un contenzioso legale. L’EBIT è pari a 1,7 milioni di euro (0,7 milioni nel primo trimestre 2017).  Il settore Servizi di allestimento registra Ricavi pari a 12,7 milioni di euro, in crescita rispetto a 9,8 milioni nel primo trimestre 2017, per effetto del calendario fieristico più favorevole. L’EBITDA è pari a 1,3 milioni di euro (0,6 milioni nel primo trimestre 2017) e l’EBIT è pari a 1,0 milione di euro (0,1 milioni nel primo trimestre 2017).  Il settore Media registra Ricavi per 2,9 milioni di euro in crescita del 19% rispetto al primo


    3
    trimestre 2017 in relazione a maggiori ricavi da affissioni e sponsorizzazioni. L’EBITDA è pari a 0,1 milioni di euro (-0,3 milioni nel primo trimestre 2017) e l’EBIT è in pareggio (-0,4 milioni nel primo trimestre 2017).  Il settore Congressi registra Ricavi per 6,5 milioni di euro rispetto a 5,7 milioni del primo trimestre 2017. L’EBITDA e l’EBIT sono negativi rispettivamente per 0,4 milioni e 0,7 milioni di euro, invariati rispetto al primo trimestre 2017, in relazione all’assenza di importanti congressi internazionali.

    ■ POSIZIONE FINANZIARIA NETTA La posizione finanziaria netta al 31 marzo 2018 presenta una disponibilità di 20,6 milioni di euro rispetto a un indebitamento di 0,8 milioni al 31 dicembre 2017. Incidono sul miglioramento della posizione finanziaria netta il cash flow positivo generato dall’attività operativa del trimestre e gli acconti incassati in relazione al calendario fieristico che prevede importanti manifestazioni in svolgimento nei mesi successivi. Tale incremento è stato in parte compensato dal pagamento anticipato del canone di locazione semestrale dei quartieri fieristici.

    ■ PREVEDIBILE EVOLUZIONE DELLA GESTIONE Il positivo andamento della gestione è stato confermato anche dalle manifestazioni che si sono tenute in Italia dopo la chiusura del trimestre. In particolare, il Salone Internazionale del Mobile ha registrato una nuova edizione record. Il trend favorevole delle manifestazioni del primo trimestre consente di stimare per l’intero 2018 un EBITDA nella fascia alta del range, già comunicato, di 15-17 milioni di euro, in miglioramento rispetto al precedente esercizio, anche grazie alle azioni di razionalizzazione di costi e nonostante un calendario fieristico meno favorevole in Italia per l’assenza di importanti manifestazioni biennali direttamente organizzate.
    Il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2018 sarà messo a disposizione del pubblico nella giornata odierna presso la sede operativa e amministrativa della Società e sarà consultabile sul meccanismo di stoccaggio eMarket Storage www.emarketstorage.com, nonché sul sito internet www.fieramilano.it nella sezione Investor Relations/Bilanci e Relazioni. *** Il Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Sebastiano Carbone, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154-bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato stampa corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili. *** CONFERENCE CALL Si comunica che alle ore 16:00 (CET) di oggi, venerdì 11 maggio, si terrà una conference call durante la quale il management di Fiera Milano presenterà i risultati consolidati del primo trimestre 2018. Per partecipare alla conference call sarà sufficiente comporre uno dei seguenti numeri: +39 02 805 88 11 (Italia) +44 1 212818003 (UK) + 1 718 7058794 (USA) La presentazione potrà essere scaricata prima dell’inizio della conference call dalla sezione Investor Relations/Presentazioni del sito Fiera Milano www.fieramilano.it

  • Luigi B.
    24 Apr 2018

    Molto bene anche oggi......

  • Luigi B.
    23 Apr 2018

    Io per incrementare attendo superamento 2,5.......e su Eurotech 1,70.......

  • Massimo V.
    23 Apr 2018

    Buongiorno Luigi, e Dott. Bellosta
    ottimo richiamo quello odierno: il titolo sta ripartendo come quotazioni, ma soprattutto come volumi

    In 3 ore siamo a ca. 300.000 pezzi scambiati, contro la media giornaliera di 100/150k segalati da Bellosta

    Dal grafico, sopra 2,5 la situazione dovrebbe/potrebbe diventare.... esplosiva!

    Oggi è uscita questa news:
    "Borsa Italiana ha riattribuito la qualifica di STAR (Segmento Titoli ad Alti Requisiti) alle azioni ordinarie della società.
    I titoli saranno riammessi, a partire dal 30 aprire 2018, alla negoziazione sul MTA, Mercato Telematico Azionario.
    La società, nel novembre 2016, aveva richiesto volontariamente l'uscita dallo STAR, per consentire l'attuazione delle misure di amministrazione giudiziaria.
    Durante il periodo di esclusione volontaria dallo STAR, Fiera Milano ha mantenuto i requisiti di corporate governance, trasparenza informativa e liquidità in linea con gli standard previsti dal segmento."

  • Luigi B.
    23 Apr 2018

    Riparte......bene bene,,,,

Lascia un commento