EurUsd su un supporto critico

EurUsd (PC 1,1657)

Dai picchi di metà febbraio a 1,2557, l’Euro ha subìto una correzione marcata che ha recentemente riportato il cambio al test del supporto critico a ridosso di 1,1500, ripetutamente testato dal 29 maggio fino alla seduta di ieri. Nelle ultime settimane le quotazioni sono rimaste stabilmente al di sotto della resistenza in area 1,1800/1850.

La fase in atto sembra una pausa di distribuzione, che dovrebbe quindi preludere alla ripresa del movimento dominante ribassista dell’ultimo quadrimestre.

Il segnale arriverebbe però solo con la perforazione di 1,1500, eventualità che potrebbe riportare l’euro verso 1,1300 e quindi (prematuro) al test del valido supporto in area 1,1120/1150, dove dovrebbero esserci ordini in acquisto di euro. La divisa statunitense appare interessante anche in ottica di investimento obbligazionario, visti gli spread favorevoli rispetto ai governativi dell’area euro (Btp compresi).

Il rischio ribassista per l’euro sarebbe scongiurato da una pronta risalita del cambio al di sopra di 1,1850; il superamento di 1,1900 (prematuro) confermerebbe a quel punto la formazione di un pattern a doppio minimo che proietterebbe le quotazioni dell’euro verso la resistenza in area 1,2150-1,2200, dove dovrebbero comunque prevalere le vendite. 

L’apprezzamento marcato del dollaro Usa degli ultimi mesi (+8% vs. euro) si è accompagnato ad un andamento altalenante, complessivamente laterale, della Borsa Usa, interrompendo così la correlazione dei trimestri precedenti in cui la Borsa tendeva a soffrire nelle fasi di dollaro forte e, specularmente, a recuperare quando il dollaro si indeboliva.

Un dollaro in ulteriore rafforzamento rappresenterebbe comunque un probabile freno alle velleità rialziste della Borsa Usa, che, ad eccezione dell’indice Nasdaq, si appresta peraltro ad archiviare un primo semestre mediocre. La caccia al rendimento diviene sempre più difficile.

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento