Bond yield – a confronto tre italiani sotto pressione: Cct, Cdp e Aspi

Sono le vittime di una situazione complessa, con rendimenti in forte crescita. Usciranno da un vortice così violento?

Cedole & dividendi

E’ l’Italia sotto attacco, cosa nota e risaputa. Siccome però chi sta sui mercati non può farsi prendere dal pessimismo cosmico, che non serve a nulla, occorre capire se alcune situazioni particolarmente complesse – determinatesi nelle ultime settimane – sono un’occasione oppure no. Ci riferiamo a tre storie diverse fra loro ma alla fin fine correlate, quelle dei Cct, dei bond di Cassa e Deposito Prestiti e dell’Autostrade per l’Italia 1,625% 2023, unico del gruppo con taglio 1.000. Il crollo delle rispettive quotazioni va oltre le più negative previsioni e lo dimostra la quantità di quesiti che ci vengono posti in merito. Rispondiamo con questa analisi in parallelo.

Emittente

Italia

Cdp

Autostrade Italia

Rating emittente

BBB (finora!)

BBB

BBB+

Denominazione

Cct Eu 6m+0,55%

Mc 22

Tf 1,625% 23

Isin

IT0005331878

IT0005090995

IT0005108490

Valuta

Eur

Eur

Eur

Tipologia

Senior

Senior

Senior

Struttura

Tasso variabile

Euribor 6 mesi + 0,55%

Tasso variabile

Euribor 3 mesi + 0,50%

Tasso fisso 1,625%

Data emissione

15/3/2018

20/3/2015

12/6/2015

Data scadenza

15/9/2025

20/3/2022

12/6/2023

Eventuale “call”

No

No

No

Struttura dopo “call”

//

//

//

Importo globale

3,5 miliardi €

1,5 miliardi €

750 milioni €

Taglio minimo

1.000 €

1.000 €

1.000 €

Periodicità pagamento cedole

15/3 e 15/9 ogni anno

Ogni tre mesi

12/6 ogni anno

Quotazione attuale

86,26 €

93,3 €

93,7 €

Cedola

0,279%

0,177%

1,625%

Rendimento lordo

2,43%

2,14%

3,06%

Aliquota fiscale

12,5%

12,5%

26%

Liquidità

Elevata

Elevata

Media

Mercato di quotazione

Mot

Mot

Mot

Analisi grafica

Ribassista

Ribassista

Ribassista

Rischio tassi (duration)

No

No

Sì (5,2)

Rischio cambio

No

No

No

Rischio liquidità

No

No

Ni

Rischio volatilità

Classe di rischio (1)

4

3

4

Classe di redditività (1)

3

2

2

Prezzo acquisto consigliato

E’ sui minimi storici!

E’ sui minimi storici!

E’ sui minimi storici!

Punto forte

La quotazione!

Scadenza media

La quotazione

Punto debole

La quotazione!

Cedola in corso

Il futuro della società

A chi si rivolge

A chi punta su un rialzo dei tassi Bce

A chi pensa che sia un’alternativa alla liquidità in conto

A chi vuole fare un trading poco esasperato

  1. (1) Da 1 (rischio o rendimento molto basso) a 6 (rischio o rendimento molto alto).

Chi vince e chi perde in questa gara fra zoppi (con tutto il rispetto naturalmente per chi avesse un problema di tale tipo!)? Il Cct quota nettamente più basso ed è penalizzato nella fase attuale da una parallela situazione esplosiva di crisi italiana, di timori sui tassi e di bassi rendimenti. E’ quindi il titolo con maggiori prospettive di recupero quando il quadro si ristabilizzerà. Il Cdp indicizzato 3 mesi e con minore spread aggiuntivo sarà certamente più lento nel riadeguamento. L’Autostrade per l’Italia è troppo condizionato dalle tragiche vicende di Genova e dalle conseguenze per il gruppo. Inoltre è eccessivamente esposto (in modo negativo) al rialzo dei tassi, con una duration rilevante. Chi perde e chi vince allora? Perdono un po’ tutti, ma il Cct – con la sua quotazione a 86 (oggi cosa succederà?) – paga più degli altri per una congiuntura esasperata.

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento