NASDAQ100 WEEKLY - Il rialzo si fa più accentuato. Si cambia trend ?

SEGNALI DI ENTRATA E DI USCITA DEL MODELLO QUANTITATIVO LOMBARD PER IL TRADING SULLE AZIONI NASDAQ TIME FRAME SETTIMANALE. ESCE OGNI INIZIO SETTIMANA.

IL REPORT SI COMPONE DI SEGNALI DI ACQUISTO PER NUOVE POSIZIONI E DI AGGIORNAMENTO PER I TITOLI GIA' PRESENTI IN PORTAFOGLIO.
ASTENERSI PRIMA DI AVERE COMPRESO CON ESATTEZZA IL PROFILO DI RISCHIO E LE CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO CON LA LETTURA DELLE SPIEGAZIONI POSTE NELLA DICITURA "Il Portafoglio LombardReport" (clicca qui >>>) .
CONSIGLIAMO DI SEGUIRE IN PAPER TRADING LE OPERAZIONI PER QUALCHE SETTIMANA PRIMA DI APPLICARLE.

In questa ottava appena terminata gli indici di Wall Street, pur con un’apertura in gap down nella giornata di lunedì scorso 14 gennaio rispetto alla chiusura del venerdì precedente, hanno prontamente recuperato l’iniziale perdita per poi mettere a segno nel corso della settimana un corposo recupero ! 

E ora viene il bello,,,,,,dobbiamo parlare di un ulteriore recupero rispetto al trend negativo iniziato ad ottobre 2018 o si tratta dell’inizio di un nuovo trend al rialzo ??

La forza c’è anche se il momentum traccia una piccola flessione ed i valori sono sempre più vicini alla M.M. a 200 ed alla onda 2 correttiva del trend al ribasso. Come abbiamo scritto la settimana precedente, molto difficilmente si è visto in passato un’onda correttiva ritracciare del 100% l’onda impulsiva.

Detto ciò passiamo a riportare un po' di numeri, nella settimana appena trascorsa l’indice USA che ha riportato le migliori performance è stato il DOW JONES con un + 3,0% ca. chiudendo a 24706 seguito dall’ S&P500 con un + 2.9% chiudendo a 2670,7 ed infine il NASDAQ100 con un + 2,8% chiudendo a 6784,5.

Come si vede dal grafico qui sotto riportato relativo all’indice di riferimento del nostro Portafoglio, NASDAQ100, l’estensione dell’onda correttiva (4) è arrivata al 76,4%, andare oltre è possibile per la dottrina ma è molto meno significativo a livello statistico.

Quindi se le cose dovessero proseguire come nella settimana passata, dovremmo necessariamente modificare il modello dei calcoli.

A nostro avviso la causa principale che ha portato a questa serie di rialzi è essenzialmente una e cioè il sentiment positivo rivolto al negoziato USA-CINA sui dazi in programma il 30 e 31 gennaio a Washington.

Nella serata di giovedì 17 il Wall Street Journal ha scritto che una parte dello staff di Donald Trump vorrebbe alleggerire il carico sulle merci cinesi, mentre venerdì 18 Bloomberg riportava che la Cina sarebbe disponibile ad aumentare in modo considerevole le importazioni di prodotti statunitensi, in modo da arrivare nel giro di cinque anni ad azzerare il surplus commerciale, ora superiore ai 300 miliardi di dollari. Pare gli Stati Uniti abbiano apprezzato questa disponibilità a mettere sul tavolo una misura da 1000 miliardi di dollari, ma abbiano rilanciato, chiedendo di azzerare il surplus in 2 anni. 

Inoltre una discreta mano a tale sentiment è stata portata dal dato macro sulla produzione industriale Usa di dicembre che ha registrato una crescita dello 0,3% rispetto al + 0,2% delle attese degli analisti ed anche dai buoni dati societari trimestrali usciti soprattutto nel settore bancario.

A livello di singoli titoli del paniere da segnalare:

TESLA – 12,97%. Elon Musk, amministratore delegato della società che produce veicoli elettrici, ha annunciato di dover diminuire la forza lavoro del 7%, ovvero circa 3mila lavoratori. Secondo quanto riporta Bloomberg, per l’AD la strada per trasformare i veicoli elettrici in auto di massa è ancora in salita.

J.B.HUNT  + 6,8%. La Società ha riportato degli ottimi dati economici trimestrali con un fatturato in crescita del 4,6% a 2,30 bn $ distribuendo un dividendo di 1,77 $ per azione ed infine ha acquistato proprie azioni ordinarie pari a 50 mln $.

WESTERN DIGITAL + 7,49%.  Tra le Società del settore tecnologico è diventata molto appetibile grazie ad una quotazione molto bassa rispetto al valore economico e con un rendimento superiore al 5% annuo.


ORDINI DI ACQUISTO NUOVE POSIZIONI DELLA SETTIMANA (1/21/2019)
Non sono presenti ordini di acquisto per la settimana entrante.

TITOLI GIA' IN PORTAFOGLIO:
* USA$SNPS (SYNOPSYS) acquisto a 92.97 il 10/12/2018 Profitto/Perdita corrente: -153.92 $
1/21/2019 USA$SNPS (SYNOPSYS) Vendi limit prezzo 99.48
1/21/2019 USA$SNPS (SYNOPSYS) Vendi stop prezzo 79.02


Pagina a cura della Redazione di LombardReport.com

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento