Bond ore 9.00 – Aspettando Tamburi 2, la vendetta!


Rendimenti dei governativi sostanzialmente stabili, mentre si annuncia da domani il “roadshow” per il lancio di una nuova emissione di Tip.

Cedole & dividendi

In presenza di un Bund decennale che resta debole, seppur volatile, sempre che si possa parlare di debolezza al cospetto di un rendimento negativo al -0,26%, e di un Btp decennale che ridiscende verso l’1,3%, in questo caso naturalmente positivo, è il mercato primario a essere protagonista sul fronte obbligazionario. La curiosità del giorno è forse rappresentata dall’esordio dell’Iran, con un bond nella valuta nazionale a cedola 17,9% scadenza 2022 – trattata sul mercato Otc e riservata agli istituzionali – mentre per gli investitori italiani si annuncia il debutto di un senior unsecured a tasso fisso di Tamburi, con collocamento proposto inizialmente al mondo professionale tramite una serie di incontri programmati da domani 14 novembre. Tamburi Investment Partners (meglio conosciuta come Tip) è un Investment & Merchant Bank indipendente, attiva in vari settori e quotata al mercato Star di Borsa Italiana.

Già attiva sul mercato con la piccola emissione senior Tip Tf 4,75% 2014-2020 Eur (ammontare 100 milioni – lotto 1.000 – Isin IT0005009524), in realtà poco scambiata con in media 5-10 contratti giornalieri, e che ieri ha chiuso a 101,55 euro, in presenza di nove operazioni complessive per 42.000 euro, la società cerca ora – secondo voci di mercato – di effettuare un’operazione più consistente, sfruttando condizioni di tassi irripetibili. Attenzione logicamente a quella che sarà la cedola prevista, su cui si anticipano indiscrezioni di un range piuttosto contenuto. L’emittente punta però molto sul successo dell’iniziativa, una specie di vendetta rispetto alla marginalità dell’operazione in scadenza, (14/4/2020), che non ha potuto sfruttare il trend rialzista generalizzato dei corsi negli ultimi mesi proprio a causa di una vita residua marginale.

Sul mercato secondario nuova debolezza per gli Argentina, con il classico “sink” 8,28% scadenza 2033, in forte calo ma con volumi modesti. Sul fronte dei bond in valute emergenti interesse riscuote l’area del rublo, ormai stabilmente collocato sui 71 contro euro, leggermente sopra la media mobile a 200 sedute relativamente al cross Eur/Rub, mentre si è registrato un forte rimbalzo del World Bank Sustainable Tf 6,25% Fb22 Idr (Isin XS1941773647) in rupie indonesiane, salito in poche ore da 103,37 a 105,49, con incertezza del mercato su un movimento così concentrato e rilevante, proprio quando l’altra emissione in rupie, la Ebrd Tf 6,675% Mg21 Idr (Isin XS1823570228) è scesa dell’1,86% a 101,7.

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento