Facciamo il punto della situazione


Buongiorno a tutti,

speriamo che la pausa pasquale sia stata piacevole per tutti voi.

Facciamo il punto sui mercati in vista dell'avvicinamento della scadenza delle posizioni aperte su opzioni su Eurostoxx.

I mercati hanno una forza davvero notevole in questo periodo, forza che in tutta onestà ci ha colti di sorpresa, dal momento che una simile euforia non si mostrava forse ormai dalla fine degli anni Novanta del secolo scorso. È probabile - ma assolutamente non scontato - che prima o poi arriverà una correzione più o meno marcata (sarebbe anche salutare, a dire il vero), ma per il momento non si vedono segni di cedimento, quindi i prezzi continueranno verosimilmente a muoversi nella direzione di minor resistenza, cioè al rialzo. Qualsiasi correzione infatti viene ormai riassorbita in poche ore, nemmeno più in qualche giorno.

Questo non deve però condizionare la nostra operatività. Le posizioni aperte sono in sofferenza, e molto probabilmente causeranno una perdita alla fine della strategia, ma per coerenza con le nostre regole non interverremo finché non si verificherà uno di questi due eventi:

- raggiungimento del livello di stop loss, pari ad una volta il premio incassato;

- raggiungimento del limite temporale per il mantenimento delle posizioni, ossia una settimana esatta dalla scadenza dei contratti.

Il limite temporale è venerdì 10 maggio; quello di prezzo è circa 3570 punti di indice Eurostoxx50, dove la call 3300 varrebbe circa 245 punti (incorpora infatti circa 25 punti di dividendi) e la put 3250 varebbe ormai zero o quasi.

Il movimento di prezzo in corso ha portato ad un progressivo appiattimento della volatilità, che rende pressoché impossibile l'apertura di altre posizioni, per il momento. Non si sono infatti verificate in alcun momento nelle ultime 3-4 settimane le condizioni operative per poter aprire qualche trade sulle MIBO, e se dovessimo essere scarichi in questo momento non avremmo alcuno spunto operativo neppure sulle opzioni OESX.

Può essere interessante analizzare il posizionamento di mercato sui due indici sottostanti alla luce dei movimenti di open interest, se non altro per avere qualche livello di mercato da monitorare, anche se questi livelli non condizionano l'operatività.

Su FTSE Mib per la scadenza di maggio stiamo assistendo ad uno spostamento ormai quotidiano del baricentro delle call verso l'alto, segno che il mercato gioca perennemente in difesa, spostandosi verso l'alto progressivamente con le posizioni, così da non farsi "prendere" dal movimento di prezzo. Il baricentro ponderato delle call di maggio si trova ora a 21750 punti, leggermente debordati questa mattina. Sarà interessante vedere questa sera come chidueremo e come eventualmente si saranno spostati ulteriormente nel corso della giornata gli operatori (lo sapremo domattina, essendo l'open interest un parametro aggiornato soltanto a mercati chiusi).

Sul fronte Eurostoxx50 siamo in una situazione simile: il livello baricentrico delle call aperte si trova infatti a 3510 punti, pressoché coincidenti con il massimo odierno.

Potremmo quindi forse avere finalmente raggiunto un top di mercato di breve termine? Qualche elemento a favore di questa ipotesi c'è, in effetti, ma la risposta la lasciamo al mercato.

Buona giornata e buon lavoro a tutti

Ufficio studi Algoritmica e QuantOptions

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento