Calma piatta, apparente


Un agosto tipico, si è affacciato sul mercato, in particolare, sull'italiano.

Tipicamente, il calo dei volumi fa scendere di livello gli indicatori, uno scarico tensionale che si riverbera sui prezzi azionari, con accelerazione in alcune ore della giornata, e , per la seconda settimana consecutiva, coincidente con gli ultimi giorni di contrattazione dell'ottava.

Settembre si avvicina veloce, ma a temere nuovi lockdown, sembrano essere solo le persone e le attività del mondo reale, tutto ciò non intimorisce il mondo della finanza, ormai abituato ad essere sorretto dalla liquidità a costo zero.

Il Nasdaq continua a veleggiare sereno, di circa 2000 punti sopra il record storico pre-covid, per dirne una.

Shanghai e Shenzen, hanno messo a segno rispettivamente un +11% e un +35% da gennaio, e la Cina, avrà una caduta del Pil di poco inferiore al 5%, dato che fa, dell'economia cinese, la migliore in termini di risposta all'emergenza Covid.

Il punto di domanda ormai, degli analisti, è completamente rivolto a ciò che accadrà a settembre, lasciandoci per ora ad interminabili giornate vissute con gli indici che girano per lo più, attorno alla parità.

Avendo pertanto statuito che la dinamica volumetrica , su tutto il comparto, risulta inevitabilmente ridotta, andiamo ad analizzare quelle situazioni, che, in settimana, hanno vissuto giornate di particolare vivacità.

SERI INDUSTRIAL

Nelle giornate di giovedì e venerdì, ha dato il meglio di sè.

Giovedì con una giornata in pesante ribasso, venerdì con l'esatto contrario, essendo stata sospesa per eccesso di rialzo.

Stiamo parlando di fiammate, e tali devono essere considerate, ma degne di nota.

Qui è consigliabile muoversi  nel range 2.64 - 3.20€.

Obiettivi possibili entrambi, tenendo conto del valore di 2.94€, uno spartiacque, che però acquisisce minor forza intrinseca se considerato in un mercato scarso di volumi.

Non smetterò mai di ricordare - stop loss stretti !

ALERION

Sta correggendo il tiro dai suoi massimi e lo ha fatto anche abbastanza velocemente.

In settimana sembra aver trovato un punto di appoggio, ma verifichiamo insieme quali potrebbero essere i target e potenziali nuovi punti di minimo.

Sarebbe importante riprendere a volare sopra il valore di 6.5€, perchè il permanere al di sotto mette a rischio una ripresa dei prezzi, aprendo il campo, potenzialmente al test di area 5.74€.

Tuttavia, come anticipavo, in settimana, dopo lo scarico, ha fermato la sua corsa, creando un piccolo supporto ai 6.20€.

Punto a cui è lecito tentare l'ingresso purchè l'apertura degli indici non sia in forte ribasso, perchè questo porterebbe alla fragilità di questo valore, troppo giovane per essere forte.

Per dire quindi, che tecnicamente, i presupposti per un rimbalzo ci sono, ma vanno sorretti da un mercato lento, e non in caduta.

AS ROMA

Nella fase che ha preceduto l'offerta vincolante, i rumors sul passaggio di proprietà, avevano fatto danzare il titolo, mettendo a  segno delle ottime giornate, sia per il trading che graficamente.

All'uscita della news, e con la successiva diffusione dei dettagli dell'operazione, ha vissuto un venerdi davvero difficile.

Insistenti sono le voci di delisting, ma pur sempre rumors rimangono, quindi, è corretto valutarli come tali.

I valori, 0.4 e 0.34€ sono i prossimi potenziali target, proseguendo con il trend attuale, ma personalmente non toccherò il titolo se non per un mordi e fuggi.

ARTERRA BIOSCIENCE

Situazione simile a quella anticipata per SERI INDUSTRIAL.

Una settimana davvero interessante per coloro i quali amano queste situazioni di elevata volatilità, in cui, e come potrebbe essere altrimenti, il rischio è più elevato rispetto a situazioni grafiche ben congegnate.

Clamorosa l'impennata dei volumi di contrattazione.

Potenziale rientro in area 3.26€ a cui poter tentare l'ingresso, stop loss stretto e nuovo tentativo ai 3€.

Target price ai 3.6€ e ai 4€.

Dinamica molto effervescente, da prendere con le pinze, sempre, specie in questa stagione.

Leitmotiv dell'estate? Operare su opportunità che appaiono di giorno in giorno.

Buon trading a tutti!

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento

Gli ultimi articoli di Fabio Tanevini