Bond – Il mercato compra quelli in dollari e non teme la sua forza


Cinque titoli sotto osservazione molto scambiati sul Mot. In tre casi hanno una struttura a tasso variabile ma in due con “cap”: quest’ultimo però rappresenta una trappola. Cedole & dividendi Può sembrare parossistico ma la forza del dollaro non spaventa gli investitori italiani, da sempre molto attivi (per motivi più che comprensibili) su questa valuta anche in ambito obbligazionario. Ora però in presenza di un cross sulla pari la scelta si giustifica solo per chi operi con un conto in valuta e quindi esegua soprattutto switch fra diverse emissioni, che è poi una delle attività di trading di medio periodo più diffuse in tale ambito. Da giorni ormai sul Mot sono le emissioni in Usd ad avere il sopravvento in termini di controvalori trattati. Per questo motivo ne valutiamo cinque, che si collocano in testa alla relativa classifica. La prima Emissione Eib/Bei Tv Fb24 Usd Isin XS1551882860 Struttura Variabile Libor 3 mesi + 0,25% con “cap” (tetto massimo) al 2% - Senior rating AAA Taglio 2.000 Usd Quotazione (14/7) ...
Continua...

Non sei ancora iscritto a Lombardreport?

L'abbonamento ti offre l'accesso a tutto l'archivio free senza limitazioni, discussioni online con i nostri trader, newsletter periodiche con i migliori articoli, anteprima inviti ad eventi e corsi, promozioni free riservate e l'accesso gratuito per 7 giorni ai servizi premium.

Registrazione free >>