Ci lascia quasi totalmente una azione dopo tre anni di soddisfazioni.

Nel 2014 il Lombardreport.com ha iniziato a seguire molto da vicino Retelit dopo un attento studio delle sue potenzialità e la scoperta di una sfacciata sottovalutazione nel settore patrimoniale. Capitalizzava 80 milioni € mentre per cablare le strade italiane per 7000 km, aveva speso una cifra molte volte superiore e il valore dei cavi posati nel terreno ovviamente era intatto.

Contemporaneamente il governo stava per lanciare quell'operazione di digitalizzazione ancora in corso.

L'azione soffriva per un CdA che non riusciva, da anni, a mantenere le promesse di redditività inoltre aveva proposto una fallimentare (per i piccoli soci) operazione di emissione di obbligazioni convertibili a tassi siderali senza far approfittare i soci di tale operazione ma proponendola solo a finanziarie straniere. Cambiato, grazie anche al Lombardreport.com il vertice ed annullata la deleteria emissione obbligazionaria e predisposto un nuovo piano aziendale la società ha iniziato a cogliere i frutti ed a guadagnare. L'ultima semestrale è stata ottima.

L'azione RETELIT che avevamo consigliato tre anni fa a 0,50 euro e che abbiamo sempre seguito regolarmente nelle assemblee riportando su questo sito le decisioni ed i commenti, ha reagito positivamente toccando 1,498 euro. 

Il boom odierno è imputabile ad un articolo del Sole 24 Ore. Il giornale finanziario riportava un possibile accordo tra Retelit e F2i nel quale a quest'ultima sarebbe stata offerto un aumento di capitale riservato.

L'operazione ventilata dal Sole 24 Ore è stata smentita da Retelit poche ore dopo, ma in borsa si pensa che dove c'è fumo.....ci possa essere arrosto....e gli scambi hanno toccato 9.857.680 titoli. I nostri affezionati lettori ricorderanno che nel 2014 era diffiile acquistare qualche decina di migliaia di azioni senza posizionarsi a lungo in denaro e che le azioni trattate erano allora molto  meno di 100.000 pezzi mediamente per seduta. Scambi oggi perciò moltiplicati per cento rispetto a mille giorni fa.

Nel frattempo abbiamo visto aumentare in questo triennio, con vergognoso ritardo, i target price delle SIM e delle banche sull'azione Retelit. Ora siamo a 1,40 € per un ufficio studi e 1,70 € per un un'altro. Quindi 1,50 euro (circa la quotazione odierna) è un prezzo ORA ritenuto giusto da questi analisti.

So che l'analisi tecnica, vista la vicinanza del massimo storico, consiglierebbe l'opposto e probabilmente ha ragione. Il grande Harry Schultz consigliava infatti di acquistare prima che venisse infranto un nuovo massimo storico, non dopo, ma l'analisi tecnica non ci aveva detto di entrare a 0,50 € ma ce lo dice ora che a 1,50 € siamo al valore patrimoniale. Lasciamo perciò generosamente che altri guadagnino su questo splendido titolo, noi ci accontentiamo così. Inoltre il mercato è sempre aperto e se ci fossero novità torneremmo sull'azione RETELIT con un clic.

Ma dieci milioni di azioni sono illuminanti, ricordiamo la vecchia legge della borsa di vendere quando gli scambi sono alle stelle e rastrellare quando nessuno vuole i (buoni) titoli che languono dimenticati. Sembra perciò che tutto congiuri per abbandonare buona parte dell'investimento nell'azione Retelit sperando che anche i compratori odierni abbiano le stesse soddisfazioni avute dagli amici del Lombardreport.com.

Quante azioni si debbono  mantenere ? Credo che una quota vada tenuta e che un 20% del primitivo investimento sia adeguato. La societa' ha un vertice di elevata stima e opera in un settore in crescita, non va perciò abbandonata totalmente ma ora Retelit ha coperto la smaccata sottovalutazione patrimoniale e per il futuro molto dipenderà dalla capacita' reddituale che ora è in netta espansione.

L'operazione sull'azione Retelit (come quella di Autostrade Meridionali) rappresenta il sistema con cui il portafoglio a scarso rischio del Lombardreport.com lavora: titoli dimenticati e riscoperti DOPO ANNI. Non bisogna avere fretta, quindi pazienza per gli altri investimenti.

Una sola cosa mi rimane misteriosa, come ben sanno i lettori, la sfacciata presenza per TRE ANNI di vendite allo scoperto sull'azione RETELIT da finanziarie americane, sempre al ribasso per un triennio !!! Ma come operano questi fondi stranieri ? Su che base fanno gli short su società che patrimonialmente valgono 3/4 volte di più, come l'azione RETELIT tre anni fa ? Hanno stoppato moltissime volte in questi  mille giorni l'ascesa del titolo....ma prima o poi hanno dovuto correre a ricoprirsi.....che siano loro che oggi hanno inondato il mercato di ordini "al meglio" proprio mentre noi ci siamo drasticamente alleggeriti ?

Ed ora occhi puntati verso una nuova azione RETELIT per il prossimo triennio....

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

3 Commenti

I commenti dei lettori

3 Commenti

  • Martino M.
    12 Ott 2017

    Sarebbe bello avere più spesso qualche indicazione sulle small dal potenziale upside elevato...
    IMMSI?

  • Guido B.
    12 Ott 2017

    i titoli in portafoglio sono stati inseriti quando erano(per noi) sottovalutati. Poi vengono seguiti regolarmente e mantenuti. NON vanno solitamente incrementati. Bisogna avere una ottica a medio termine. Questo portafoglio a scarso rischio e' infatti a medio termine. Il numero di titoli presente è molto limitato . Bisogna entrare quando l'azione e' consigliata.Allora e' un BUY. poi diviene un HOLD (a meno di clamorose novita') Salutoni

  • Renato N.
    11 Ott 2017

    Egregio dott. Bellosta, sono un nuovo abbonato e seguo i suoi articoli con interesse ma non mi e' chiaro quali sono i titoli che segue extra portafoglio. Inoltre le chiedo se i titoli in portafoglio sono o saranno ancora interessanti in acquisto ai prezzi odierni e se avranno segnali di vendita. Mi scuso per il disturbo e le auguro buon lavoro.
    Nardin Renato

Lascia un commento