Nuovo massimo storico!

Ci avviciniamo ormai a grandi passi verso la “pausa” natalizia, e per il portafoglio a Rischio Contenuto si chiude un altro anno, ed è quindi tempo di bilanci. A Beneficio dei nuovi abbonati, ripercorriamo rapidamente le tappe del nostro portafoglio, che se da un lato esiste dal 2012 ha visto nel 2016 un cambio della guardia con il nostro avvicendamento nella gestione.

Infatti, a inizio 2016 abbiamo preso in carico il portafoglio, ereditando – nel bene e nel male – quanto fatto precedentemente, con alcuni titoli in pesante sofferenza che appesantivano inevitabilmente la performance globale. Nel corso dei primi mesi abbiamo cercato di rimettere in equilibrio l’asset complessivo per riportarlo (compatibilmente con i rendimenti medi del mercato obbligazionario) ad esprimere nuovamente performance positive. Il “punto zero” di inizio 2016 vedeva un NAV di portafoglio pari a 107,99.

Dopo circa 24 mesi di lavoro insieme, il NAV tocca oggi il suo nuovo massimo storico, a quota 113,00 esprimendo una performance composta (sul biennio 2016-2017) su base annua del +2,34%, rispetto alla precedente rilevazione che ci vedeva con un NAV a 112,76. Dal 2012 ad oggi il portafoglio Rischio Contenuto non ha mai chiuso un anno in perdita (nemmeno lieve) ed esprime un rendimento complessivo nel periodo 2012-2017 pari al +4,13% su base annua. Per entrambi i team che vi hanno lavorato sicuramente un buon risultato, considerando il bassissimo rischio cui si sono esposti i capitali e considerando le non poche insidie che i mercati hanno riservato in questi anni.

Chiudiamo quindi idealmente l’anno (vero, manca ancora poco più di una settimana al 31 dicembre, ma salvo disastri e cataclismi imprevedibili, crediamo che non ci saranno grandi differenze) soddisfatti del risultato raggiunto: pochissimi rischi ben amministrati e portafoglio con volatilità molto contenuta che ha ben sovraperformato il mercato del “free risk”, nel pieno rispetto della vocazione della rubrica.

Ora, abbiamo ancora da sparare qualche cartuccia, avendo liquidità per 4.800 Euro. Liquidità che avremmo voluto impiegare in questi giorni, ma i titoli che stavamo monitorando come candidati non ci soddisfano come prezzi di ingresso e quindi non reputiamo buono il timing per acquistare. Potremo farlo lo stesso, poiché è evidente che in ottica strategica di portafoglio i titoli sono assolutamente validi, ma vorremmo ottimizzare anche il timing di ingresso per massimizzare il rendimento.

Ad ogni buon conto, se anche rimaniamo liquidi per qualche settimana non cade il mondo e salvo imprevisti ci possiamo godere le festività natalizie senza stress. Trovate il portafoglio aggiornato nella sezione dedicata e il NAV ad oggi anche qui sotto come di consueto.

Pur rimanendo sempre “sul pezzo”, è probabile che sino al nuovo anno non faremo movimenti sul portafoglio, anche considerando che durante le feste il mercato diventa particolarmente “sottile” e gli scambi spesso e volentieri latitano, rendendo poco significativi i movimenti. Va da Sé che comunque siamo sempre all’erta e se necessario siamo pronti ad intervenire.

A tutti voi lettori un sincero augurio di Buone Feste e un caloroso ringraziamento per averci seguito in questo 2017.

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento

Gli ultimi articoli di Redazione Rischio Contenuto