Trappola per orsi

Buonasera a tutti,

ciò a cui abbiamo assistito nell'ultima settimana del 2017 sembra proprio essere stata la proverbiale trappola per orsi: era da un pezzo che non vedevo una reazione rialzista così poderosa come quella della scorsa settimana subito dopo un breakout ribassista di una fase laterale. Occhi puntati a 22838 ora: sopra tale soglia è lecito attendersi un nuovo attacco ai massimi di periodo.

Ennesima dimostrazione del fatto che anche quando tutto sembra indicare che il mercato si stia mettendo al ribasso vanno comunque seguiti i segnali operativi delle proprie strategie. E se i segnali dicono di comprare allora si compra anche se il mercato dice di vendere. E nonostante ci siano stati altri due titoli in stop la scorsa settimana - due bancari, non a caso - il portafoglio si è comportato abbastanza bene. Senza grandi entusiasmi, ma comunque bene. 

Spettacolare performance di Fiat, che in tre giorni è andata in buy e a target, superando di poco il livello di uscita previsto con l'apertura in gap up di venerdì mattina (azioni vendute a 17.17 anziché a 17.08). Probabilmente correrà ancora, ma il metodo va rispettato e con esso i target. Siamo passati alla cassa e va bene così. Vicina al target anche Unipol, unica banca in portafoglio a non far soffrire.

Non è entrato il segnale su Telecom, ancora valido (vedi parametri operativi più avanti). Non entrato neppure il segnale su Generali, che avendo rotto al ribasso il minimo che avrebbe fatto da stop loss all'operazione non deve più essere presa in considerazione, almeno per ora.

Entrato invece l'acquisto su Buzzi Unicem, che per ora sta andando bene.

Il saldo complessivo delle operazioni chiuse alla data del 5 gennaio 2018 è di -847.11€, mentre il saldo temporaneo delle operazioni aperte è pari a +300.62€. Speriamo che le operazioni in corso vadano ai rispettivi target. Non convincono affatto La Doria e Beni stabili, ma anche qui rispettiamo la strategia e rimaniamo in attesa degli eventi.

Portafoglio alla chiusura di venerdì 5 gennaio 2018 (il saldo disponibile tiene conto sia del capitale impegnato nelle posizioni aperte che del saldo complessivo di quelle chiuse ad oggi):

Abbiamo quattro possibili operazioni per la settimana entrante, tutte su mid caps. Procediamo con ordine.

Cerved

Si prepara ad attaccare il massimo storico. Se va in breakout va comprata.

Buy stop 11.16, 144 azioni, stop loss 10.12, target 12.06

Cir

Situazione molto diversa da quella di Cerved, e comunque interessante: si è appoggiata ad un supporto importantissimo di medio, 1.118, per poi rimbalzare e recuperare in chiusura di settimana un ex-supporto a sua volta significativo perso otto settimane fa, 1.21. Da seguire assolutamente in caso di breakout.

Buy stop 1.222, 1364 azioni, stop loss 1.112, target 1.352.

Datalogic

In prossimità dei massimi storici, anche questa da prendere in vista di possibili ulteriori allunghi.

Buy stop 32.72, 49 azioni, stop loss 29.66, target 36.45.

Safilo

Titolo non lontano dai minimi storici, molto poco attraente. Eppure il segnale c'è. Un tentativo si può fare, anche se è uno sparo nel buio.

Buy stop 5.195, 166 azioni, stop loss 4.296, target 6.235.

Ancora valido il buy su Telecom Italia: buy stop 0.7465, 2778 azioni, stop loss 0.6565, target 0.8525.

Per il momento è tutto! Buona settimana a tutti.

Domenico Dall'Olio

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento