Etf yield: quelli sui bond a tasso variabile, un mondo tutto nuovo

Che merita un’analisi delle diverse caratteristiche perché l’industria finanziaria li sta proponendo solo da poco tempo.

Cedole & dividendi

Il mercato è ancora incerto se collocarsi con decisione sui bond a tasso variabile, che garantiscono rendimenti a tutto oggi marginali nel caso dell’euro e che stentano a decollare perfino nel caso del dollaro. Eppure gli scambi sono elevati ma riferiti soprattutto a chi fa trading a bassa rischiosità: spesso infatti proprio i tassi variabili guidano la classifica di Mot e Tlx. Soluzione alternativa quella di puntare sugli Etf specifici, una gamma in crescita seppur debuttante, perché caratterizzata da prodotti spuntati da poco tempo. Vale la pena allora fare un’analisi di questa categoria di replicanti, cominciando dalle novità degli ultimi giorni.

All’esordio: Invesco ne colloca due, uno in $ (ma hedgiato) e uno in €

Debutti nel campo obbligazionario a Borsa Italiana. Invesco ha esteso la propria offerta di Etf per il nostro mercato con la quotazione di due nuovi prodotti riferiti appunto ai bond a tasso variabile (floating rate note in inglese). Si tratta di:

Invesco Usd Floating Rate Note Etf Eur hedged (Isin IE00BFZ11324) a distribuzione trimestrale di dividendi;

● Invesco Eur Floating Rate Note Etf (Isin IE00BDRTCP90) a distribuzione trimestrale di dividendi.

Entrambi sono strutturati con sottostanti indici riferiti alle obbligazioni a tasso variabile in dollari (ma con hedge sul cambio) nel primo caso e in euro nel secondo. Si caratterizzano in particolare per bassi Ter (commissioni totali annuali) dello 0,12%. Ambedue replicano l’indice Bloomberg Barclays Frn, le cui normative stabiliscono che le obbligazioni sottostanti debbano avere un importo minimo di 500 milioni di dollari o di euro, una scadenza di almeno due anni e mezzo e, infine, essere rimosse due anni e mezzo dopo l’emissione per garantire scambi sempre attivi.

Inevitabile ricordare che questi Etf sono una soluzione idonea per tutelare un portafoglio dai movimenti di rialzo dei tassi.

I due Etf appena quotati a Borsa Italiana rispondono alle esigenze degli investitori nell’attuale contesto di mercato – ricorda Sergio Trezzi, Head of Retail Distribution di Invesco – e sono particolarmente indicati per chi crede in un rialzo dei rendimenti obbligazionari o vogliono assumere un atteggiamento difensivo sui tassi di interesse”.

Gli altri presenti da più tempo

Cominciamo dalle performance a un anno. Di fatto non sono disponibili poiché si tratta di prodotti nuovi introdotti negli ultimi mesi e quindi con uno storico molto ridotto.

Essendo tutti più o meno esordienti, risultano poco conosciuti dal mercato e meritano perciò un’analisi delle loro caratteristiche.

In euro

Denominazione

Lyxor Barclays Floating Rate Euro 0-7Y

Isin

FR0012386696

Sottostante

Bond corporate t.v. in euro 0-7 anni vita residua

Valuta negoziazione

Euro

Valuta denominazione

Euro

Ter

0,44%

Distribuzione dividendi

No

Dimensione dell’Etf

Elevata

In euro

Denominazione

Amundi Frn Euro Corporate 1-3

Isin

LU1681041114

Sottostante

Bond corporate t.v. in euro 1-3 anni vita residua

Valuta negoziazione

Euro

Valuta denominazione

Euro

Ter

0,18%

Distribuzione dividendi

No

Dimensione dell’Etf

Elevata

In dollari

Denominazione

iShares Usd Floating Rate Bond

Isin

IE00BZ048462

Sottostante

Bond corporate t.v. in $ 1-5 anni vita residua

Valuta negoziazione

Euro

Valuta denominazione

Dollari Us

Ter

0,10%

Distribuzione dividendi

Sì semestrale

Dimensione dell’Etf

Elevata

In dollari

Denominazione

Amundi Floating Rate Usd Corporate

Isin

LU1681040900

Sottostante

Bond corporate t.v. in $ con limite 100 emissioni

Valuta negoziazione

Euro

Valuta denominazione

Dollari Us

Ter

0,18%

Distribuzione dividendi

No

Dimensione dell’Etf

Elevata

In dollari ma con copertura del cambio

Denominazione

Lyxor Usd Frn 2-7 Monthly Eur Hedged

Isin

LU1571052130

Sottostante

Bond corporate t.v. in $ 2-7 anni vita residua

Valuta negoziazione

Euro

Valuta denominazione

Dollari Us con hedge mensile sul cambio

Ter

0,15%

Distribuzione dividendi

Sì semestrale

Dimensione dell’Etf

Ridotta

In dollari ma con copertura del cambio

Denominazione

iShares Usd Frn Bond Eur Hedged

Isin

IE00BF11F458

Sottostante

Bond corporate t.v. in $ 1-5 anni vita residua

Valuta negoziazione

Euro

Valuta denominazione

Dollari Us con hedge sul cambio

Ter

0,12%

Distribuzione dividendi

Sì semestrale

Dimensione dell’Etf

Ridotta

In dollari ma con copertura del cambio

Denominazione

Amundi Frn Usd Corporate Hedged

Isin

LU1681041031

Sottostante

Bond corporate t.v. in $ con limite 100 emissioni

Valuta negoziazione

Euro

Valuta denominazione

Dollari Us con hedge sul cambio

Ter

0,20%

Distribuzione dividendi

No

Dimensione dell’Etf

Elevata

L’attenzione riposta dall’industria finanziaria nei confronti dei tassi variabili soddisfa certamente una domanda che non è però organica. Il mercato infatti appare ancora tiepido nei confronti degli frn, anche perché le performance si annunciano modeste. Decisivo risulterà il flusso cedolare, ancora molto basso in euro e in ripresa nel caso del dollaro. Attraverso questi strumenti ci si protegge però sul fronte della “duration” e quindi gli Etf specifici meritano più attenzione di quanto forse non stiano ottenendo.

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento