Btp meteo – Giornata negativa. Fiammata del rendimento quasi al 2,8%

Il decennale torna a evidenziare debolezza. Tutti i livelli da monitorare nei prossimi giorni, fino all’esito delle elezioni europee.

Cedole & dividendi

Tensioni di nuovo accentuate sul fronte dei nostri titoli di Stato. Dopo giornate di nervosismo oggi si registra un deciso movimento rialzista del rendimento del decennale, il più importante parametro da seguire. Passa infatti in poche ore al 2,77%, sfiorando il 2,8%, per poi ritracciare leggermente. Non pochi analisti pensano che nelle prossime sedute si arriverà al 3%, complice l’avvicinamento delle elezioni europee.

I livelli grafici da seguire

Una resistenza si colloca sul 2,97%, dove lo yield era giunto sia a gennaio sia a febbraio. Il valore corrisponde appunto al 3%, più emblematico perché cifra tonda, oltre il quale la situazione diventerebbe certamente preoccupante. Ricordiamo che il range a 52 settimane è stato dell’1,98%, come valore minimo, e del 3,78%, come valore massimo.

Sua base dei pivot points si possono ipotizzare questi progressivi livelli operativi:

Debolezza in accentuazione sopra:

1° livello

2,79% quindi molto vicino

2° livello

2,88%

3° livello

2,92%

4° livello

2,97%

Debolezza in attenuazione sotto:

1° livello

2,64%

2° livello

2,59%

Rafforzamento sotto:

1° livello

2,49%

2° livello

2,44%

In sintesi – Le tensioni sono correlate sia alla guerra dei dazi (che indebolisce l’economia italiana) sia alle polemiche fra forze politiche nell’ambito del Governo e quindi al rischio di una crisi post elezioni europee. Fino all’esito nei giorni successivi al 26 maggio è inevitabile che si assisterà a un’accentuazione della volatilità. Poi si vedrà e in questo contesto la sola certezza sta nel sorvegliare i livelli sopra indicati.

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento