Bond del giorno – Viaggio fra i Mediobanca: quello con tasso minimo 4,5%

In euro ha una struttura un po’ atipica: tasso variabile con “floor” appunto al 4,5% e “cap” al 7,5%. Attualmente rende l’1,24% ma se i mercati andassero in profondo rosso…

Cedole & dividendi

Banche in difficoltà, Btp deboli, tassi a zero, ecc. ecc. Il quadro generale non è certo stimolante e in questo contesto anche l’investimento obbligazionario pone non pochi problemi. In una simile situazione le vie di uscita possibili sono tuttavia chiare:

1°) puntare su titoli molto liquidi

2°) investire su emittenti solidi

3°) attendere possibili correzioni di prezzo da parte di bond con strutture comunque interessanti.

Ecco perché da oggi iniziamo un breve viaggio sui bond di Mediobanca più scambiati. Cominciamo con uno dalla configurazione molto particolare.

Emittente

Mediobanca

Rating emittente

BBB

Denominazione

Gn21 Tv Quarto Atto Sub Lowt2

Isin

IT0004720436

Valuta

Euro

Tipologia

Subordinato Lower Tier 2

Struttura

Tasso variabile pari all’Euribor 3 mesi più spread del 2%. E’ previsto un tasso minimo al 4,50% annuo e uno massimo pari al 7,50%

Cedola in corso

4,5%

Data emissione

15/6/2011

Data scadenza

13/6/2021

Eventuale “call”

No

Importo globale

500 milioni euro

Taglio minimo

1.000 euro

Periodicità pagamento cedole

Trimestrale

Quotazione attuale

106,7

Rendimento lordo

1,24%

Aliquota fiscale

26%

Liquidità

Elevata

Mercato di quotazione

Mot

Analisi grafica

Rialzista da ottobre 2018

Rischio tassi (duration)

No

Rischio cambio

No

Rischio liquidità

No

Rischio volatilità

Medio

Classe di rischio (1)

3

Classe di redditività (1)

2

Prezzo acquisto consigliato

~ 103 euro

Punti forti

Solidità emittente e struttura interessante

Punti deboli

L’attuale quotazione

A chi si rivolge

A chi sappia attendere e non sia tentato dall’investimento immediato. Questo titolo a ottobre quotava a 102,3/102,5. Potrebbe anche tornarci vicino.

  1. (1) Da 1 (rischio o rendimento molto basso) a 6 (rischio o rendimento molto alto).

In sintesi – Certamente è un subordinato Tier 2 e sicuramente è caro ma – pur caratterizzato da scarsa volatilità (valore medio sui 3,2%) – risente dei trend dell’azione Mediobanca. In presenza di mercati deboli potrebbe tornare sui 103-104 euro, rappresentando un’interessante occasione di acquisto.

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento