Azione CIA


Assemblea di CIA Compagnia Immobiliare Azionaria.                                                          

Da tempo, (quasi vent'anni!) seguiamo l’andamento di questa piccola società immobiliare quotata sul listino milanese che ora  tende a divenire sempre più importante nel settore vitivinicolo siciliano e del turismo di alta gamma. Azione CIA è nata dalla scissione di cespiti immobiliari di Class Editori nel 2002. Possedeva un ricco patrimonio immobiliare a Milano, parzialmente affittato a Class e venduto poco più di un anno fa per diminuire drasticamente i debiti.

Premetto immediatamente che sono in conflitto di interessi nel parlare di questa compagnia in quanto da molti decenni, fin dai primi numeri di Class e poi di Milano Finanza e di Patrimoni, collaboro abbastanza regolarmente con la controllante Class Editori. Finora le soddisfazioni per i soci di azione CIA sono mancate ma al momento della liquidazione dei cespiti rimasti in bilancio  potrebbero esserci buone sorprese. In data 29 aprile si è svolta l’assemblea ordinaria che sostanzialmente ha infatti sancito per azione CIA un riposizionamento sempre più marcato, come conseguenza della vendita della quasi totalità delle partecipazioni negli immobili milanesi, verso strutture ricettive di elevato standing, produzione di Vino di ottima qualità oltre che del settore ristorazione.

La notizia di maggiore rilevanza riguarda l’avvio del programma di recupero e ristrutturazione delle proprietà immobiliari, nella Grande Salina Infersa, area del trapanese denominata “Riserva dello Stagnone” (Trapani Sicilia), orientato alla salvaguardia dell’ambiente e valorizzazione culturale dell’Isola, che prevede la realizzazione di un Luxury Hotel di 45/50 Suites ed extra Suites. Azione CIA detiene il 50% delle quote sociali di Isola Longa srl (a bilancio per circa 1,3mln di euro) società proprietaria dei terreni  e porzioni immobiliari (circa 270 ettari) sulle quali si intende realizzare il progetto di investimento. La valutazione complessiva di Isola Longa è stata determinata dalle parti in 14,2 mln di euro. Una volta conclusa l’operazione prevista entro il primo semestre dell’anno in corso, per azione CIA emergerà un plusvalore di euro 3,5 mln rispetto ai valori di carico e resterà proprietaria di una quota paritetica del 33,3% del capitale sociale della società. Il partner con cui azione CIA andrà a realizzare il Resort è composta da un gruppo di imprenditori capitanati da Pietro Galli (conosciuto anche  per aver ricoperto la carica di Direttore generale delle vendite, marketing e gestione dell’evento Expo 2015 Milano).  Il gruppo verrà affiancato da un importante architetto e l’intenzione è di avviare i lavori celermente. Si tratta di una struttura ricettiva di altissimo standing in uno scenario unico.

Altra notizia molto importante è che nel corso del periodo azione CIA ha incrementato la propria partecipazione nella società americana LC international LLC, con l’acquisto della quota pari al 19,6% del capitale sociale detenuta da Simest Spa. Con tale ulteriore acquisizione azione CIA arriva a detenere il 40% delle Quote di LC international LLC. (valore a bilancio 2,915 milioni di euro).

LC international LLC è la holding che detiene i marchi di le Cirque, Sirio e Osteria del circo e le licenze dei ristoranti a New York e nel mondo gestiti attraverso la formula del management fees: uno a Las vegas, tre in India (New Delhi, Mumbay e Bangalore) Abu Dhabi e Dubai (Emirati Arabi) e Dallas (Texas). Il piano di sviluppo della società prevede: il riposizionamento del brand Le Cirque e dell’osteria del Circo a New York, attraverso la chiusura delle location attuali (avvenuta nel 2017) e successiva riapertura. L’apertura di Le Cirque è prevista entro la fine del 2019, con un nuovo concept orientato all’esclusività, eleganza e unicità, caratteristiche che hanno dato il successo al marchio. L’apertura dell’Osteria del Circo è prevista entro il primo semestre 2020. Il processo di turnaround è già stato avviato attraverso l’apertura nel mese di settembre 2018 dell’Osteria del Circo a Dallas nella prestigiosa zona Uptown, con un concetto di ristorazione italiana unita a una componente bar e di nightlife. LC international LLC punta anche allo sviluppo di nuove licenze nel mondo. Attualmente sono in corso avanzate trattative per nuove licenze a Doha, Santo Domingo, Riyhad e Miami. Strategicamente questa partecipazione riveste un ruolo di elevata importanza e lo stesso Paolo Panerai ha sottolineato durante la riunione assembleare che solo il Marchio Le Cirque vale molto molto di più del prezzo di carico della partecipazione detenuta.

Per quanto concerne La più importante partecipazione di azione CIA, ovvero Feudi del Pisciotto Resort e Cantina Feudi del Pisciotto è stato sottolineato che tutto procede nel migliore dei modi: buona l’occupazione delle camere grazie all’accordo con un primario partner estero 46,5% e ottimo l’incremento di vendita del vino, soprattutto per la collezione "grandi stilisti" con una crescita del 19.6%. La struttura dotata di 10 suites potrebbe a breve essere ampliata di ulteriori 20 suites non appena vi saranno i nuovi bandi a fondo perduto. Panerai ha confermato che sono vigili e attenti nella ricerca di eventuali partner che volessero affiancare azione CIA nella gestione della struttura.

Azione CIA possiede anche una partecipazione di circa 100 ettari sull’Isola di Levanzo (a bilancio per un costo storico di 1,7 mln di euro) in merito alla quale lo scorso anno il Dott.Panerai durante l’assemblea 2018 disse che vi poteva essere la possibilità di creare una Luxury Villas in Wine and Artistic Country per circa 2000 mq. Alla domanda di un azionista sullo stato di avanzamento del progetto, è stato risposto che si è in attesa del nuovo bando dei contributi a fondo perduto per potersi aggiudicare gli stessi e procedere in tal senso. Vi è anche un importante progetto per la riqualificazione dei sentieri e delle strade sempre sull’Isola di Levanzo che dovrebbe attuarsi in tempi non lunghissimi.

All’assemblea era anche presente una delegata in rappresentanza di un fondo di investimento che da breve tempo ha effettuato l’investimento in azione CIA. Panerai ha chiesto lumi sull’identità di tale fondo ma la rappresentante non li ha forniti.

Dai dati di bilancio e soprattutto dalla plusvalenza che a breve si materializzerà per euro 3,5 mln si avrà un aumento nel patrimonio netto societario. Azione CIA capitalizza in borsa 12 milioni di euro e come altre società quotate di piccole dimensioni non esprime in pieno il proprio valore a causa degli scambi non elevati, spesso purtroppo illiquidi, e una visibilità nei confronti del  mercato decisamente bassa. Ci piace però pensare che ci sia in borsa una società vitivinicola detentrice anche di partecipazioni molto note a livello internazionale.

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento