Risposte alle vostre domande – Bond, quanto si rischia con i Teva?


Alti rendimenti (dall’8 al 5,5%) in euro e in dollari per le emissioni di una società farmaceutica leader nel generico. Quotate su Tlx e motivo di molti quesiti.

Cedole & dividendi

Per chi si occupa di obbligazioni l’aggiornamento quasi continuo sulle vicende di Teva Pharmaceutical Industries Ltd. è d’obbligo. Ogni settimana infatti qualcuno chiede: “Sono da comprare?”. La risposta è complessa e dipende da vicissitudini in costante evoluzione.

La società - Teva è una multinazionale israeliana attiva nel settore dell'industria farmaceutica di medicinali equivalenti, cioè non più coperti da brevetti. Nel campo invece degli specialistici è impegnata nel trattamento della sclerosi multipla e sviluppa programmi di ricerca per nuove terapie destinate ad altre patologie del sistema nervoso centrale, tra cui disturbi del movimento, emicrania e malattie neurodegenerative.

Il quadro finanziario –Appare piuttosto complesso, poiché il settore è in forte evoluzione e alcuni nuovi farmaci non stanno fornendo i risultati attesi, fra l’altro con controversie giuridiche dagli effetti imprevedibili. Il 7 agosto sarà annunciata la seconda trimestrale del 2019 e le previsioni portano a un fatturato in calo del 9,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Anche le stime per i dodici mesi sono negative, con una variazione di circa il -10%. Morgan Stanley ha di recente abbassato il prezzo obiettivo dell’azione da 16 a 6 $ contro gli 8 dell’ultima seduta. Secondo fonti statunitensi è soprattutto il business degli oppioidi a riservare delusioni alla società.

Il rating – Si attesta a BB con outlook negativo e non solo la valutazione è decisamente bassa ma preoccupa soprattutto la prospettiva futura legata a due aspetti: il cash flow e l’azione di deleveraging, che non sembra dare risultati.

Le emissioni su Tlx

Cedola, scadenza e valuta

Isin

Tipologia / Taglio

Yield

1,125% 15ot24 Eur

XS1439749281

Senior / 100.000

5,7%

4,5% 01mz25 Eur

XS1813724603

Senior / 100.000

6,7%

3,15% 01ot26 Usd

US88167AAE10

Senior / 2.000

7,9%

1,875% 31mz27 Eur

XS1211044075

Senior / 100.000

6,2%

1,625% 15ot28 Eur

XS1439749364

Senior / 100.000

5,5%

6,15% 01fb36 Usd

US88163VAD10

Senior / 2.000

6,4%

4,10% 01ot46 Usd

US88167AAF84

Senior / 2.000

7,1%

In sintesi – Quotazioni nettamente sotto la pari, anzi sotto 80 e in alcuni casi sotto 70 su scadenze lunghe con rendimenti nominali per quelle in euro poco significativi portano a consigliare tanta prudenza sulle emissioni Teva. Naturalmente potrebbero anche registrare in futuro rimbalzi significativi e per capire il quadro in cui l’emittente si muove l’unico consiglio è di monitorare l’azione quotata in shekel Israeliano alla Borsa di Tel Aviv:

 https://www.google.it/search?source=hp&ei=BG05XZbBHIv6kwWWl66gCQ&q=teva+share+price&oq=teva+share+price&gs_l=psy-ab.3..0i70i250j0i22i30l9.2373.6387..6822...0.0..0.86.1125.16......0....1..gws-wiz.....0..0i131j0.NF8ZSUwOgVw&ved=0ahUKEwiW0-X918_jAhUL_aQKHZaLC5QQ4dUDCAU&uact=5

Da due anni registra un downside senza soste. Se partisse un bel recupero anche per i bond scatterebbe un segnale “buy”. In caso contrario meglio astenersi.

Un commento

I commenti dei lettori

Un commento

  • Franco U.
    25 Lug 2019

    Teva è oggetto di boicottaggio in quanto società israeliana. Naturalmente da parte di chi non concorda con le politiche di quel paese.

Lascia un commento