Bondissimo – cosa sta trattando il mercato


Alcuni titoli su cui si concentra l’attenzione degli investitori, naturalmente oltre ai Btp, protagonisti di un ottimo rush.

Cedole & dividendi

La folle corsa dei rendimenti, che ormai anche il mondo dei gestori professionali riconosce come ingiustificata ed esasperata, porta il mercato a concentrarsi su filoni specifici del mondo obbligazionario, che sostanzialmente si identificano in quattro categorie:

1°) titoli di Stato italiani, soprattutto della parte lunga;

2°) tassi misti bancari e zero coupon in euro;

3°) step-up (cioè a tasso fisso crescente) in dollari;

4°) sovranazionali in valute emergenti.

Oggi proponiamo una rassegna di titoli più scambiati, analizzandone le caratteristiche.

► Il vecchio zero coupon in euro di Comit continua a correre

Inevitabile il comportamento di un bond a tasso zero emesso nel 1998 dall’allora Banca Commerciale Italiana, poi fusasi nel 2001 in Banca Intesa. Di fronte a un mercato che parla continuamente di nuovi interventi espansivi da parte della Bce il titolo registra un ottimo andamento al rialzo, con ormai una quotazione sugli 84,6 euro contro il minimo dell’anno a 75 euro.

Isin

IT0001200390

Scadenza - cedola - taglio

17/2/2028 – zero coupon – 1.000 Eur

Rendimento lordo in corso

1,99%

Liquidità

Elevata

Maggiore fattore di rischio

Rialzo dei tassi (un giorno avverrà!)

A chi si adatta

A chi deve collocare liquidità

► Il tasso fisso in euro di Autostrade sale e scende

Molto esposte alle variabili politiche legate al rinnovo delle concessioni autostradali, le obbligazioni della società Autostrade si muovono di conseguenza. La caduta del Governo giallo-verde le aveva avvantaggiate ma la possibile costituzione di un nuovo esecutivo incentrato sui Cinque Stelle ha riportato un po’ di debolezza per la tasso fisso scadenza 2023, che resta comunque fra le più scambiate.

Isin

IT0005108490

Scadenza - cedola - taglio

12/6/2023 – 1,625%- 1.000 Eur

Rendimento lordo in corso

1,004%

Liquidità

Media e variabile

Maggiore fattore di rischio

Le vicende legate al crollo del ponte Morandi

A chi si adatta

A chi punti su una gestione veloce del titolo

► Lo step-up in $ di Toyota non smette di correre

Una categoria molto richiesta quella degli step-up in dollari, di fronte alle voci su altri tagli dei tassi da parte della Fed. In questo contesto ormai da mesi uno dei titoli più acquistati e meglio performanti è il Toyota 2025, grazie soprattutto all’ottimo rating (AA-).

Isin

XS1885506813

Scadenza - cedola - taglio

24/10/2025 – Da 2,3% (24/10/19) a 4,05% (24/10/25) – 2.000 Usd

Rendimento lordo in corso

2,5%

Liquidità

Elevata

Maggiore fattore di rischio

La quotazione (sui 104,4) comincia a essere notevole

A chi si adatta

A chi prevede che i tassi Fed scenderanno quasi a zero

► Il tasso fisso in $ di Amazon dà fiducia

E’ caro, anzi carissimo, visto che il titolo è salito dai minimi dell’anno a 94,4 Usd fino ai quasi 127 Usd di oggi. Il matusalemme (scadenza 2057) di Amazon continua a piacere, seppure negli ultimi tempi la sua liquidità sia scesa. Il rating AA- e la notorietà del marchio contribuiscono a un continuo interesse da parte degli investitori.

Isin

US023135BM78

Scadenza - cedola - taglio

22/8/57 – 4,25% - 2.000 Usd

Rendimento lordo in corso

3,07%

Liquidità

Medio bassa da inizio agosto

Maggiore fattore di rischio

Quotazione molto elevata

A chi si adatta

A chi punta a ulteriori upside del prezzo

► Il Bei in lira turca ha sempre i suoi fan

La valuta turca è diventata meno volatile nelle ultime settimane, sebbene da ferragosto stia registrando una fase di nuova debolezza, per quanto non esasperata. I rendimenti delle emissioni in tale divisa sono comunque sempre elevati, nonostante il recente ribasso dei tassi da parte della Banca centrale di Ankara, che ha portato a un inevitabile rialzo delle quotazioni. Uno dei titoli preferiti da chi opera in lire è il Bei 2021.

Isin

XS1075219763

Scadenza - cedola - taglio

18/9/2021 – 8,75% - 1.000 Try

Rendimento lordo in corso

13,4%

Liquidità

Media

Maggiore fattore di rischio

La valuta di denominazione

A chi si adatta

A chi realizzi un piano di acquisto nel tempo basato soprattutto sull’andamento della valuta

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento