Dividendi sotto la lente: Intesa Sanpaolo sfiora il 9% di yield


Alla chiusura di ieri raggiunto l’8,73% ma in seduta si è andati oltre. I rendimenti possibili ai vari livelli tecnici più significativi.

Cedole & dividendi

Non è certo una disfatta la reazione ribassista dell’azione Intesa Sanpaolo, che nella seduta di ieri ha tuttavia sfiorato nell’intraday la media mobile a 200 sedute, collocata a 2,154 euro contro un minimo di seduta a 2,1615 (chiusura a 2,198). Decisiva quindi la reazione in un senso o nell’altro di lunedì. Quello che più interessa in questa sede sta però nel rendimento da dividendo, salito e non di poco in settimana.

Dividendo previsto

0,192 euro

Data stacco

18/5/2020

Data pagamento

20/5/2020

Yield alla chiusura di ieri (2,198 €)

8,73%

Il traguardo quindi del 9% (che avevamo immaginato nello scorso autunno) può essere raggiunto in presenza di ulteriore minima debolezza. Questa un’ipotesi di andamento dello yield al variare delle quotazioni:

Minimo 52 settimane (1,826 €)

10,5%

Su media mobile 200 sedute (2,154 €)

8,9%

Su supporto principale (1,828 €)

10,5%

Su resistenza principale (2,551 €)

7,5%

Cifra tonda 9% di yield

a 2,132 €

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento