Speciale petrolio – Una “ex”, un certificato e un rendimento del 17,4%


In realtà si tratta di un gruppo trasformatosi da operatore petrolifero a operatore del mercato della produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibili. E’ infatti Erg.

Cedole & dividendi

Un certificato che paga il 17,4% su base annua merita certamente un po’ di attenzione, anche se inevitabilmente può comportare qualche rischio in più in relazione al sottostante. Che è Erg. Iniziamo con le caratteristiche dello strumento, per proseguire poi con un’analisi della società.

Emittente del certificato

Goldman Sachs International

Isin

GB00BLRVGQ05

Sottostante

Erg

Premio mensile

1,45% (17,4% su base annua – 26,1% sull’intera vita del prodotto). Premio fisso mensile non condizionato all’andamento del sottostante per ciascuna delle 18 date di pagamento

Prezzo riferimento iniziale

16,35 euro

Livello barriera (discreta)

65% (10,6275 Eur). Se il sottostante registra un prezzo inferiore al livello barriera, l’ammontare del pagamento a scadenza sarà commisurato alla sua performance negativa. In caso invece di performance positiva il certificato restituirà comunque 100

Valuta

Euro

Data emissione

4/5/2020

Data scadenza

4/11/2021

Prezzo emissione

100

Quotazione

Sedex

Una precisazione dell’emittente

Il prezzo del certificato può essere influenzato negativamente da operazioni di trading e altre transazioni effettuate da Goldman Sachs International relativamente allo stesso e/o al sottostante

Livello rischiosità da Kid

4 (su scala da 1 minimo a 7 massimo)

Valutazione di rischio

Ci sono quelli riferiti a: 1°) emittente (tipico di tutti i certificati); 2°) sottostante, trattandosi di una società quotata sul segmento Mid Cap. Da prendere in considerazione inoltre il fattore liquidità

Quotazione in corso

101,5 euro (ore 14.00 del 14/5/2020)

Spread

Molto contenuto

Validità fiscale

Elevata

Dividendo cui si rinuncia

0,75 euro nel 2020 (stacco 18/5) = yield a oggi 4,4% lordo

A chi si rivolge

Soprattutto a investitori attratti dal rendimento e che vogliano e possano portare a scadenza il certificato. Attenzione al fatto che, in caso di performance positiva, il certificato corrisponde comunque a scadenza 100

La situazione riferita al sottostante

Erg negli ultimi anni ha completato una radicale trasformazione del proprio business, passando da operatore petrolifero a operatore nel mercato della produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibili. In particolare è attiva in sette Paesi con una capacità eolica installata di 1,8 GW in Europa (Francia, Germania, Polonia, Romania, Bulgaria, Regno Unito e Italia). Nella penisola Etf è il principale operatore del settore; inoltre è tra i primi dieci player di energia eolica onshore in Europa.

I dati gestionali riferiti al primo trimestre 2020.

Mol consolidato adjusted: 156 milioni di euro contro 164 milioni nel primo trimestre 2019.

Risultato netto di gruppo adjusted: 53 milioni di euro contro 54 milioni nel primo trimestre 2019.

Indebitamento finanziario netto adjusted: risulta pari a 1.415 milioni, in diminuzione (61 milioni) rispetto al 31 dicembre 2019 (1.476 milioni). La variazione riflette principalmente gli investimenti del periodo (62 milioni) più che compensati dal positivo flusso di cassa (113 milioni) anche a seguito della riduzione delle tempistiche di incasso degli incentivi in Italia.

Sviluppo: prosegue il percorso di crescita nell'eolico all'estero con l'acquisizione di 38 MW in Francia e permessi per la realizzazione di un parco da 36 MW in Polonia. Continua la costruzione in Europa di circa 285 MW.

Guidance 2020: alla luce del potenziale impatto del Covid-19 viene rivista al ribasso del 4% la previsione del margine operativo lordo, in un intervallo ora compreso tra 480-500 milioni, così come la stima degli investimenti ridotta di 35 milioni nell'intervallo 150-180 milioni. In riduzione di circa 10 milioni anche l'indebitamento finanziario netto tra i 1.350 e 1.430 milioni di euro rispetto alla precedente previsione.

3 Commenti

I commenti dei lettori

3 Commenti

  • RomagnaBanca Credito Cooperativo R.
    15 Mag 2020

    xs020913244 e us040114gm64 ci sono solo questi 2 li considero opzioni a 15 anni praticamente regalate grazie mille

  • Lorenzo Raffo
    15 Mag 2020

    Molto sinceramente è una serie di titoli che non seguo. In tutta la mia vita mi sono sempre tenuto lontano dall'Argentina e dai suoi governativi. E' proprio una questione mentale. Mi mandi qualche Isin e li studio. La ringrazio e mi scuso per l'ignoranza. A presto. LR

  • RomagnaBanca Credito Cooperativo R.
    15 Mag 2020

    Visto la sua grande esperienza sui mercati obbligazionari e in particolare su quelli emergenti desideravo porle una domanda sull'argentina ma non sui titoli in ristrutturazione ma quelli denominati pil scad 2035 che pagano cedole solamente se si verificano determinate conddizioni di crescita.
    Oggi il mecato in pratica li regala tra 0,15 e 0 ,30 (titoli illiquidi e spread elevatissimi) considerando la lunga durata e un potenziale di pagamento ancora di circa 28 punti in caso di ristrutturazione e quindi poi crescita del pil a questi prezzi potrebbero essere una scommessa interessante visto che i piccoli li stanno vendendo il calcolo della possibile cedola e' complicato ma se ho ben capito comunque in peso perche ' con il crollo della valuta altrimenti non ci sarebbero possibilita' grazie mille a presto

Lascia un commento