Sugli esiti di Francoforte Piazza Affari consolida il rialzo


Piazza Affari conclude la seduta di oggi giovedì 10 settembre 2020 in leggero progresso, con il FTSEMib (+0,25%) a 19.820 punti, consolidando il rialzo di ieri. Il restanti principali indici del Vecchio Continente chiudono in territorio negativo con variazioni frazionali.

La seduta delle borse europee oggi era concentrata su Francoforte e sulla riunione del Consiglio della Banca Centrale Europea. Come da attese la BCE ha lasciato invariato la sua politica monetaria, mantenendo i tassi a minimi record e garantendo che il suo programma proseguirà almeno fino al giugno 2021 o "fino a quando la Bce non considererà l'emergenza da coronavirus terminata”. Nel suo discorso, Christine Lagarde si è soffermata sulla situazione attuale dell’economia, osservando che la pandemia da coronavirus ha fatto meno danni rispetto a quanto previsto in precedenza. Gli esperti della BCE prevedono che il Pil dell'Eurozona registrerà un calo dell'8% nel 2020 rispetto al 8,7% di giugno, con una ripresa poi al ritmo del 5% nel 2021 e del 3,2% nel 2022. Per quanto riguarda invece la risposta dell’Eurotower al cambio euro-dollaro dopo la svolta Fed sulla strategia di politica monetaria, la BCE ha affermato che, nonostante il cambio non rappresenti un target della politica monetaria, verranno considerate attentamente le conseguenze di un euro forte e monitorate, dall’altro lato, le variazioni per le implicazioni sull’inflazione.

Nello specifico, oggi la sessione della piazza milanese ha visto i titoli del settore bancario tutti in territorio positivo, seguiti dai buoni spunti di FCA e Nexi. Sul fronte materie prime, il prezzo del petrolio continua ad oscillare e non consolida i rialzi di ieri, penalizzato anche da un dato sulle scorte di greggio statunitensi sopra le attese, impedendo ai titoli del comparto di brillare. 

Fra i bancari UNICREDIT termina la seduta in guadagno del +1,26% a 8,22, seguita dall’altra big INTESA SANPAOLO (+0,60%) a 1,80. Fa decisamente meglio BANCO BPM (+7,24%) a  1,51; molto bene anche per MEDIOBANCA (+4,14%) a 7,39 e BPER BANCA (+2,57%) a 2,19.

Nel comparto dell’automotive interesse su FCA (+2,85%) a 9,88, grazie anche alla presentazione del nuovo modello marchiato Maserati in coerenza con il piano Fiat Chrysler per rilanciare la sua strategia sui veicoli premium. Mike Manley, inoltre, avrebbe anche confermato la tempistica per la fusione con il colosso francese PSA, fissata per il primo trimestre del 2021. 

In gran spolvero infine anche NEXI (+6,81%) a 16,38, sempre in merito al possibile matrimonio con Sia e alle nuove indiscrezioni che vedrebbero quest’ultima tentare di eliminare alcuni ostacoli alla fusione.

PORTAFOGLIO LOMBARD REPORT

Al portafoglio Lombard riguardante le “AZIONI ITALIANE BREAKOUT” si aggiunge oggi un altro titolo, che registra una performance nell’ordine del +3%. I 4 restanti titoli terminano tutti tra la parità e flessioni non superiori al punto percentuale.

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento