Tutto rispettato fino all'ottava seduta...ed un titolo pienamente a target


Siamo arrivati all'ottava seduta, quella con profittabilità monetaria massima sul setup long di S&P e-mini partendo dall'open di lunedì scorso (29 Marzo). Questo l'articolo visibile agli abbonati in cui ne avevo parlato: https://www.lombardreport.com/2021/3/27/commento-settimanale-5/ . Il setup prevedeva l'acquisto con uno stop loss attorno ai 2000 USD dal punto di ingresso. Mantenendo la posizione un paio di sedute la percentuale di successo si attestava attorno al 95% negli ultimi 22 anni, salvo poi scendere attorno all'85% mantenendo la posizione per otto sedute consecutive quindi fino ad oggi (giovedì 8 Aprile). Il contratto e-mini S&P500 vale 50 $ a punto mentre il contratto "grosso e grasso" ben 250 $ a punto. La salita dell'indice statunitense è stata da 3950 punti a 4080 punti (vedere il grafico daily seguente) quindi un totale di ben 130 punti per un profit che spazia dai 6500 $ per l'e-mini ai 32500 $ per il big one. Come scrivevo però la statistica non è MAI un scienza esatta ma ne sono un tenero amante. Pensate ad esempio che c'è una commodity che ha due giorni dell'anno in cui tende a salire praticamente sempre e che negli ultimi cinquanta anni ha portato profitto in caso di entrata long ma con uno stop non così leggero (attorno ai 3000 USD). 

Detto questo segnalo il target centrato su Aeroporti di Bologna di cui avevo scritto sempre nell'articolo prima di Pasqua segnalando un bel pattern di ingresso a rischio relativamente basso (link: https://www.lombardreport.com/2021/3/27/commento-settimanale-5/ ). Avevo indicato come area di consolidamento quella compresa tra 9.10 euro e 8.70 (quest'ultimo livello minimo millimetrico toccato proprio quella settimana). L'area "calamita" da me indicata era collocabile "ben sopra i 10 euro (attorno a 10.50)." come scritto nell'articolo indicato. Oggi, giovedì 8 Aprile, abbiamo avuto un massimo a 10.85 mentre ieri l'azione ha chiuso proprio a 10.55. Un bel 15% (abbondante) ipotizzando un entry sui livelli massimi dell'area di consolidamento (9.10 euro), percentuale che sale vertiginosamente se si pensa ai minimi di 8.70 (oltre il 20%).

Come sempre però occorre concentrarsi su ciò che si indica e non sul dito che lo fa, fermo restando che su queste colonne fornisco semplicemente una mia view sul mercato o su ciò che reputo interessante in un preciso momento. Niente di più. Ciascuno deve essere responsabile ed avere -eventualmente- un proprio piano d'azione se decide di operare, a suo rischio e pericolo naturalmente. 

Sabato procederemo con analisi un pò più approfondite sulla situazione attuale.

Buona serata a tutte le lettrici e lettori.

Ad maiora!

PNA

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!