Non facciamoci prendere la mano ...


Questa è una situazione dove bruciasi è facilissimo. Per prima cosa tutto sta andando secondo i piani e questo ti solleva talmente il morale da pensare di essere immune da errore. Cosa sbagliatissima perché noi sempre e comunque stiamo lavorando con le probabilità. Nient’altro che probabilità che si possono ribaltare in pochissimo tempo.

In questa situazione tutti i grafici si sono rovinati e prima di comprare vogliamo aspettare un 1-2-3 ross hook come minimo sindacale. Non ci fidiamo di noi stessi.

Oggi l’indice ha dato un fortissimo segnale di acquisto perché di nuovo ha provato a testare il minimo maledetto di 24.188 senza riuscirci. Ormai i prezzi volano via direttamente da quel supportone non appena lo intravedono di lontano.

Uno si domanda: le tecniche contro trend sono riuscite (sembra) a superare questo sciacquone senza drammi e senza drawdown apocalittici. Il nostro portafoglio infatti continua ad essere in utile. Siamo usciti senza spargimenti di sangue dai precedenti titoli che questo ribasso ha portato in stop. Morale: chi ce lo fa fare di prenderci dei rischi ?

Ripetiamo in questa fase bisogna stare accorti, comprare indiscriminatamente ci esporrebbe al rischio di scivolare sul prossimo patatrac bancario (ce ne saranno ancora, non dubitate).

Per quanto riguarda i singoli titoli quelli migliori si vedono subito: battono il resto del mercato. Ricordate: i migliori titoli non hanno visto il ritracciamento e invece hanno congestionato in orizzontale. Andiamo con alcune segnalazioni:

CARRARO: spettacolo, gran bel barrone oggi.

ENAV: aspettiamo uncino per comprare

ITALGAS: punta alla rottura del triangolo, mai mi sarei sognato di dover attenzionare un titolo così lesso

LA DORIA: congestione orizzontale, ovvero del ribasso non se ne è fatto un baffo

SERVIZI ITALIA: ritracciamento leggero, se rompe i massimi è un gran bel segnale di forza

(pagina a cura di Sandro Mancini ed Anna Cavazzuti)

2 Commenti

I commenti dei lettori

2 Commenti

  • Pier Nicola A.
    21 Nov 2017

    Probabilmente perchè nessuno dei due mucchi lo attira particolarmente ed evidentemente non ha poi così fame..un pò come quando si vedono i titoli ma non ci si sente particolarmente ispirati ;-) meglio questo che la sdentata (dell'asino mentre ride)

  • Luca F.
    21 Nov 2017

    Il paradosso dell'asino di Buridano. "Un asino affamato si trova a metà strada tra due mucchi di fieno identici, ma non riesce a decidere da che parte andare, perciò resta lì dov'è e muore di fame"

Lascia un commento