Mercato azionario in contrazione, non così i listini esteri !

Dopo la brutta chiusura di ieri sera sui listini europei oggi notiamo un consolidamento dei livelli raggiunti ieri, praticamente con un nulla di fatto in termini percentuali in chiusura di seduta, ad eccezione dei nostri listini azionari, FTSE MIB e FTSE IT All-Share, che registrano pesanti perdite in intraday solo in parte mitigate in chiusura di contrattazioni, rispettivamente a 22831,30 (-0,57%) e a 25203,51 (-0,65%).

I listini italiani sono stati penalizzati, come di consueto negli ultimi giorni, dal settore bancario con la mina vagante CREDITO VALTELLINESE che a seguito dell’annuncio dell’aumento di capitale da 700 mln. € lascia sul parterre il –30% ca. (!!) trascinando al ribasso anche la BPM (-7,53%), IFIS (-5,16%), la BPER (-4,38%) ed UBI (-2,96%).

Nessun dato macro rilevante in uscita quest’oggi.

Tutt’altro discorso sui mercati azionari USA, nei quali il “respiro dei mercati” tanto caro al nostro collaboratore Dott. Tomasini (v. articolo https://www.lombardreport.com/2017/11/7/manca-il-respiro-del-mercato/ ), non manca di certo anzi, essi veleggiano tutti (non i Russell) sopra i 75 di RSI e con il NASDAQ100 in rialzo di Momentum.

Anche oggi, mentre scriviamo, li troviamo in rialzo del +0,25% il NASDAQ100, del +0,11% l’S&P500 e del + 0,08% il DOW JONES.

Anche in questa area geografica nessun dato macro rilevante in uscita quest’oggi.

Infine uno sguardo al nostro Portafoglio azionario nel quale in chiusura andiamo a registrare una vendita in STOP, ma in leggero profit (+2,17%), sulla seconda metà della posizione sul titolo MONCLER, mentre ieri sera abbiamo venduto in STOP secco (-8,12%) il titolo BANCA IFIS (meno male vista la chiusura di oggi) a riprova che bisogna stare alla larga dai titoli bancari in questo periodo di alta volatilità del settore.

Puntiamo ora a raggiungere i target previsti sui titoli del NASDAQ100 vista la forza relativa di tale mercato.

  • - BANCA IFIS  (IT0003188064)  A  44,38.
  •  
  • - MONCLER  (IT0004965148)  A  23,54.
2 Commenti

I commenti dei lettori

2 Commenti

  • Sandro Mancini
    08 Nov 2017

    Salve Renato,
    come abbiamo scritto più volte su queste colonne, il segnale sui titoli azionari italiani è solo un promemoria in quanto l'ordine di vendita DEVE essere già inserito nella propria piattaforma con la condizione "Daily close" o "in chiusura" o "valido dalle ore 17:27 alle ore 17:30" o simile.
    In questo modo si viene eseguiti sempre e ad un prezzo ottimale, senza bisogno di stare davanti ai monitor.
    Nel suo caso, visto che non ha venduto in chiusura e neanche in asta di chiusura, le consiglio di vendere domani in asta di apertura o nei primi minuti di contrattazione.
    Per il futuro non si dimentichi di inserire TUTTI (Target 50% e STOP) gli ordini del Portafoglio nella propria piattaforma.

    Saluti.

  • Renato N.
    08 Nov 2017

    Buona sera Direttore, come faccio a replicare i segnali ricevuti alle 17,29? Grazie, Renato

Lascia un commento