Azione Neodecortech


Il successo nell'anticipare, sulla base dei dati positivi dei sei o nove mesi, le conclusioni di un esercizio da parte di svariate società (gli ultimi articoli su azione Eurotech e azione Brioschi sono stati estremamente ed eccezionalmente azzeccati per la gioia degli abbonati in quanto confermati dalle comunicazioni aziendali) ci spinge ad insistere con una piccola società quotata sull'AIM quasi totalmente sconosciuta ai gestori ma che meriterebbe maggiore attenzione che pubblicherà i dati il 26 marzo. Vediamo cosa si attendono gli analisti inglesi.

Sembra infatti incredibile ma la scarsa affidabilità di taluni report italiani ci ha spronato a leggere quanto scrivono affermate società di analisi straniere sulle azioni italiane. E' il caso della britannica Hardman & C che si è cimentata nell'analisi di azione Neodecortech quotata sull'AIMHardman segnala agli inglesi una forte sottovalutazione della nostra azione "pari a circa il 50% considerando il rapporto EV/Ebitda rispetto ad aziende affini. "Pochi ricordano l’attività di azione Nedecortech NDT trattata sull’AIM milanese: società specializzata nella realizzazione di film laminati di altissima qualità utilizzati dall’industria del mobile (casa), dall’industria della pavimentazione (casa e aziende) e nell’arredo navale (grandi navi da crociera). Una azienda, come dice Hardman da cui prenderemo molti dati, per questo articolo ad integrazione verticale che spazia dalla generazione di energia elettrica (incentivata e funzionale ai macchinari della fabbrica) alla produzione di film in plastica, laminato e carta di altissima qualità. Il fatturato è realizzato per oltre il 70% all’estero e la società si caratterizza per la continua ricerca ed innovazione che ha permesso alla società di raggiungere livelli di definizione di stampa pari a quella digitale, rendendola leader nel suo settore. L'azione, collocata sull'AIM a 4 euro, quota attorno a 3,50 euro. Capitalizza solo una cinquantina di milioni. Questa limitata dimensione è l'unico neo. Lo sviluppo è però continuo. Hardman, che aveva fatto la sua analisi quando l'azione quotava 3 euro e su tale base ha estrapolato i dati, segnala, come previsione, ricavi di vendita di 141 milioni di euro nel 2018 (rispetto ai 127 del 2017) con una ebitda che cresce da 14,2 a 17,6 (2018) ed un utile previsto in ascesa da 4,1 ai 7 milioni di euro quest’anno. Questo implica, sulla base di 3 euro per azione valore in borsa quando il titolo è stato analizzato, un P/E di 5,3 e un EV/EBITDA di 4,3 che prospetticamente diventeranno rispettivamente di 4,7 e 4 nel 2020 (stima Hardman). Il dividendo, come esplicitato dall’articolo del sole 24 ore del 02.10.2018, dovrebbe essere in linea con quello distribuito nel maggio 2018 di circa 0,15 € dando luogo ad un “dividend yield” di oltre il 4% entro i prossimi 2 mesi. Inoltre tra Aprile e Maggio, come comunicato a dicembre, dovrebbe essere valutato il passaggio anticipato sull’MTA. Hardman, la cui dettagliata ed approfondita analisi tradotta in italiano potete vedere sul loro sito hardmanandco.com/research o sul sito della  societa' sotto ricerche http:www.neodecortech.it/upload/files/Neodecortech%20-%20Initiation%20report%20-%2022%%20February%202019_ita.pdf, termina il suo lungo report con questa frase: "NDT tratta a prezzo contenuto sui multipli previsti. Con uno sconto di circa il 50% (analisi pubblicata il 22 febbraio) considerando il rapporto EV/Ebitda rispetto ad aziende affini quotate il mercato sta più che adeguatamente scontando le sue dimensioni ridotte e la mancanza di liquidità del mercato secondario. La nostra valutazione centrale in base al metodo DCF è pari a 5,14 euro per azione. Essendo approdata sul mercato italiano AIM nel settembre 2017 gli investitori pertanto attendono di esaminare i risultati relativi ad un intero esercizio. Con l'aumentare della familiarità prevediamo una restrizione nello sconto di valutazione "Questo, papale papale, quanto scritto da Jason Streets di Hardman & C che approviamo totalmente. Quanto comunicato da Hardman ha una implicita conferma  dall'ultimo report sul titolo emesso da KT Partners il 26 novembre. Anche KT & Partners valutava la società su cifre molto vicine a quelle di Hardman: 5,20 euro. Basta attendere perciò il 26 marzo, pochi giorni. I soci sperano.... Visti gli acquisti di azioni comunicati nell’internal dealing dall’AD Cologni (ultimo in ordine di tempo 19 gennaio 2019) e vista la serietà della società inglese il target price da loro fissato merita di essere monitorato per vedere "se ci azzeccano" più delle SIM italiane....

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento