Previsioni di Borsa con le Onde di Elliott e Fibonacci


Previsioni di Borsa con le Onde di Elliott e Fibonacci

 

Piano Bar di Virginio Frigieri                                                                              24/03/2019

Previsioni di Borsa : Indici Azionari USA

Settimana a due facce quella trascorsa con gli indici americani positivi in alcuni casi solo fino a martedi  in altri fino a giovedì e poi una chiusura decisamente pesante venderdi che si rimangia i progressi di diverse sedute precedenti. In particolare sul DowJones la chiusura di venerdi spazza via il lavoro delle ultime 8 sedute andando a chiudere sotto al minimo del 12 marzo; sull’S&P500 la seduta di venerdì fa fuori il minimo di 7 sedute fa (13 marzo). Il Nasdaq Composite chiude sotto il minimo del venerdì precedente (15 marzo) e per finire sul Nyse Composite come il Dow Jones rompe il minimo dello scorso 12 marzo. Il 20 marzo in pieno equinozio e luna piena la volatilità su mercato obbligazionario collassa a un nuovo minimo storico.

Ancora un elemento di riflessione per ricordare che tutte le recessioni degli ultimi 60 anni sono state precedute da un’inversione della curva dei rendimenti  dei Tresaury. Più precisamente la curva rappresenta il differenziale tra i rendimenti dei titoli di stato a tre mesi e quelli a 10 anni che dovrebbero naturalmente essere più elevati.  Bene questa settimana per la prima volta dal 2007 è successo di nuovo e questo differenziale si è praticamente azzerato ed ha girato seppur di poco in negativo per cui siamo arrivati a vedere il rendimento dei titoli di stato a tre mesi superare quello del decennale. Questo è certamente un segnale di debolezza finanziaria ed economica. Infine l’indice KBW dei titoli bancari, martedì 19 ha iniziato un repentino movimento in contro trend che ha fatto lasciare sul terreno il 10,7% in solo 4 sedute e il prezzo del greggio (altro indicatore  della vitalità economica) dopo un massimo intraday di 60,39$ nella seduta del 20 marzo ha visto i prezzi scendere di un 3,5% nel minimo intraday di venerdì. Stessa musica sul rame e sul palladio scesi entrambi del 4% dal 21 marzo, e per il platino che contiene le perdite al 3,5%. Per adesso sono solo piccoli campanelli d’allarme, e se una rondine non fa primavera, certamente 3 giornate negative non fanno ancora un mercato orso, ma ritengo utile parlarne in modo che ciascuno drizzi le antenne e sia pronto se le cose prenderanno una piega peggiore.

Passiamo la solita carrellata di grafici.

Previsioni di Borsa : Bond USA rendimenti e prezzi

La scivolata dei rendimenti  del decennale ha ridato ovviamente un pò di respiro ai prezzi delle vecchie emissioni che modificano leggermente il nostro conteggio. Sul lungo per ora non vedo modifiche sostanziali al trend ribassista, ma con l’onda 2 dovremo fare i conti ancora per qualche tempo. Sotto ho messo lo stesso grafico con i target calcolati con Fibonacci e quelli calcolati con la tecnica di canalizzazione di J.Kennedy senior analist di Elliott Wave International.

Allora, rispetto all’ultima barra, a sinistra vediamo il primo target di onda (v) calcolato come proiezione del 138,2% di onda 4. Il secondo target rispetto ad onda (iv) va posizionato sul 200%. Non ‘l’ho messo poiché lo ritengo molto improbabile. Sulla destra abbiamo i target calcolati come estensione rispetto all’onda (i). Nella gran parte dei casi “onda 5” e “onda 1” si equivalgono. Quando si va oltre come in questo caso il secondo obiettivo più probabile è il 161,8%  superato di poco. Se non torna indietro subito allora si punta al 261,85 % L’eclisse azzurra evidenzia quindi la zona più probabile di atterraggio dell’onda2.

Con la tecnica di channeling messa a punto da Jeffrey Kennedy, che racconterò nel tour di maggio, arrivati a identificare il canale di terminazione che è quello azzurro, le onde quinte nella stragrande maggioranza dei casi andranno a concludere il loro viaggio o sulla mediana del canale che passa più o meno dove indicano le proiezioni di Fibonacci, o sul bordo superiore del canale sui trend al rialzo(che diventa ovviamente il bordo inferiore del canale quando il trend è impostato al ribasso). Anche in questo caso le probabilità maggiori sono sulla prima ellissi azzura anche se non possiamo escludere a priori la seconda.

Previsioni di Borsa : Dollar Index e EUR/USD

Sul Dollar index e l’Euro/Dollaro si continua ad allungare il brodo. Quella che alcune settimane fa era la nostra soluzione alternativa ora è diventata la principale. Ma se non si esce dalla fase laterale  c’è poco da dire.

Previsioni di Borsa : Oro e Argento

Oro e argento da diverse settimane seguono fedelmente la direzione indicata dalle nostre trendline. Il secondo movimento (onda [b]) dell’onda E  dovrebbe essere concluso ed ora dovremmo avere l’ultima gamba di ribasso per concluderla e dare il via all’onda (C) rialzista.  L’argento segue seppure in un quadro tecnico decisamente più confuso.

Chiudo coi grafici degli altri temi sfiorati nella parte iniziale

alla prossima

Note:

La Bibbia delle Onde di Elliott è a questo link:

http://www.tradinglibrary.it/scheda-libro/frost-a-j-prechter-robert-r-jr/la-teoria-delle-onde-di-elliott-9788888253213-135907.html

La nomenclatura dei vari gradi d’onda è riportata sotto: le onde “cerchiate” della nomenclatura originale di Elliott sono rappresentate per una questione di praticità racchiuse tra parentesi quadre.

  

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento