Azione Officina Stellare


Notate bene chi classa le azioni. L'abbiamo già scritto ma è corretto ripeterlo, perchè i fatti hanno nuovamente confermato i nostri dubbi.

Azione Sirio si è presentata sull'AIM a 9,50 euro, meno di un mese fa. La chiamavano "la nuova Autogrill". Società in utile con un semi-monopolio della ristorazione ospedaliera. Unico neo, un 2018 meno redditizio del 2017 ma bisogna tener conto degli investimenti. Ma ambizioni e premesse di sviluppo accentuato.

La vergogna borsistica (parliamo di comportamento di borsa, non di attività sociale che prosegue positivamente) si è notata già al momento della prima quotazione: il titolo azione Sirio ha chiuso infatti la seduta a 9,49 quando, dopo aver incassato molti milioni di euro, sponsor e vecchi azionisti con un centinaio di euro di "assistenza" (gli scambi erano scarsissimi) avrebbero potuto segnare una performance positiva e non cadere nella lista dei "flop borsistici". Oggi ad un certo momento siamo scesi dell'11% rispetto al prezzo di classamento. Brilla sempre l'assenza di notizie o di un attenta presenza dei collocatori. In USA c'è sempre una larvata assistenza in questi casi. Un pessimo debutto inficia la fiducia a lungo sui mercati anglosassoni.

Sempre tra le stelle guardate cosa ha invece fatto azione Officina Stellare, da noi in questo caso segnalata molto positivamente. Una quotazione con warrant, una banca che pubblica immediatamente un report che segnala il valore teorico delle azioni per loro a circa 9 euro mentre le avevano classate a 6 con aggiunta di warrant in regalo.

Ci saranno altre AIM e noi saremo presenti nel consigliarle. Come accaduto con azione Relatech che sarà quotata domani. Ma la prima occhiata che daremo al prospetto dell'AIM sarà il nome di chi segue il classamento. Gli investitori in borsa hanno la memoria dell'elefante e non apprezzano chi classa e poi sembra scomparso.

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento