I pump and dump della settimana


Settimana contraddistinta da un sostanziale equilibrio a Piazza Affari, con alcuni titoli che sono rimasti decisamente in trend positivo mentre qua e là, hanno predominato dinamiche del tipo "Pump & Dump", vale a dire quel movimento repentino al rialzo dei titoli con successivo scarico delle posizioni.

Il primo esempio di questo tipico movimento, lo ha dato Giglio Group

Come ben visibile, la cavalcata trionfale può essere sfruttata solo nell'esatto momento in cui avviene, pertanto aggredendo il book.

Ciò che avviene nelle giornate a venire è pressochè scontato, ovvero un rapido rientro ai prezzi visti pochi giorni prima.

La dinamica con cui ciò avviene,  però, deve essere analizzata nel dettaglio.

Se ad esempio prendiamo Digitouch, caso avvenuto nella settimana scorsa, possiamo immediatamente notare dai volumi, che tipo di partita è stata giocata.

Nel volumi, come dicevo c'è spiegata tutta la dinamica, guardando le candele in rosso già nella fase in cui il titolo navigava sui massimi, si può comprendere come, attorno a quella fascia di prezzi, si sia in sostanza...venduto, approfittando del clamore artificiosamente creato con un balzo prepotente.

Nel caso di Giglio invece, non c'è stata la stessa dinamica ma un sostanziale abbandono delle armi che l'ha fatta tornare sotto i 3€ per azione.

Torna valida quindi, per Giglio Group l'area di sosta del mese scorso ai 2.75€ per azione.

Altra dinamica simile si è sviluppata su Renergetica.

Il caso di Renergetica assomiglia più a quanto accaduto per Giglio, perchè i volumi di acquisto avvenuti nella fascia alta di prezzo sono stati consistenti e , quindi, anche se successivamente come le altre due azioni considerate, è tornata a lambire i prezzi di partenza, nulla toglie che quell'interesse possa tornare ed anche velocemente.

Bellissimo invece il movimento odierno di IMMSI.

A dire il vero, tale movimento aveva visto creare le proprie fondamenta già dalla scorsa settimana, per poi finalmente, rompere gli indugi nell'ultima seduta di questa ottava.

Il tutto ha preso forma con la rottura ai 0.564€ per azione. Da li, la cavalcata è stata inarrestabile e, come detto, potenzialmente aggredibile solo con un ingresso repentino.

Qualora anche su IMMSI si verificasse lo stesso schema di cui sono state vittime le azioni su indicate, l'area valida per il nostro tentativo sarà ai 0.57€ per azione.

Nella valutazione dello stop-loss, bisogna tenere conto dei volumi che ci saranno in quel momento.

Un'analisi della situazione potrà essere sviluppata solo a seguito della giornata di lunedi prossimo in cui comprenderemo di che tipo di rialzo si è trattato, se sostanziale come credo, o di puro trading.

Molti titoli del listino, stanno vivendo una fase entusiasmante, con il loro corso che continua in un trend di crescita che sembra non avere battute di arresto, segnali assolutamente positivi non solo per i loro azionisti ma per tutto il listino.

Piazza Affari ha bisogno di questa fiducia e la speranza è che tutto ciò continui anche con maggior vigore se possibile.

Buon trading a tutti.

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento