Qualche azione sotto i riflettori


Un buongiorno a tutte le lettrici e lettori. Il quadro tecnico del nostro indice principale (FTSEMIB40 anche se sarebbe meglio guardare il FTSE All Share) non è cambiato molto dall'ultimo update di giovedì sera. Rimango dell'idea che sia un pò tirato per i capelli e che debba prendere un pò di fiato per poi ripartire eventualmente verso l'alto. Quindi non mi dilungo oltre e procederei subito con una analisi di alcuni titoli che ho/abbiamo seguito recentemente, facendo qualche "divagazione" su temi che potrebbero, uso il condizionale, essere seguiti per le prossime sedute. 

OFFICINA STELLARE

Ne avevo parlato agli inizi del mese di Agosto (https://www.lombardreport.com/2019/8/3/prima-di-agosto/). Dopo la partenza stellare (+80% azione e +700% il warrant) c'è stato un naturale assestamento. Purtroppo il titolo non ha continuato la discesa e si è fermato, dopo un laterale sui minimi (che solitamente non è mai un gran bel segnale !), ma in questo caso era comunque comprato. E in due sedute il titolo è passato da 7.50 ad 8.30. Purtroppo trattasi di titolo dell'AIM, spesso e volentieri una agonia ! Per chi fosse posizionato, alleggerirei portando lo stop in pari. Quando ne avevo parlato quotava attorno ai 7.40/7.50 euro. 

GAMENET

Ne ho scritto la settimana scorsa (https://www.lombardreport.com/2019/8/31/aaaa/), quando avevo indicato la chiusura millimetrica su una trendline supportile all'interno di un canale ripido. Il grafico era il seguente:

Già da lunedì si è capito il fake delle vendite di venerdì scorso, forse frutto di una risistemazione di portafoglio di fine mese. E questa settimana il titolo non ha avuto tregua nella salita, con sporadiche "vendite" volte piuttosto ad accumulare a prezzi più vantaggiosi. In questo modo si sta formando un canale ancora più ripido, ma siamo in forte ipercomprato e non la tocco più per ora.

PININFARINA

Ne ho parlato l'altro ieri, giovedì, segnalando come fossero tirati i prezzi. Nella seduta di ieri, venerdì, il titolo ha avuto prese di beneficio improvvise, che lo hanno portato da 1.97 a 1.80 (quindi un -8% per intenderci) nell'arco di pochi minuti. I volumi sono scesi drasticamente per ora. Rimane invariata la mia view e continua ad essere un titolo che per l'intraday è più un potenziale short che un long. C'è la possibilità di allunghi fino all'area 2.15/2.20 che, se venisse "bucata", inficerebbe la mia analisi. Per un serio indebolimento è importante che inizi a chiudere sotto 1.75 euro circa. Ridurre la size è comunque cosa saggia, buona e giusta.

EL.EN

Buona la performance dell'ultimo giorno di settimana, con discreti volumi sul grafico orario. Sul grafico daily siamo a ridosso di una trendline dinamica discendente. In caso di retracement un'area supportile è individuabile tra 18.40/18.55 euro, che rappresentano il punto di accelerazione del breakout avvenuto ieri. Interessante.

BRIOSCHI

Mea culpa: completamente persa di vista! Non sono amante dei titoli "zero virgola" e consiglio in generale a tutti di non tradarli mai (consentitemi l'italianizzazione del termine "tradare"). Il motivo è presto detto: sono penny stocks e con poco capitale sono facilmente manipolabili e i grafici spesso sono "costruiti". Ad ogni modo è un titolo su cui si era espresso un mio illustre collega del LombardReport. Qui metto solo in evidenza i buoni volumi sul daily dopo la rottura di area 0.0825. Non ci sono punti di ingresso particolari ma potrebbero eventualmente formarsi in un prossimo futuro. 

OVS

Il titolo si sta avvicinando ad un'area interessante anche se i volumi sul grafico orario non sono eccezionali. Area critica a 1.74, fermo restando che gli swings e la volatilità sono all'ordine del giorno. Possibile comunque una estensione del movimento verso 1.77 prima e 1.80 poi, con stop stretto sotto 1.70. Interessante per una "scalpata". Dovesse aprire in gap up cedo la palla.

SIAS

Qui siamo in palese contro trend di breve su un titolo che non seguo mai. L'ho comunque inserito in watchlist per un rimbalzo in virtù di quanto successo ad Atlantia per via della revisione (non più "revoca" quindi) delle concessioni autostradali. Ricordo infatti che la società si occupa di segnaletica stradale. Non ho punti di ingresso ma semplicemente una idea di trading che potrebbe essere profittevole. E' importante seguire il mercato ma è altrettanto importante essere un pò mentalisti e saperlo anticipare. Ed avere naturalmente un piano di azione.

SAFILO

Il titolo Safilo ha nuovamente fatto un pullback a 1.03 euro, chiudendo l'ottava a 1.036. Come avevo accennato tempo fa, se si tratta di accumulazione (effettivamente pare essere un bottom arrotondato sul daily) ci saranno un pò di falso segnali. Rimane il piccolo gap aperto a 0.97/0.985. Anche in questo caso rimane sempre fondamentale la size per ridurre i rischi.

SILVER

L'area supportile che avevo indicato attorno ai 18.50/18.70 non ha retto. Facciamo due conti. L'argento è passato in un paio di mesi da 15 USD a 19.50, con un incremento del 30%. Ad occhio e croce l'area 17.25 rappresenterebbe la chiusura di un piccolo gap lasciato aperto nonchè il ritracciamento del 50% di tutta la fase rialzista dell'ultimo periodo. Personalmente non gradirei un rientro sotto i 16 dollari perché sarebbe troppo profondo. Dovesse tornare in area 17.25/17.50 una piccola fiche la butterei anche. Non una blu chip però ! Di seguito trovate prima il grafico daily e poi quello settimanale. 

OMISSIS del mio articolo di giovedì...

Stavo per scriverne, poi volutamente mi sono astenuto per evitare conflitti di interesse su un titolo sul quale mi ero posizionato short overnight MOC, con trade chiuso ieri. Sono operazioni che abitualmente non amo fare visto che si tratta anche in questo caso di un contro-trend e sono richieste massima sensibilità, freddezza e luicidità mentale. Andare contro trend è come essere un salmone che risale il fiume e rischia di essere mangiato dall'orso. Il titolo in questione è stato FIDIA, shortata sul massimo di giovedì at 4.645. Molti di voi penseranno "logico, ha fatto quasi il 30% in un giorno!". Ebbene, non è così e non entro nel merito della questione, tant'è vero che ci sono situazioni in cui il sottoscritto entra long su un titolo che chiude a +50%, andando overnight. Talvolta però i titoli partono apparentemente, rompendo anche livelli interessanti come nel caso di Fidia appunto, ma il tutto avviene senza ragione e quindi il titolo ritraccia parte del movimento. Fondamentale in questi casi è ridurre sempre e comunque la size!!! E poi ricordate sempre: ogni titolo ha una sua storia.

Ad maiora!

PNA

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento