Indietro tutta


Oggi è una giornata un pò particolare e mentre Vi scrivo tengo d'occhio un pò tutto il mercato: sono le 10.42 di Venerdì 16 Agosto. Molti sono in ferie ed io mi concederò solo questo weekend. Ho preferito essere operativo e sono contentissimo di averlo fatto. In parte perchè avevo sentore che sarebbe stata una settimana critica (vedi Merval argentino che in una seduta ha perso il 40%), in parte perchè la crisi italiana era in continua evoluzione. Come immaginavo la chiusura di Borsa Italiana il 15 Agosto ha permesso a molti titoli di toccare minimi importanti nella mattinata odierna. Credo che ci possa essere un piccolo rimbalzo, anche solo di un paio di sedute, poi si vedrà: il quadro tecnico rimane comunque improntato al ribasso e in avvitamento. Affinchè un rimbalzo si verifichi ritengo sia indispensabile un ritracciamento dei preziosi (oro e argento in primis). I volumi rimangono molto bassi un pò su tutto. La cosa che più mi colpisce è che lo spread è tornato a casa in un battibaleno: siamo attorno ai 205 pb e questo ha favorito una forte risalita del BTP, addirittura a livelli precedenti a venerdì scorso (9 Agosto). Non credo tuttavia che il mercato italiano troverà la forza per un rimbalzo a "V" come capitato a fine maggio, anche per il forte indebolimento di Wall Street. Mentre sto scrivendo siamo attorno ai 20250 di indice FTSEMIB40 e per poter sperare in una inversione di tendenza almeno di breve è necessario un ritorno sopra i 20600 punti in chiusura. Possibile ma molto difficile, mettiamola così. Di seguito trovate il grafico daily del nostro indice.

In watchlist

Continuo a seguire i titoli già menzionati nell'articolo di sabato scorso: Eurotech che mostra una discreta forza relativa (con compressione di volatilità e range tra 4.66 e 5.05 circa) e Fiera Milano che al contrario è solo scesa e che ora si trova a ridosso di un supporto da non violare e collocabile attorno a 3.65 euro (ma non ha mai fornito un vero e proprio segnale di acquisto nemmeno la settimana passata: mi avevano colpito solo i volumi, niente di più). 

Tra i titoli a larga capitalizzazione direi che oltre ai "classici" che hanno tenuto bene (Diasorin e Amplifon) ed oltre al fatto che i bancari possono rimbalzare bene per il discorso spread (ma il trend è ancora impostato al ribasso) c'è stato un forte indebolimento del settore auto, quindi FCA. Mentre scrivo il titolo è ancorato a 11.11 euro ed ha rotto un supporto statico molto importante e che riporto nel grafico seguente e che ho collocato in area 11.20. 

Valuteremo l'evoluzione del mercato nelle prossime sedute. Buon fine settimana a tutti. 

Ad maiora!

PNA

(L'autore del presente articolo non è iscritto all'ordine dei giornalisti e potrebbe detenere i titoli oggetto dei suoi articoli)

Nessun commento

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento