Portafoglio in pole position.


Piazza Affari termina la settimana in leggero e frazionale rialzo con il FTSEMib (+0,02%) a 24.021, insieme agli indici delle principali borse europee che chiudono con variazioni minime. 

In prima posizione tra i top performer di oggi è di nuovo IMVEST, in rialzo del 22,43% a 0,262. Dallo 0,214 di ieri la società, che offre servizi di locazione immobiliare relativi ad immobili ad uso commerciale e direzionale, supera la resistenza di 0,217 che la distanziava dalla successiva a quota 0,27. Questa chiusura in gap posiziona graficamente il titolo in prossimità della resistenza appena citata, volere del 5 novembre 2019, resistenza che, se infranta, aprirebbe le porte al titolo verso area 0,30 e successiva 0,35. 

Segue, al secondo posto, BCA MPS (+19,69%) a 1,72, in controtendenza rispetto agli altri titoli del settore bancario non particolarmente trainanti in questa seduta. Questo importante balzo a doppia cifra è da attribuirsi principalmente all’upgrade di Moody’s, che ha rivisto il rating della banca da “caa1” a “b3” e migliorato l’outlook da “negativo” a “positivo”. A migliorare l’apprezzamento degli investitori è anche il piano di pulizia di bilancio che mira all’uscita del Tesoro dall’azionariato. Un’ottimo slancio, che graficamente porta il titolo sul massimo relativo dell’ultimo anno a quota 1,75/1,765 di luglio 2019. La sua rottura lo indirizzerebbe verso la prossima resistenza in area 2,10, e da lì fino all’area 2,43 senza grossi ostacoli a porsi in mezzo.

All’ultimo gradino del podio è INNOVATEC, in rialzo del +14,80% a 0,159. La holding operativa nel settore della efficienza energetica e delle energie rinnovabili non trova spazio nei miei articoli dal 6 dicembre 2019 (https://www.lombardreport.com/2019/12/6/sant-ambrogio-spinge-il-rally-di-natale/), quando, dopo un progresso che dal 4 novembre si aggirava attorno al 340%, quotava 0,124. Da allora il titolo ha stornato fino a raggiungere il 18 dicembre quota 0,054 e chiudere un gap; ha poi ripreso la salita, superando in sole 12 sedute di borsa aperta i suoi top dell’ultimo anno alla quotazione attuale. Dal punto di vista grafico non trova resistenze ben definite, causa un aumento di capitale a settembre 2016, quando il titolo quotava 0,30.

Il portafoglio Lombard fa il carico di rialzi, tutti superiori al punto percentuale. FIERA MILANO (+1,09%) a 5,54 è la peggiore; migliore FALCK RENEWABLES (+4%) a 4,94 euro. 

Buone notizie anche per il Cavallino Rampante più famoso del mondo, con gli analisti di Kepler Cheuvreux che hanno incrementato il prezzo obiettivo del titolo FERRARI da 150 a 175, oggi in buon gain (+2,13%) a 156 euro per azione.

Nessun commento

Non accontentarti solo degli articoli Free!

Registrati gratuitamente e avrai accesso senza limitazioni ai servizi premium per 3 giorni!

I commenti dei lettori

Non ci sono commenti per questo articolo. Vuole essere il primo a commentarlo?

Lascia un commento